Volkswagen, oggi la scelta del nuovo ad. In Borsa il titolo prova a rialzarsi

I controlli anti inquinamento si allargano anche in India dopo lo scandalo scoppiato negli Usa. La casa tedesca prova a ripartire con la scelta di un nuovo ceo

In attesa di conoscere il nome del nuovo ad, il titolo Volkswagen ha aperto in rialzo del 4% alla borsa di Francoforte, dopo che niorni scorsi aveva perso quasi il 40% della propria capitalizzazione per lo scandalo, scoppiato negli Usa, legato alla violazione delle normative anti inquinamento. Il comitato di supervisione del gruppo dovrebbe indicare oggi il nuovo ceo che andrà a sostituire l’uscente Martin Winterkorn. Secondo numerose fonti interpellate dai media nei giorni scorsi, il candidato favorito rimane Matthias Mueller, numero uno di Porsche, la casa che è prima azionista di Volkswagen con il 31,5%.

Dopo Francia, Regno Unito e Corea del Sud, anche l’India ha aperto un’inchiesta sui veicoli Vokswagen in circolazione nel Paese, per scoprire se presentino il software per frodare i controlli sulle emissioni la cui presenza su 11 milioni di auto diesel vendute in Usa ha innescato uno scandalo che ha travolto la casa di Wolfsburg. Secondo il quotidiano economico indiano Mint, il governo di Nuova Delhi ha dato mandato all’Automotive research association of India di effettuare test a tappeto sulle vetture prodotte da Wolkswagen. "Vogliamo scoprire se quel che è accaduto in Usa possa accadere o meno in India", fa sapere una fonte anonima del governo interpellata da Mint. E a chiedere chiarezza è anche l'Australia: "Mi aspetto prima spiegazioni precise da parte di Volkswagen e Audi, poi il governo deciderà la strada da seguire", ha detto il ministro del Territorio e dei grandi progetti, Paul Fletcher.

Consumatori: avanti con la class action

"È indispensabile mettere all’ordine del giorno con la massima urgenza l’entrata in vigore della nuova class action già approvata dalla Camera - evidenziano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef -. Uno strumento indispensabile per tutelare in maniera efficace ed incisiva i cittadini coinvolti e per far ottenere loro i dovuti rimborsi. Se qualcuno preferisce avviare la class action negli Stati Uniti faccia pure... noi vogliamo farla in Italia, con una normativa adeguata ed indispensabile. In questi giorni siamo letteralmente subissati dalle richieste di aiuto dei cittadini che temono di essere coinvolti nella vicenda Volkswagen chi ha acquistato o prenotato uno dei modelli in questione sta manifestando tutta la propria preoccupazione".

"In Germania 2,8 milioni di auto truccate"

Sono 2,8 milioni i veicoli circolanti in Germania coinvolti nello scandalo dei test truccati da parte del gruppo Volkswagen, e fra questi vi sarebbero anche vetture di cilindrata 1.200, inferiore a quanto finora pensato, nonché alcuni furgoni. Lo ha dichiarato il ministro dei Trasporti tedesco Alexander Dobrindt, aggiungendo che le manomissioni sono senza dubbio "illegali".

Commenti

marygio

Ven, 25/09/2015 - 12:31

faranno belle auto ma rischiano un tracollo epocale. voglio vedere quando in borsa quoteranno tra i 40-60€ se faranno ancora gli spiritosi con marchionne....ahhhhhh. e ci va a 40-60....matematico e se basta

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/09/2015 - 12:44

ORA VENDERà PIù DI PRIMA LA WW ALTRO CHE BARACCHE DI FIAT..

marygio

Ven, 25/09/2015 - 12:57

fanno bei vestitini e ti vendono un 20000 di cilindrata vecchio come concezione di 30anni e pure taroccato. hanno chiuso....ahhhhhhhhhhh

Ritratto di welschtirol

welschtirol

Ven, 25/09/2015 - 13:05

Attendiamo i controlli anche per FIAT. Qualche hanno fa avevo una FIAT che consumava 1 kg di olio ogni km. 5000!!!! ... Caro marygio ti ricordo che Marchionne ha portata le sedi legali ed amministrative in Olanda, se ci pensi un attimo la risposta te la dai da solo!!!!

marygio

Ven, 25/09/2015 - 13:41

fiat costruisce in italia e vende in usa . considerato che il dollaro si rafforzerà (la parità è scontata) guadagnerà cifre colossali. lo stesso ragionamento vale per le fabbriche brasile.poi fiat è americana al 100%. e non finisce oggi per fiat anzi questo l'inizo. mentre per i krukki son cavoli amari...amarissimi. bye

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 25/09/2015 - 13:43

India, altro paese pulitissimo...

marygio

Ven, 25/09/2015 - 13:47

a me fanno ridere i detrattori di fiat. marchionne ha trattato con i sindacati usa non con la camusso, lui e non altri( cosa vorrà dire?).... della camusso se strasbatte. il papa da obama in 500...uno spot visto da miliardi di persone a costo...zero.

marygio

Ven, 25/09/2015 - 13:51

e ancora. noi in italia ci sputiamo addosso ma qual'è la banca migliore in europa?....sorpresa...italiana....banca intesa san paolo....ahhhhhhhhhhh

agosvac

Ven, 25/09/2015 - 14:00

Egregio welschtirol, lei ,ovviamente , è tedesco di tirolo pertanto crucco. Io ho avuto per oltre 20 anni una Fiat coupé 16 valvole turbo e per tutti questi 20 anni la mia macchina ha consumato meno di mezzo litro d'olio ogni 20 mila chilometri di percorrenza. Per questi 20 anni la mia macchina è andata in officina solo per i controlli prescritti dalla casa, non ho mai speso una lira per riparazioni. Oggi ho una nuova 500 twin air e, come l'altra, in quasi due anni non ho mai fatto aggiunte di olio!!!!!

Ritratto di Aulin

Aulin

Ven, 25/09/2015 - 14:51

Bidonwagen kaputt. Fiat-Crysler si candida a diventare il primo gruppo del mondo con Toyota come ancella. Poveri mangiacrauti ancora una volta battuti nella guerra dopo qualche battaglia vinta (truccando). Tramonta così un marchio già salvato a suo tempo dal design di Giugiaro. Gli italiani dominano sempre, alla fine.

Ritratto di Aulin

Aulin

Ven, 25/09/2015 - 14:57

agosvac si vede che il mangiacrauti tirolese aveva una Marbella e la guidava sempre a palla. Non s'è accorto che è una Seat del gruppo bidonwagen. E visto che il mangiacrauti non nomina modelli, io dico che ho guidato una bidonwagen che consumava 1 kg d'olio ogni 1000 km. Quindi direi che la spazzatura tedesca è sempre al primo posto delle schifezze.

marygio

Ven, 25/09/2015 - 15:40

VOLKSWAGEN: POLIZIA NORVEGIA AVVIA INDAGINE SU SCANDALO EMISSIONI. ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Ven, 25/09/2015 - 15:47

per le balle che raccontano renzi pitrebbe essere il miglior ad

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Ven, 25/09/2015 - 15:51

mentecatti continuate a comprare le auto tedesche e sputare su quelle italiane... idioti non dapete nemmeno che i motori delle tedesche sono alimentate da sistemi di igniezione brevettati da fiat e rivenduti a bosh che fornisce tutte le auto del mondo. alla faccia della tecnologia tedesca..... ma andate a scopare il mare ignoranti.

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Ven, 25/09/2015 - 16:35

E i soldi che le compagnie automobilistiche hanno intascato con la rottamazione? (Gli sconti sulle auto sparirono quando ci furono gli incentivi). E le auto seminuove che abbiamo buttato via, perche' inquinavano, per acquistarne un'altra con lo stesso inquinamento? E le giornate che non abbiamo potuto circolare per l'eccessivo inquinamento cittadino, causato anche dalle auto nuove? Ed i blocchi totali della circolazione nelle fasce verdi delle grandi citta' per le auto EURO 0/1/2 ?

baio57

Ven, 25/09/2015 - 16:42

Ferdinand Piech ha vinto la guerra interna al gruppo Vw. Non è riuscito a silurare Winterkorn e per questo dimessosi ad inizio 2015 ..... ma ora finalmente il suo delfino Mueller ne prende il posto..... Oscure manovre????????

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 25/09/2015 - 16:58

i crucchi si stanno innervosendo...

Procivile

Ven, 25/09/2015 - 17:13

Quando testeranno tutte le case automobilistiche scopriranno che tutte truccano e quindi non pagherà nessuno. Se dovessero richiamare le auto non le porterebbe nessuno in quanto con la modifica andranno di meno e consumeranno di più. Chi accetterà la modifica: NESSUNO!!!!!!

Ritratto di welschtirol

welschtirol

Ven, 25/09/2015 - 17:18

marygio - continua così. Se VW manderà a casa anche i dipendenti italiani, potresti ospitarli a casa tua, visto che sei così patriota. Alla fine non succederà niente, anzi ...... Non c'è nessuna fabbrica di auto (FIAT comresa) che sai esente da oscure ombre. Oltretutto gli americani non hanno aderito al trattato di Khioto sull'emissione di gas nell'atmosfera. Se poi vai in Cina ci sono città immerse nello smog. Ma forse quello è salubre.

Ritratto di welschtirol

welschtirol

Ven, 25/09/2015 - 17:19

marygio - dimenticavo, dai un occhiata alla borsa, come proceder il titolo VW.

Ritratto di welschtirol

welschtirol

Ven, 25/09/2015 - 17:29

agosvac e agosvac - sono tedesco di tirolo da qualche generazione, sono felice e contento, a differenza Vostra non dò titoli a nessuno. Non guidavo una Marbella ma una Bravo Gruppo Fiat. Comunque libertà di pensiero a chiunque.

Ritratto di michageo

michageo

Ven, 25/09/2015 - 17:48

..."anche l’India ha aperto un’inchiesta sui veicoli Vokswagen in circolazione nel Paese, per scoprire se presentino il software per frodare i controlli sulle emissioni la cui presenza su....." eh già faranno gli indiani!!! come per i ns. Marò di cui lo svanito fiorentino non parla più, preso com'è nell'imbastire l'ennesimo imbroglio ...

Ritratto di michageo

michageo

Ven, 25/09/2015 - 17:53

Al massimo per risolvere il problema , le declasseranno da Euro5 ad Euro 4 .... diminuiranno finalmente i sopravvalutati prezzi e "vissero felici e contenti". Altro che class action per gonzi italiani.

fer 44

Ven, 25/09/2015 - 18:20

welschtirol ! un kg.di olio ogni 5000 km. ????? Guarda che negli anni '60 io avevo un'ALFA GT 1600 che consumava 750 gr. di olio ogni 1000 km.!!!! Poi ho scoperto che tenendo il livello non al massimo, ma a 1/2 il consumo si riduceva a 350 gr. ogni 1000 km. Quelli erano i consumi NORMALI dei motori dell' epoca! Però era una 1600 che faceva i 180 km./h ed io andavo da Varese a Firenze in 3 ore!!!!

fer 44

Ven, 25/09/2015 - 18:27

V_for_Vendetta hai ragione, però INIEZIONE si scrive così e Bosch pure!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 25/09/2015 - 18:43

E noi andiamo a prendere ordini da questi, sarebbe il momento di tirargli il collo ed obbligarli a fare i compiti a casa. Si divertivano allo nostre spalle con i farabutti americani a strozzarci con lo spread e ora i loro compari li hanno fottuti. Ben gli sta.