Nicola, il volto nuovo della migliore ristorazione abruzzese

Sono trascorsi due anni dall’Abruzzo regione ospite a Identità Golose a Milano e le novità non mancano perché a Pescara il Caffè Les Paillottes sembra avere trovato personalità e sicurezza, Elodia a Camarda, una frazione di L’Aquila, ha una nuova sede (e nuovo sprint) dopo che quella storica è stata distrutta dal terremoto e l’Angolo d’Abruzzo, a Carsoli, una diversa qualità da quando comandano i giovani Valentina e Valerio Centofanti. Non basta: è uscito da Giunti il libro di Niko Romito, Niko semplicità reale, curato da Gigi e Clara Padovani.
E che bella e fresca sorpresa è stata la visita al Metrò, quasi sul mare di San Vito, il primo paese che si incontra arrivando dal Molise. Insegna comodissima uscendo al casello di Vasto Sud, venne aperta da Domenico Fossaceca trent’anni fa. Deve il nome, Al Metrò, perché partecipò agli scavi della metropolitana di Roma. Attenzione però: era una pasticceria. Un lustro fa i figli (Nicola in cucina e Antonio in sala e cantina) hanno rimpicciolito il passato e fatto spazio per il nuovo, un ristorante di pesce.
Nicola ha ventisei anni, un sorriso da ragazzino e una mano leggera e sicura. Non scimmiotta, bada a lavorare senza perdersi in vuoti proclami. Attenti a non parcheggiare davanti alla pizzeria accanto e concedetevi con fiducia ai ragazzi Fossaceca. La carta dei vini è originale, ricca di bollicine e di bottiglie bio, e quella dei cibi un inno al mare, elegante e ben lontano da quelle abbuffate che caratterizzano tanti posti lungo le coste dove si fatica ad allontanarsi da antipasti self service, spaghetti allo scoglio e grigliate miste.
Lì si vola alto con Purè di patate con alici crude affumicate, Seppie e peperoni arrosto, Sgombro in scapece espressa, Cicoria e cicale di mare, Baccalà su panecotto, Spaghetti aglio olio peperoncino e frutti di mare, Linguine vongole e zafferano (troppo intensa la riduzione del sughetto), Fusilli frutti di mare e peperoncino, Dentice d’amo ai porcini, Pere mele e melograno, Pizza dolce, Tiramisù al pane raffermo. Un percorso davvero splendido.
PM
paolo.marchi@ilgiornale.it