Oggi e domani si vota per il rinnovo di numerose amministrazioni comunali nelle cinque province della nostra Regione: in centinaia di migliaia alle urne Le sfide «clou» a Latina, Frosinone e Rieti In provincia di Roma gli scontri più importanti a Civit

(...) Chiamati alle urne nell’intera provincia sono 76.808 elettori, 39.637 donne, 37.171 uomini, 5.126 residenti all’estero.
A Frosinone sono 40.123 gli aventi diritto al voto e devono scegliere tra cinque nomi candidati a sindaco. Il centrodestra ha candidato Adriano Piacentini, supportato da sei liste: Udc, Alleanza nazionale, Forza Italia, Movimento sociale-Fiamma Tricolore, Frosinone Futura, Movimento per le autonomie. Il centrosinistra ha puntato sul vicesindaco uscente Michele Marini con 10 liste: l’Ulivo, La Sinistra, Sdi - Unità sociale, Udeur - Popolari, Italia dei Valori, Giovani Leoni, Democrazia cristiana, Terzo Polo, Michele Marini Sindaco e Lista Tucci per Marini Sindaco. Riccardo Mastrangeli invece è supportato da tre liste: Dc per le autonomie, Lista per Frosinone e L’Italia di Mezzo. Ivan De Santis è appoggiato da una lista: Alternativa Verde; così come il quinto candidato Maurizio Tivinio, appoggiato da Alternativa per Frosinone. Oltre al capoluogo, solo Ceccano supera i 15mila abitanti e quindi con possibilità di ballottaggio.
Nel comune ciociaro sono sette i candidati che si contendono la poltrona di primo cittadino. Si tratta del sindaco uscente Antonio Ciotoli appoggiato da un vasto schieramento di centro sinistra, il centro destra invece si è spaccato su tre nomi: Mario Sodani (Udc), Antonio Aversa (Forza Italia e Azione Sociale), Massimo Ruspandini (Alleanza nazionale-Democrazia cristiana, Fiamma Tricolore e l’Altra Ceccano). La lista Italia di Mezzo propone come sindaco Alessandro Battista, mentre due liste civiche, La Spiga e «Per la Gente», supportano Angelino Stella. Domenico Aversa è supportato dalla lista Movimento per la sinistra.
Al voto anche i cittadini di Cervaro che dovranno scegliere tra il sindaco uscente Ennio Marrocco e lo sfidante di sempre Giuseppe Canale. Pofi ha invece 4 candidati Maurizio Rinaldi, Achille Pulciani, Ennio Bove e Sandro Achille Torti. Due i candidati a San Giovanni Incarico, il sindaco uscente Giuseppe Petrucci e il consigliere provinciale e già sindaco Antonio Salvati. Due candidati anche a Picinisco: Giancarlo Ferrera e Erminio De Marco. A San Biagio Saracinisco la poltrona di sindaco è contesa invece tra Giuseppe Paolillo e Dario Iaconelli.
Viterbo. Questi i comuni della Tuscia dove si vota: Tarquinia 13.586 elettori di cui 6.658 maschi, 6928 femmine; Ronciglione 7.004 di cui 3.397 maschi, 3.647 femmine; Montalto di Castro 6.898 di cui 3.373 maschi, 3.525 femmine; Capranica 4.925 di cui 2.411 maschi, 2.514 femmine; Castel Sant’Elia 1924 di cui 938 maschi, 986 femmine; Latera 935 di cui 467 maschi, 467 femmine; Barbarano Romano 848 di cui 433 maschi, 415 femmine. Questi i numeri degli elettori dei comuni in provincia di Viterbo che oggi e domani si recheranno alle urne per il rinnovo delle amministrazioni locali.
Sette comuni interessati per un totale di oltre 36mila persone di cui oltre 17mila uomini e più di 18mila donne. Trentotto seggi aperti in totale su tutto il territorio della Provincia.
Rieti. Cinque gli sfidanti alla poltrona di sindaco: il primo cittadino uscente, Giuseppe Emili, in lizza per il centrodestra (Lista civica per Rieti, An, Partito repubblicano, Pensionati, Udc, Fi, Fiamma Tricolore, Democrazia cristiana per le autonomie, Nuovo Psi), il candidato per il centrosinistra Gaetano Papalia (Psdi, Controvento, Ulivo, Prc, Sdi, Idv, Udeur, Verdi per la Pace, Lista Civica Nuova Rieti per Papalia, Pdci), Giovanni Bernardinetti candidato della Democrazia cristiana, Nazzarena Desideri candidata dal Partito comunista dei lavoratori e Paolo Tigli candidato per la lista civica Rieti Viva. I candidati con maggiori probabilità di arrivare ad un ballottaggio sono Papalia ed Emili.