Nessun divieto. Anche i più piccoli potranno ammirare "Avatar"

La commissione ministeriale non ha posto limiti per il nuovo kolossal di James Cameron che uscirà il prossimo 15 gennaio in 900 sale italiane distribuito dalla Fox

Il presidente americano Barak Obama ha rischiato qualche punto di percentuale nei consensi solo per permettere alle sue due figlie di ammirare il kolossal del momento. «Avatar» di James Cameron negli Stati Uniti ha già alle spalle tre settimane di programmazione e incassi da record. Tutti lo vogliono vedere. Peccato, però, che laggiù il film sia vietato ai minori di 14 anni non accompagnati. Ed è così che, durante le vacanze di Natale, il presidente Obama ha scortato personalmente i suoi «gioielli» nella sala delle Hawaii dove programmavano il film.
Una scena simile, da noi, non sarà necessaria. Il film ha ricevuto il placet della commissione ministeriale. Nessun limite. Il film sarà disponibile per tutti.
Intanto il distributore italiano fa sapere che «Avatar» sarà distribuito in 900 copie. Una cifra record che dimostra quanto siano alte le aspettative per il nuovo kolossal firmato James Cameron.
L'uscita è stata confermata per venerdì 15 gennaio. Un ritardo di un paio di settimane sul resto del vecchio continente grazie alle pressioni dei produttori italiani preoccupati della tenuta dei cinepanettoni.