In Nissan Micra atto quinto l'hi-tech è proprio per tutti

Dotazioni di serie esclusive nel segno della visione «Intelligent Mobility». In attesa della svolta ProPilot

Piero Evangelisti

Arriverà a fine marzo in Italia (porte aperte nel weekend 25/26 marzo) la nuova Nissan Micra, quinta generazione della city-car che punta a ripetere l'exploit della seconda serie che si aggiudicò il titolo di «Car of the Year 1993», prima auto giapponese a ottenere questo importante riconoscimento in Europa. Lunga 4 metri, larga 1,74 e alta 1,45, nuova Micra conserva la carrozzeria di berlina a due volumi e 5 porte, ma rispetto alla serie che l'ha preceduta rappresenta una vera rivoluzione (progettata in Europa, è costruita negli stabilimenti Renault di Flins) e punta a stupire ancora una volta con soluzioni tecnologiche di avanguardia che, nella maggior parte, non si trovano su vetture di questa categoria, senza dimenticare che ai propulsori a benzina da 73 e 90 cv torna ad affiancarsi una motorizzazione diesel 1.5 dCi da 90 cv. Realizzata su un telaio dotato di raffinati sistemi come l'Intelligent Ride Control e l'Intelligent Trace Control, che influiscono positivamente su beccheggio e stabilità di marcia, la quinta generazione di Micra è anche la nuova ambasciatrice nel segmento B della visione Intelligent Mobility di Nissan, annunciata al Salone di Ginevra a marzo del 2016, che si basa su tre pilastri: Intelligent Power, un impegno a creare propulsori avanzati e attualmente rappresentati dal motore elettrico come quello presente su Leaf Intelligent Integration, che consiste nel favorire una maggior interazione tra veicoli e società attraverso una migliore connettività Intelligent Driving, per una maggiore sicurezza di guidatore, passeggeri e altri utenti della strada grazie a tecnologie avanzate.

In un futuro molto prossimo, Nissan lancerà sul mercato la tecnologia di guida autonoma ProPilot, primo punto di arrivo della mobilità intelligente secondo la Casa giapponese. Già adesso, a disposizione dei clienti della nuova compatta di Nissan ci sono: avviso e prevenzione del cambio di corsia involontario (per la prima volta su una Nissan in Europa); sistema di frenata d'emergenza intelligente disponibile di serie su tutte le versioni che, con il Safety Pack, include una tecnologia di riconoscimento dei pedoni; riconoscimento della segnaletica stradale, che permette al guidatore di sapere sempre il limite di velocità sulla strada che sta percorrendo; fari abbaglianti automatici; Intelligent AroundView monitor, videocamera panoramica a 360° che aiuta nelle manovre; sistema di copertura degli angoli ciechi. La dotazione standard cresce salendo tra gli allestimenti (cinque, da Visia a Tekna) di Nissan Micra sulla quale molte delle nuove funzionalità possono essere controllate utilizzando il sistema di infotainment collocato in alto al centro del cruscotto. Il più avanzato tra questi è il NissanConnect, offerto di serie su Tekna e N-Connecta, e come optional su Acenta. Su quest'ultima è disponibile come standard il sistema di infotainment Display Audio, mentre Visia+ è equipaggiata con la versione entry level. NissanConnect offre un display a colori multitouch da 7, radio DAB digitale, navigatore satellitare e app in stile smartphone. Informazioni chiave sull'auto e sul viaggio sono disponibili per il guidatore attraverso un display TFT a colori da 5, collocato nel quadro strumenti tra contagiri e contachilometri. Un'ultima chicca: l'impianto audio è stato realizzato da Bose appositamente per questa nuova Micra.