Il maxi investimento di 5miliardi di Fca per l'Italia interessa anche Maserati, che pensa all'elettrico

Il brand conferma il piano di investimenti 2019/2021 per l'Italia e annuncia i piani per la gamma di prodotti nuovi. Nel 2020 previsto l'avvio del programma di elettrificazione e la Maserati Ghibli, prodotta a Torino

Alla fine, anche la Maserati sarà elettrica e i piani per la gamma di prodotti nuovi ed elettrificati del celebre marchio bolognese avranno un certo peso, visto che coinvolgeranno diversi stabilimenti: Modena, Cassino e Torino (Mirafiori e Grugliasco). Il brand conferma, quindi, il piano di investimenti 2019/2021 per l'Italia, presentato il 29 novembre a Torino, in linea con il programma di investimenti da 5 miliardi di euro Fca per l'Italia. E annuncia i piani per la gamma di prodotti nuovi, che realizzerà a partire dal 2020 e su cui impegnerà 1,6 miliardi di euro.

Il prossimo anno, dunque, è previsto l'avvio del programma di elettrificazione e la Maserati Ghibli, prodotta a Torino, la prima vettura elettrica ibrida del brand. La prima delle nuove macchine dovrebbe apparire nel 2020: sarà la super sportiva, prodotta a Modena, ricca di tecnologia e rievocativa dei valori tradizionali del marchio. Poi toccerà al Suv, alle supercar eredi delle GranTurismo e GranCabrio.

Secondo quanto riportato da Repubblica, proprio da Modena si tiene a sottolineare che "tutti i nuovi modelli Maserati saranno sviluppati, ingegnerizzati e prodotti al 100% in Italia e adotteranno sistemi a propulsione elettrica ibridi e a batteria in grado di gornire sia elevata innovazione che alte prestazioni, tipiche del Dna del marchio". E ancora: "Tutti i modelli elettrici Maerati combineranno la tradizionale dinamica di guida con la tecnologia elettrica di nuova generazione, offrendo modalità di guida uniche, autonomia estesa e capacità di ricarica ultraveloce".

Come riportato da Fca, successivamente arriverà un nuovo "utility vehicle" Maserati costruito a Cassino e destinato ad avere un ruolo di primo piano, grazie a innovative tecnologie. E sul tema della guida autonoma è ufficiale anche il fatto che tutte le nuove Maserati, compresi i modelli attuali, offriranno diverse soluzioni di questo tipo. Partendo da un livello 2 potenziato, si raggiungerà il livello 3 in grado di offrire una quasi completa indipendenza del veicolo, capace di mantenere la carreggiata e di portare il veicolo ad uno stop di sicurezza sul lato della strada nel caso in cui il conducente non sia in grado di assumerne il controllo.