Mou, lezione ad Ancelotti Milito e Cambiasso: 2-1

L'argentino colpisce al 3', poi i nerazzurri lasciano campo al Chelsea. Il pareggio nella ripresa con Kalou, ma Cambiasso con un missile da fuori area infila il 2-1 conclusivo

Milano - Il colpo dello scorpione di Milito dopo una manciata di secondi. La sassata (doppia) di Cambiasso subito dopo l'entusiasmo per il pareggio dei blues. Mourinho l'ha preparata bene. E si vede. Ancelotti scende a Milano, nella sua Milano, con la filosofia classica: un pareggio in trasferta all'andata è un toccasana. Ma i nerazzurri trasformano il piatto in piano inclinato già al 3'. E la partita prende la strada segnata dal portoghese fin da subito. Thiago Motta serve profondo per Eto'o, il camerunense controlla non benissimo, ma fa proseguire. Sneijder in area non controlla e lascia a Milito. Il Principe ne combina una delle sue, da arma letale qual è. Da sinistra controlla, frena e rientra sul destro. Cech fa un passo in avanti, fatale. L'argentino lo batte sul primo palo. Tripudio a San Siro. E' già 1-0.

Difesa e contropiede Dopo il gol spunta il Chelsea. Kalou, da destra o da sinistra, prende palla e innesca la miccia di Anelka e Drogba. Al 12' tenta da fuori, ma Julio Cesar (nonostante i due abbondanti lividi sotto gli occhi) blocca facilmente. Tre minuti dopo l'occasione buona capita all'attaccante ivoriano. Punizione potente da 20 metri sopra la barriera: traversa piena. Al 18' è Ballack a impegnare Julio Cesar da fuori area. Poi al 24' ancora Drogba: girata al volo da fuori, ma la palla si addormenta sul fondo. Poca, pochissima Inter. Che dopo il gol commette il peccato di addormentarsi. E allo scadere un intervento di Samuel su Kalou lanciato fa gridare al rigore. Ma Mejuto Gonzalez non fischia nulla. Al riposo i nerazzurri fanno festa.

Gioiello Cambiasso Ancelotti nell'intervallo carica i blues. E al 6' arriva il pareggio. Discesa da slalomista di Ivanovic sulla destra, sterzata al limite dell'area e palla in orizzontale per Kalou. L'ivoriano calcia da fermo a giro sul secondo palo da 20 metri. La palla rimbalza davanti a Julio Cesar, non impeccabile nell'occasione, e si infila all'angolino. San Siro si gela. Ma passano 4' e Cambiasso ristabilisce le distanze. Sneijder crossa dalla destra. Carvalho mette fuori di testa. Cambiasso raccoglie e spara al volo da fuori. Ivanovic respinge, ma la palla torna a Cambiasso. L'argentino spara ancora e stavolta non trova ostacoli. E' 2-1. Il Chelsea prova a scuotersi, ma non ci riesce. Si batte e si sbatte, ma non riesce mai a essere davvero pericoloso. Mourinho toglie Motta e inserisce Balotelli. E con tre punte tiene lontana la minaccia. L'azione più pericolosa al 20'. Anelka scambia rapido con Drogba ed entra in area. Cross basso per Lampard che conclude in spaccata. Ma Julio Cesar salva. Alla fine è 2-1. Mourinho può sorridere, l'Inter tirare un sospiro di sollievo. Da stasera in campionato sarà un po' più dura, con il Milan a -4, ma al ritorno a Stamford Bridge basterà anche un pareggio.