Volkswagen Polo, restyling e versione cross

Polo MY14 è declinata nelle versioni a bassi consumi BlueMotion, a gestione attiva dei cilindri BlueGT e all terrain CrossPolo. Sicurezza e i sistemi d’infotainment derivano dalla sorella maggiore Golf

Polo MY14 è stata mostrata al Salone Ginevra ma accanto alla versione restyling sono state svelate le nuove versioni BlueMotion, BlueGT e CrossPolo.
Punta tutto sui bassi consumi Polo 1.4 TDI BlueMotion, mossa da un 3 cilindri turbo common rail da 75 cv e accreditata d’una percorrenza media di ben 31,2 km/l a fronte d’emissioni di CO2 di 82 g/km. Il prossimo autunno debutterà la prima BlueMotion con motore a benzina: un 3 cilindri 1.0 TSI, pertanto turbo a iniezione diretta, che pur erogando 95 cv è accreditato di una percorrenza media di 24,4 km/l emettendo 94 g/km di CO2.

Strizza invece l’occhio agli automobilisti più sportivi la raffinata Polo BlueGT a gestione attiva dei cilindri (ACT), mossa dal noto 1.4 TSI portato a 150 cv; il motore è abbinato a un cambio manuale a 6 marce oppure a una trasmissione a doppia frizione DSG a 7 rapporti. La percorrenza media si attesta rispettivamente a 20,8 e 21,3 km/l. La velocità massima è di 220 km/h. Non cambia il sistema ACT: ai carichi bassi e medi il propulsore vede “spegnersi” automaticamente due dei 4 cilindri in linea, a tutto vantaggio del contenimento dei consumi.

E per chi ama spingersi anche dove finisce l’asfalto, ecco la versione all terrain CrossPolo. All’assetto rialzato, alle slitte paracolpi sia all’avantreno sia al retrotreno e alle protezioni lungo paraurti, longheroni e passaruota, abbina inediti colori carrozzeria, sedili sportivi e cerchi in lega dedicati da 17”. CrossPolo può essere equipaggiata con tre motori a benzina e tre Diesel, con potenze comprese tra 75 e 110 cv, omologazione Euro 6, e dotati di tutta la tecnologia disponibile sugli altri modelli.

Davvero notevoli le dotazioni di sicurezza e infotainment, derivate in gran parte dalla sorella maggiore Golf. Contemporaneamente al debutto del restyling diviene disponibile, fatta eccezione per le versioni BlueMotion e CrossPolo, l’assetto Sport Select che, grazie ad ammortizzatori a regolazione elettronica, consente di optare per due diverse tarature delle sospensioni.
Per Polo 2014 sono disponibili poi la frenata anti collisione multipla (il sistema, dopo un impatto, interviene arrestando il veicolo per evitare ulteriori urti), il riconoscimento della stanchezza del conducente (di serie), la frenata d’emergenza in caso di tamponamento imminente e il cruise control adattivo. Derivati da Golf anche i sistemi d’infotainment che, in base agli allestimenti, possono includere streaming audio, connettività Bluetooth, sensori di prossimità (compaiono comandi aggiuntivi nei menu all’avvicinamento della mano), zoom delle mappe con due dita analogamente a tablet e smartphone, radio digitale e, grazie alla tecnologia MirrorLink, App gestibili mediante touchscreen.

Vuoi conoscere tutto sul mondo di auto e moto? Approfondisci su RED Live