Fra le novità i nutraceutici per animali

Integratori, mai più senza. Così la pensano gli italiani: tra probiotici e sali minerali, il settore del benessere alimentare non conosce crisi, anzi è in costante crescita. Che il confine fra alimenti e farmaci non sia sempre netto d'altronde è noto fin dall'antichità, passando per le «classiche» vitamine della nostra infanzia, fino ai nutraceutici dei nostri giorni, un mix, come dice la parola, tra nutrienti e farmaci. Un mercato, dunque, in piena espansione: nel 2018 è arrivato a 3,5 miliardi di euro, il 5,3% in più rispetto al 2017. Ma per sperimentarne gli effetti benefici è fondamentale rivolgersi a produttori seri ed affidabili e scegliere prodotti sicuri ed efficaci. Non a caso, otto acquisti su dieci in questo campo avvengono in farmacia: segno che il consumatore preferisce affidarsi al consiglio dell'esperto, anziché al passaparola o alla pubblicità. Ecco perché Cosmofarma accende i riflettori sul tema, con la Nutraceuticals Conference by NUCE, dedicata a medici e farmacisti, ma anche a ricercatori e esponenti delle aziende del settore. Venerdì 12 aprile si comincia da «Nutraceutici e prospettive: tra benessere e Terapia». Altro tema importante, l'integrazione alimentare di genere, dai prodotti specifici per le donne in gravidanza agli anti-invecchiamento dedicati agli anziani. Si parlerà inoltre di come educare il paziente all'uso corretto dei nutraceutici, durante la sessione «Nutritional Coaching: il ruolo del farmacista». Un focus sarà dedicato ai «Probiotici 3.0: le frontiere inesplorate e le applicazioni inespresse» dei benefici microorganismi. Infine, «Nutraceutica in veterinaria: news per il pet corner in farmacia», dedicato alle novità per la salute e il benessere dei nostri amici animali.

LVer