Zuckerberg, il video fake del papà di Facebook: "Chi comanda i dati ha il controllo del futuro"

In un filmato falso, il ceo afferma di avere il controllo di miliardi di dati personali rubati, ma è solo l'invenzione di due artisti

Mark Zuckerberg afferma, in video, di avere in controllo di miliardi di dati personali rubati. Ma, fermi tutto, è un fake.

Due artisti, Bill Posters e Daniel Howe in collaborazione con Canny AI, una compagnia israeliana di software, con lo scopo di sensibilizzare la pubblica opinione circe le manipolazioni hi-tech, hanno montato un filmato falso in cui il fondatore e ceo di Facebook lascia intendere di controllare i dati rubati di miliardi di persone, dicendo anche "Chiunque controlla i dati, controlla il futuro".

Si tratta di un deepfake, ovvero di uno dei quei video modificati usando la tecnologia e l'intelligenza artificiale che sembra del tutto vero, anche se – appunto – non lo è affatto. In questo caso, il software utilizzato ha preso 21 secondi estratti da un'intervista del papà di Faceook risalente al 2017.

Il video è stato postato su Instagram (di proprietà proprio di Facebook, dal 2012) e lì rimarrà. Già, perché il social network ha reso noto che non ha intenzione di rimuoverlo: "Tratteremo questo contenuto nello stesso modo in cui trattiamo tutta la disinformazione su Instagram", ha dichiarato una portavoce del social a Motherboard, sito specializzato in tecnologia che per primo ha riportato la notizia della video-fake-confessione di Zuckerberg.

Commenti

Divoll

Mer, 12/06/2019 - 19:22

Dalla foto, sembra un alieno. Forse lo e'.