«No ai rifiuti di Roma nel parco»

Città metropolitana di Sala autorizza la discarica vicino a Rho. Proteste ed esposti

La batosta ai residenti che vivono (in qualche caso) a poche centinaia di metri dal parco del Roccolo o comunque nei Comuni di Casorezzo, Busto Garolfo e Inveruno adiacenti alla «zona rossa» (ma la distanza da Rho o Legnano, per dire, è di pochi chilometri) è arrivata venerdì scorso. Le contromosse di ambientalisti politici potrebbero scattare già oggi, mentre il sindaco di Milano Beppe Sala presiederà il Consiglio Metropolitano, sotto forma di esposto in Procura o ricorso al Tar.

É stata l'ex Provincia infatti tre giorni fa a dare parere positivo alla discarica di rifiuti «non pericolosi» nelle cave all'interno del parco del Roccolo. La società Solter potrebbe partire anche a ottobre, comunque entro fine anno. I tecnici della Città metropolitana hanno dato l'ok attraverso la Via (valutazione di impatto ambientale) «non tenendo in minima considerazione il parere tecnico contrario della Regione: è un parere non vincolante ma ha comunque una sua autorevolezza, e questo segna un brutto precedente nei rapporti tra le istituzioni» tuona il vicepresidente del consiglio regionale Fabrizio Cecchetti. L'esponenet della Lega valuta di presentare «a livello personale» un esposto alla Procura. Cecchetti si è sfogato anche su Facebook: «Sala manda nel parco la spazzatura dell'emergenza di Napoli e Roma senza tenere conto della Regione, è una vergogna».