MoTechEco e Automechanika

RomaSulla mobilità sostenibile sono sempre più impegnati le istituzioni, le aziende e i media, ciascuno per la propria conoscenza e competenza. Le energie alternative al petrolio, quelle prodotte direttamente e indirettamente da fonti rinnovabili, occupano il primo posto tra le priorità da considerare per risolvere il problema delle emissioni, soprattutto da anidride carbonica. Ogni occasione di confronto e dibattito è buona per ricercare soluzioni al problema. Come nel caso del MoTechEco, il Salone dedicato alle nuove tecnologie dell’auto a favore del risparmio energetico e del rispetto ambientale, che chiude oggi i battenti alla Fiera di Roma. L’evento si è arricchito quest’anno dell’alleanza strategica con Messe Frankfurt, big fieristico mondiale, che nella circostanza ha promosso Automechanika Roma a beneficio di autoriparatori, produttori e venditori di ricambi e macchinari per l’assistenza all’auto. In pole position a MoTechEco l’alimentazione elettrica, cui riservano interesse anche i distributori di energia e le municipalità. A Roma, Mercedes-Benz ha mostrato il concept BlueZero in versione E-Cell a trazione completamente elettrica. Il pianale ospita le batterie agli ioni di litio che, ricaricabili da una comune presa, permettono un’autonomia di 200 chilometri.
Oltre a Smart Electric Drive, oggetto di un ulteriore positivo test stradale (Enel assicura un pieno a 25 euro/mese), la prima Mercedes elettrica di serie sarà la Classe A in produzione da ottobre. E ancora sul tema va segnalata un’importante novità da Stoccarda: la Classe E BlueTech ibrida, con un 6 cilindri diesel Euro 6 accoppiato a un’unità elettrica, in uscita nel 2011. Altra inedita presenza tecnologica, l’ActiveHybrid X6 di Bmw, leader nel mondo per la produzione più sostenibile. È un’ibrida dotata di un V8 benzina e due elettromotori sincroni per una potenza di 485 cv, in grado di abbattere del 20% consumi ed emissioni.
La casa di Monaco è promotrice dei laboratori didattici riservati alle scuole che, organizzati da Giunti Progetti Educativi, sono finalizzati alla cultura del risparmio dell’energia e dell’ecocompatibilità. C’è anche Renault che, tra il 2011 e il 2012, introdurrà sul mercato 4 veicoli elettrici Z.E., alimentati da batterie agli ioni di litio (in leasing), per un mercato su vasta scala. Fiat e Micro-Vett hanno permesso al pubblico di provare la 500 elettrica, identica al modello standard, ma senza tubo di scappamento. Questo modello raggiunge i 115 orari, ha un’autonomia di 145 km e si ricarica in 7 ore. Giugiaro ha portato a Roma, Quaranta, elettrica costruita in collaborazione con Toyota (un motore a benzina e due elettrici). È avvolta da una fascia scura che ingloba pannelli solari (autonomia di mille chilometri).