Nove secoli di lotte sanguinarie

1169 Invasione anglo-normanna dell’Irlanda
1608-1610 Colonizzazione dell’Ulster a opera di protestanti anglo-scozzesi
1649-1653 Cromwell riconquista l’intera Irlanda. Leggi penali contro irlandesi e Chiesa cattolica
1690 Il protestante Guglielmo III d’Orange sconfigge il cattolico Giacomo II. La battaglia sul fiume Boyne è rievocata ogni anno dai protestanti (Unionisti)
1800 Union Act del governo britannico, che sopprime il parlamento di Dublino. L’Irlanda è annessa al Regno Unito
1858 Nasce l’Irb (Irish republican brotherhood)
1916 Rivolta di Pasqua organizzata dall’Irb. Proclamata la Repubblica d’Irlanda. Gli insorti si arrendono
1919-1921 Guerra d’Indipendenza. Nasce il Parlamento irlandese. I Volontari irlandesi, diventati Esercito repubblicano irlandese (Ira), scatenano la guerra d’Indipendenza
1921 Trattato di pace anglo-irlandese: 6 contee nord-orientali restano al Regno Unito; le altre 26 formano lo Stato Libero d’Irlanda
1922-1923 Guerra civile nelle 26 contee irlandesi tra sostenitori e oppositori del Trattato. Vittoria dei sostenitori
1937 L’Irlanda proclama l’indipendenza
1968-1969 Nasce il Movimento pacifico per i diritti civili nell’Ulster
1969 Londra manda l’esercito nell’Irlanda
del nord
1971 Il governo britannico decide l’internamento preventivo senza processo dei presunti terroristi
30 Gennaio 1972 Bloody Sunday: paracadutisti britannici uccidono a Derry 14 dimostranti disarmati. A Dublino la folla rade al suolo l’ambasciata britannica
1979 Nell’imboscata di Warrenpoint muoiono 18 soldati inglesi; Lord Mountbatten, zio della Regina, viene ucciso in un attentato
1994 L’Ira proclama un cessate il fuoco unilaterale
1996 L’Ira riprende gli attacchi armati
1998 Accordi del Venerdì Santo. Nascono un parlamento e un governo nord-irlandesi. In agosto un’autobomba dell’Ira uccide a Omagh 29 persone
2000 Sospesa l’assemblea dopo il rifiuto dell’Ira di provare il disarmo
2002 In seguito al sospetto della polizia che lo Sinn Fein trasmetta informazioni riservate all’Ira,
la devoluzione è di nuovo sospesa
2005 L’Ira proclama
la fine della lotta armata