Ogni anno 180 borse di studio a studenti italiani e stranieri Il Master Medea della Scuola Mattei

Sono circa 180 le borse di studio assegnate mediamente da Eni ogni anno a studenti italiani e stranieri. Si tratta di un impegno rilevante che traduce in pratica il valore che Eni annette al merito. È un impegno che trova origine storica nella volontà di Enrico Mattei, che già nei primi anni di vita di Eni investì in maniera significativa sulla formazione e sul merito. Mediamente circa 50 di queste borse di studio sono assegnate per la partecipazione al Master Medea della Scuola Mattei. Quest'ultima viene costituita nel 1957 da Mattei stesso con il nome di Scuola di Studi Superiore sugli Idrocarburi ed è la prima business school italiana dedicata anche a stranieri. La scuola, rinominata Scuola Mattei nel 1962, è oggi parte integrante di Eni Corporate University ed esprime il forte interesse di Eni nei confronti della formazione, insieme a una notevole originalità nell'approcciare questo tema, sia per l'interdisciplinarietà sia per la provenienza della maggior parte degli studenti dall'estero (più di 110 le nazionalità degli oltre 2.800 studenti formati, di cui il 55% stranieri).
Il numero più significativo di borse di studio sono assegnate per la frequenza di master e percorsi formativi su tematiche di interesse «oil & gas» in partnership con università prestigiose in Italia e all'estero (come Politecnico di Torino, Politecnico di Milano, Bologna, Pisa, Oxford University e Mit). Sono borse di studio assegnate a seguito di rigorose selezioni a studenti italiani e stranieri, realizzate a seguito di bandi pubblici. Seppur numericamente contenute, assumono un significato particolare le 5 borse di studio che sono annualmente a giovani studenti africani nell'ambito di un accordo in essere con Oxford University.