Tra musei e musica: da Pintoricchio alla storia del jazz

Queste le iniziative che la società strumentale della Fondazione Mps, Vernice Progetti Culturali, ha in programma per quest’anno.
Pintoricchio a Siena. In collaborazione con la curatela della mostra in corso a Perugia fino al 29 giugno è stato deciso di realizzare un dvd sulle opere di Bernardino di Betto detto Pintoricchio presenti nel senese.
Archivio di Stato, 150 anni. Il progetto, presentato dalla direttrice dell’Archivio di Stato, Carla Zarrilli, prevede nove iniziative nel corso del 2008 a Palazzo Piccolomini a Siena per celebrare il 150° anniversario della nascita dell’ente senese.
Lindenau Museum di Altenburg. La mostra (15 marzo-6 luglio) è realizzata insieme al Comune di Siena e al Lindenau Museum di Altemburg. L’obiettivo è presentare una poco nota raccolta, consistente di dipinti italiani del periodo gotico e rinascimentale, riunita nella prima metà del XIX secolo in Turingia dal barone Bernhard August von Lindenau.
Biotecnologie: scienza e societá. Il 4, 5 e 6 aprile si terrà a Siena il convegno «La danza delle molecole. Biotecnologie: scienza e società». L’iniziativa, promossa da Comune di Siena, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Siena Biotech, e in collaborazione con Codice. Idee per la cultura, vuole fare conoscere al pubblico non specialista i centri di ricerca in campo biotecnologico del senese.
Fenice International fine arts festival. Il progetto «Fenice», realizzato in collaborazione con il Comune di Poggibonsi, diventa un festival concentrato in cinque/sei giorni nel mese di maggio con una finestra di uno/due serate a ottobre.
Cavalli in movimento. Il progetto (15 giugno-20 agosto) prevede una mostra itinerante in sei posti chiave della città (Piazza Salimbeni, Loggia della Mercanzia, Logge del Papa, Corte di Palazzo Chigi Saracini, Piazza San Francesco, Piazza del Duomo) con sculture in legno e bronzo dell’artista contemporaneo Mario Ceroli.
Jazz Life. La rassegna (15 giugno-15 settembre) è realizzata con la Fondazione Siena e punta a illustrare la storia secolare della musica incisa, in campo jazz, attraverso un percorso utile sia agli specialisti sia ai curiosi.
Arte e follia. La mostra è realizzata con il Comune di Siena e la Fondazione Mazzotta di Milano ed è curata da Vittorio Sgarbi. Si tratta di circa 150 opere fra dipinti e sculture che illustrano il rapporto tra arte e follia attraverso i secoli.