Patti Loveless e Craig Morgan: i mille volti del suono country

Per la Ventiduesima edizione la «Country Night» di Gstaad, in Svizzera, si rivela degna del suo nome. Per gli show dei prossimi 10 e 11 settembre mette in cartellone (unici concerti in Europa) tre artisti americani che di certo soddisferanno tutti i gusti: la veterana Patty Loveless, il neotradizionalista Craig Morgan e la giovanissima country rocker Miranda Lambert. Patty Loveless vanta il palma res più consistente: 16 album, 3 dischi di platino, 2 dischi d’oro. Artista versatile e raffinata, è passata dal country pop degli esordi al neotradizionalismo del suo periodo più fecondo (anni ’90) fino al bluegrass del recente cd Mountain Soul II prodotto l’anno scorso dalla Saguaro Records) con un talento con pochi eguali a Nashville. Craig Morgan, nativo del Tennessee, e la texana Miranda Lambert (46 e 27 anni rispettivamente) assicurano invece la presenza del country di ultima generazione, quello che va forte nelle classifiche, nelle radio americane e nei concerti, seguiti da frotte di fan giovanissimi. Carrie Underwood e Taylor Swift insegnano. Più tradizionale Morgan, voce robusta e piena d’orgoglio americano (dieci anni nell’esercito non si cancellano), miglior nuovo artista country maschile nel 2006 e nel 2007 ed una media di 200 concerti l'anno. Più anticonvenzionale e rockettara la Lambert, stella in ascesa con tre premi vinti agli ultimi ACM Awards (miglior voce femminile, album e video dell’anno) per informazioni sul festival: www.countrystateline.com e www.countrynight-gstaad.ch/pages/