Le più fascinose della politica? Sono tutte quante repubblicane

Il Grand Old Party del Minnesota usa in campagna elettorale un video messo assieme dal webmaster del partito e cliccatissimo su YouTube: mostra sexy donne di destra e inguardabili avversarie. Scoppia il caos e il filmato viene rimosso

Washington - Questa volta l'ha fatta grossa. Il responsabile del sito repubblicano on line del Senato del Minnesota sta tentando di fare marcia indietro spiegando che è stato uno scherzo…… ma le donne democratiche tacciate di carampane e paragonate ai sex symbol del partito repubblicano non gliela perdoneranno.

Il fulmine a ciel sereno è scoppiato a causa di un video pubblicato su YouTube dal webmaster del Gop Randy Brown. Nel video, al ritmo di «She is a Lady» sussurrata da Tom Jones, vengono messe in passerella le bellezze repubblicane tipo Bo Derek, Laura Ingraham, Ann Coulter, Janine Turner e la star del partito Sarah Palin. In seconda battuta, mentre Baha Men urla «Who let the dog out?» si vedono fotografie distorte di donne democratiche fra cui Helen Thomas, Janet Napolitano, Michelle Obama, Hillary Clinton, Madelein Albright, Nancy Pelosi e Teresa Kerry.

A 24 ore dalla pubblicazione YouTube ha censurato il video “offensivo”, ma la polemica è destinata a sfociare in una guerra delle donne brutte (democratiche) contro le belle (repubblicane).
Le femministe sono sulle barricate: l'idea che Condi Rice sia un sex symbol mentre Michelle Obama un cane non è piaciuta. Molte donne repubblicane, rifiutano di fare commenti. Probabilmente tutte si sforzano di non ridere in pubblico. Alcune hanno condannato la bravata. La candidata repubblicana alla camera Andrea Kieffer è stata fra le prime persone a chiedere a YouTube di censurare il video. «È stato un tentativo giovanile di fare marketing - ha spiegato - su cui però non si può passare sopra».

«I giorni in cui una donna veniva giudicata per il suo aspetto anziché per la propria competenza dovrebbero essere fuori moda da almeno tre generazioni - ha commentato il presidente del partito democratico del Minnesota Brian Melendez - ma con ogni evidenza i repubblicani vogliono riportarci a quelli che loro considerano i bei tempi».

Il presidente del Gop del Minnesota Joe Salmon non accetta l'idea che il suo partito abbia offeso le donne democratiche. «È spiacevole - ha detto - vedere che i democratici non hanno un minimo senso dell' umorismo».

«Disgustoso, sessista, ma anche disonesto e vigliacco - si legge in un commento on line -. Come si può spiegare l'idea di pubblicare immagini di donne repubblicane in abito da sera, appena uscite dal parrucchiere e fotografie manipolate di donne democratiche dove ad una hanno fatto gli occhi strabici, all'altra hanno arruffato i capelli ad una terza hanno fatto un'incredibile smorfia, lasciando ovviamente fuori le decine di belle attrici che da sempre fanno campagna per il partito democratico? Colui che ha creato questo video deve essere licenziato in tronco».

«Non avevo intenzioni malevole - ha scritto il webmaster Randy Brown - volevo solo far sorridere qualcuno ed irritare qualcun altro. Chi non possiede il senso dell'umorismo non se la può prendere con me».

Ciò che adesso l'opinione pubblica si aspetta è un commento di Sarah Palin e Michelle Bachman, ambedue protagoniste del video per il settore vamp. Le due signore che si vantano d'essere mama grizzlies, ovvero mamme orse per qualche che riguarda la difesa dei figli, i diritti delle donne, la guerra contro il sessismo e fanno campagna elettorale sventolando i loro principi dovrebbero intervenire… o rimarranno in silenzio contente d'essere elencate fra le belle?