In un villaggio della Repubblica Dominicana all'età di 12 anni le bambine si trasformano in maschi

La Bbc ha raccontato la vita dei ragazzi che sviluppano il proprio apparato genitale solo all'età di 12 anni. Succede per una sindrome rarissima

Si chiama Guedevoce ed è una rarissima sindorme genetica che però, in una zona specifica della Repubblica Dominicana colpisce 1 ragazzo su 90.

La notizia è stata diffusa dal canale britannico BBC con un reportage che racconta quello che succede ai ragazzi di Salinas, un remoto villaggio dell'isola caraibica. Fino all'età di 12 anni, i bambini affetti da questa sindrome non sviluppano gli organi genitali maschili e, apparentemente, sembrano delle bambine con un apparato femminile a tutti gli effetti.

I genitori li crescono come normali femminucce, facendoli giocare con le bambole e vestendoli con gonne e abiti femminili. All'età di 12 anni però qualcosa cambia. Con l'arrivo della pubertà, chi è affetto da Guedevoce, comincia a sviluppare l'apparato genitale maschile, con la comparsa del pene (letteralmente Guedavoce significa "pene a 12 anni", n.d.r.) e la discesa - e conseguente comparsa - dei testicoli.

La BBC ha seguito uno di questi ragazzi, Johnni, che oggi ha 20anni e che ha raccontato: "Ho cominciato a sentirmi strano, non volevo più giocare con le altre ragazze e indossare gonne. Volevo stare con i ragazzi e giocare con le pistole". Il ragazzo, che prima della comparsa del suo apparato genitale maschile si chiamava Felicita, racconta anche di come questa particolare condizione lo abbia portato a subire vessazioni a scuola perché "è difficile accettare un ragazzo che fino all'anno prima era una ragazza".

Adesso Jhonni vive una vita normale da uomo ma non tutti accettano il cambiamento naturale del proprio corpo. Nel documentario infatti, viene raccontato di chi invece decide di operarsi e "tornare" a vivere la propria vita al femminile.

I ricercatori e i dottori che hanno seguito il particolare fenomeno sono convinti che la particolare condizione di questi bambini sia duvuta dalla mancanza di un enzima, il 5-a-reduttasi, che trasforma il testosterone. In assenza di questo enzima, i maschi alla nascita non sviluppano l'apparato genitale ma, al momento della pubertà, quando i livelli di testosterone aumentano, arriva la comparsa dei testicoli e dei muscoli del pene.

Commenti

PDMAFIA

Dom, 20/09/2015 - 20:27

Mah un'altra della serie propaganda lgbt, della notizia non c'e traccia nello spazio siderale, della rarissima malattia presunta ancora meno. Qualcuno mi vorrebbe dire che a ben 12 anni gli escono fuori gli organi sessuali che non hanno, ma va là. Ormai per dimostrare certe ridicole teorie gender si va avanti a chi la spara più grossa. Basta spararla non è vero?

vince50

Dom, 20/09/2015 - 20:52

Sindrome a parte,non è operandosi che si ritorna"femminucce".

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 20/09/2015 - 22:18

Le bambine sono gia' al di sopra dei maschi.Da anni.

killkoms

Dom, 20/09/2015 - 22:19

potrebbero isolare l'enzima,per riprodurlo sinteticamente,facendo la felicità di tante aspiranti uomo!

Raoul Pontalti

Lun, 21/09/2015 - 04:12

Il radiologo Trautmann ci illustrerà cone le metodiche della diagnostica per immagini questi singolari casi di inversione sessuale proteroginica.

i-taglianibravagente

Lun, 21/09/2015 - 17:36

Palla.

elpaso21

Ven, 15/04/2016 - 18:05

Ma non esiste la controparte al femminile, ossia che si nasce uomini e si diventa donne?