Norvegia, Breivik torna sul luogo del massacroMa non mostra rimorsi

Breivik, riportato ieri dalla polizia sull'isola di Utoya, ha ricostruito il massacro in cui il 22 luglio ha ucciso 69 persone. La polizia: "Il sospettato non ha dimostrato di essere inalterabile tornando a Utoya"

Oslo - Anders Behring Breivik, riportato ieri dalla polizia sull'isola di Utoya, ha ricostruito il massacro in cui il 22 luglio ha ucciso 69 persone. Secondo quanto riferiscono oggi gli ufficiali, nel tour di otto ore sull'isola Breivik ha ripercorso la carneficina nei minimi dettagli. "Il sospettato - ha commentato il procuratore Paal-Fredrik Hjort Kraby - non ha dimostrato di essere inalterabile tornando a Utoya, ma non ha mostrato alcun rimorso".

Sul luogo del massacro Le immagini della ricostruzione pubblicate dal quotidiano norvegese Vg mostrano Breivik simulare gli spari nell'acqua, dove i giovani che stavano partecipando al campo estivo del partito laburista sull'isola cercavano di scappare. L'operazione è stata difesa da una massiccia presenza di sicurezza per evitare tentativi di fuga dell'attentatore e per proteggerlo da eventuali assalti.