Dalla Piaf alla Betti, per un revival d’autore

Claudio Fontanini

È uno degli appuntamenti più popolari dell’Estate Romana. Si svolge in uno scenario mozzafiato e offre da dieci anni spettacoli di richiamo e serate di nicchia all’insegna della qualità. Prenderà il via il 3 luglio la nuova edizione di «FontanonEstate», la rassegna di teatro, musica e danza organizzata dal Comune di Roma in collaborazione con l’Istituto Studi per lo Spettacolo con la direzione artistica di Lydia Biondi e Maria Luisa Bigai.
Cosa vedremo sulla meravigliosa terrazza del Gianicolo fino al 3 settembre? Ce n’è davvero per tutti i gusti e non è facile districarsi tra le mille proposte del variegato cartellone. Si comincia con «L’altro Tango», interessante seminario di tango argentino condotto dalla regista e coreografa Silvia Vladimivsky e rivolto ad attori, ballerini e cantanti professionisti e a quanti intendano avvicinarsi alla sensuale danza. Si passa poi da una coinvolgente serata di melodie afroamericane cantate dal solista Timothy Martin («Amazing Grace Gospel Choir» il 13 e 14 luglio) al doppio recital di Donatella Pandimiglio («A piedi nudi nell’anima» il 17 e 18 luglio) che viaggia tra canzone popolare romana, napoletana e d’oltreoceano; da «Laura allo specchio» (21 e 22 luglio) di e con Fatima Scialdone nella quale l’autrice e interprete ripercorre in un concerto-omaggio ad un anno dalla sua scomparsa, il repertorio musicale di Laura Betti attraverso le canzoni scritte per lei da Pasolini, Arbasino, Fortini e Flaiano a «Wanted! (un anno di) storie di taglia, ovvero il comune senso del furore», il nuovo spettacolo di Daniele Formica in scena il 23 e 26 luglio nel quale l’irriverente comico analizza i vizi e i malesseri della nostra società partendo da Epicuro. E poi ancora, tra gli altri, «Emma Zunz» (27 e 28 luglio) dal racconto omonimo di Jorge Luis Borges, «Signorina Silvani-Signora prego!» di e con Anna Mazzamauro (29 luglio) che ripercorre il mito del suo personaggio più famoso, «Pirandello-Abba, frammenti» (30 luglio) con Ennio Coltorti e Adriana Ortolani in una messinscena epica ed emozionante che rappresenta l'enigmatico carteggio dei due personaggi, «Caro Nonno...», toccante e divertito omaggio ad Aldo Fabrizi della nipote Cielo Pessione Fabrizi (31 luglio), «Grido d’amore-Edith Piaf» (3 e 4 agosto), «La fortuna con la Effe maiuscola» di e con Antonello Avallone (dal 7 al 13 agosto) e «Buongiorno Contessa» con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini (21 e 22 agosto).
E per gli amanti delle chiacchiere e della buona tavola l’appuntamento è all’accogliente ristoro collocato accanto alla Fontana del Gianicolo e divenuto negli anni un vero e proprio punto d’incontro culturale.