Una nidiata nerazzurra in panchina con il Siena

Per l'ultima di campionato contro il Siena, in panchina con Toldo e Quaresma ci sarà un manipolo di ragazzi: Donati, Stevanovic, Crisiteg, Alibec e Arnautovic.

Emergenza Inter. L'intervento in artroscopia al ginocchio cui è stato sottoposto Marco Materazzi, dopo il terribile incidente a Cristian Chivu, la cessione di David Suazo, la partenza di Patrick Vieira e il prestito di Amantino Mancini al Marsiglia, ha ridotto all'osso la rosa dell'Inter. Per l'ultima di campionato contro il Siena, in panchina con Toldo e Quaresma ci sarà un manipolo di ragazzi: Donati, Stevanovic, Crisiteg, Alibec e Arnautovic. Giulio Donati, più che promettente difensore classe 1990, è un prodotto del settore giovanile della Lucchese, svincolato, ha firmato un triennale. Il serbo Alen Stevanovic è entrato all'Inter dopo un periodo di prova di 10 giorni alla Pinetina sotto gli occhi dei responsabili del settore giovanile e dello stesso Josè Mourinho. Nato a Zurigo nel gennaio del 1991 da genitori emigrati in Svizzera è addirittura paragonato a Zidedine Zidane per talento e creatività. Lorenzo Crisetig è friulano classe 1993 di Scrutto di San Leonardo di Cividale. A poco più di 16 anni Josè Mourinho lo ha fatto esordire, per un quarto d'ora, nel match amichevole di questa estate contro la nazionale del Bahrein. Denis Alibec è un attaccante rumeno classe'91 prelevato dall'FC Farul Constanta. Assistito dai celeberrimi fratelli Becali in patria era paragonato a Van Basten. Di Marko Arnautovic sappiamo tutto, è l'amico di Balotelli che mercoledì ha provato l'ebrezza della serie A contro il Chievo.