Nostra Signora di Montserrat

Uno dei più famosi santuari mariani di Spagna è quello di Montserrat, detto anche «la perla di Catalogna». Molte sono le donne spagnole che portano, come nome di battesimo, Monserrat. L’origine del santuario si perde nei secoli. Tutto cominciò con l’invasione della penisola iberica da parte dei musulmani d’Africa. Man mano che gli arabi avanzavano, i cristiani cercavano di mettere al sicuro quel che avevano di più caro in tema di fede. Accadde così che, verso l’anno 800, nella zona del’'attuale Manresa alcuni cristiani decisero di nascondere l’immagine di una Vergine Nera che da tempo si venerava da quelle parti. Per sottrarla a possibili profanazioni, seppellirono la statua nella montagna. La Riconquista della terra iberica ai musulmani impegnò i cristiani per gli otto secoli successivi. Durante tutto quel tempo ci si dimenticò della statua sepolta. Fino alla notte in cui una strana pioggia di stelle sembrò convergere verso un punto preciso della montagna. Poiché il singolare fenomeno si ripeté per diverse notti di seguito, alcuni pastori che ne erano stati testimoni oculari andarono ad avvertire le autorità civili e religiose di Manresa. Fu scavato nel punto indicato dalle stelle e si trovò la statua dimenticata. Il ritrovamento fu considerato miracoloso e una folla di fedeli, autorità in testa, portò la statua in processione verso la città. Ma quando il corteo raggiunse il posto dove adesso sorge il santuario, la statua divenne così pesante che non si poté più smuoverla. Lì venne dunque costruita la prima chiesa, con accanto un monastero benedettino.