Via a un piano di vaccinazioni per ridurre il rischio polmonite

La polmonite è la principale causa di morte nei bambini di tutto il mondo. Tuttavia, questa malattia non è limitata a neonati e bambini. Le persone adulte, over65, sono fortemente a rischio di contrarre questa patologia a causa di una riduzione delle difese immunitarie dovuta all'età o alla presenza di malattie croniche cardiache, respiratorie ed epatiche, rischio che aumenta con l'avanzare dell'età.
Per questo l'industria farmaceutica Pfizer conferma il suo impegno a collaborare con le autorità sanitarie di tutto il mondo per incrementare l'informazione su questo grave problema di salute e sottolineare l'importanza delle misure di prevenzione oltre a facilitare l'accesso a questo importante vaccino per tutte le persone a rischio di malattia.
Lo scorso luglio Pfizer ha siglato un nuovo accordo con l'Unicef per fornire un totale di 740 milioni di dosi di Prevenar 13 a favore dei paesi più poveri del mondo ad un prezzo ridotto fino al 2025. L'azienda distribuirà al Fondo delle Nazioni Unite altre 260 milioni di dosi aggiuntive. Tali accordi nascono nell'ambito dell'Advanced Market Commitment (AMC), un meccanismo innovativo di finanziamento per l'accesso alle vaccinazioni nei paesi più poveri del mondo.