Ogni giorno sono tremila i malati neoplastici assistiti dall’associazione fondata da Pannuti

Quest'Italia confusa, disorientata, pasticciona, sa offrire anche qualche dimostrazione di altruismo e di serietà. Ci riferiamo, in particolare, all'Ant, la nota onlus che assiste a domicilio e gratuitamente i malati di cancro. Mentre tutti partono per le vacanze, i medici, i radiologi, gli psicologi, gli infermieri di questa benemerita associazione restano accanto ai pazienti oncologici, assicurando loro tutte le cure necessarie. L'Associazione Nazionale Tumori(Ant) è stata fondata nel 1978 da l professor Franco Pannuti, primario di oncologia all'ospedale Sant’Orsola, e da dodici cittadini che già si occupavano di salute pubblica. L'idea (rivoluzionaria) era quella di garantire ai malati di tumore un'assistenza completa clinica, farmacologica, psicologica - ventiquattro ore su ventiquattro. Pannuti, già nel 1978, aveva progettato gli ospedali a - domicilio che sarebbero diventati una realtà negli anni successivi. L'iniziativa, accolta con favore dalla comunità scientifica , ha moltiplicato il numero degli assistiti: fino ad oggi sono più di ottantamila, con una media giornaliera di tremila interventi. Nei mesi estivi, vengono curati anche i pazienti oncologici dimessi dai reparti chiusi per ferie.
All'Ant la parola ferie non viene mai pronunziata: si lavora durante il giorno di ferragosto. La forza è composta da 400 professionisti, che sono in grado non solo di curare i malati ma anche di alleviare i disagi dei loro familiari. Dal 2002 esiste la Fondazione Ant (Bologna, via Jacopo di Paolo 36) che ha lanciato il progetto Eubiosia per una vita migliore. Eubiosia si occuperà di melanoma, di tumori femminili e di patologie tiroidee con visite gratuite in 32 province italiane. I donatori, che aumentano ogni giorno, possono consultare il sito www.ant.it; coloro che hanno bisogno di cure possono telefonare (giorno e notte) al numero 051 -7190111.