Piccoli esploratori sul Latemar: il Geotrail Dos Capèl svela i segreti delle Dolomiti

Inaugurato il nuovo percorso didattico di MontagnAnimata fra natura, gioco e conoscenza: 12 postazioni su un anello di 3,5 chilometri in Val di Fiemme che si raggiunge con la telecabina Predazzo-Gardoné e la seggiovia Passo Feudo

La MontagnAnimata fa scuola, sulle Dolomiti, più esattamente sul Latemar, in Val di Fiemme che si raggiunge facilmente da Predazzo con la telecabina Predazzo-Gardoné e la seggiovia Passo Feudo. E’ stato infatti inaugurato il nuovo sentiero Geotrail Dos Capèl a quota 2.200 che fa scoprire ai bambini e agli adulti la geologia e il mondo del triassico, grazie a 12 postazioni didattiche.

Il sentiero parte all’arrivo della seggiovia e la passeggiata, adatta ai bambini, è un anello di 3,5 km, con un dislivello di 268 mentri. Camminando al cospetto del Latemar, si compie il giro in circa due ore, senza bisogno di un accompagnamento. Sentiero speciale, nella natura spettcolare di questa parte del Trentino, fra divertimento, gioco e conoscenza. Le installazioni lungo il sentiero, studiate dai musei Muse e Geologico delle Dolomiti, sono opera dell’illustratore Bernardo Carvalho che ha vinto un concorso del Muse di Trento e di Alessio Periotto che ne ha curato la grafica.

Il modo migliore per percorrere il sentiero è quello offerto dal giocolibro “Geotrail Dos Capèl Mondo Triassico”, della collana Latemar MontagnAnimata, è frutto di una collaborazione fra il Muse, il Museo Geologico, la grafica Ilaria Castellan e l’editor Sara Azzolini. Fra indizi e indovinelli, il giocolibro stimola la capacità di osservazione e invita a raccogliere campioni di roccia per analizzarli sul posto. Alcune appartengono a una spiaggia triassica che ha 250 milioni di anni. Sono rocce “cotte” da eruzioni vulcaniche e antiche scogliere coralline. Bambini e genitori possono imparare a riconoscere le pareti di roccia della formazione di Livinallongo, le strisce marroni fatte di lava e le tracce di un mare triassico.

Ogni mercoledì, inoltre, è possibile compiere un “viaggio nel tempo” seguendo lo spettacolo itinerante “Geologia in alto mare”. Il sentiero è aperto tutti i giorni fino al 10 settembre 2017. E a proposito di viaggio nel tempo, su questo percorso hanno lasciato le loro “orme rosa”, in tempi ormai lontani e pionieristici, si avventurarono donne coraggiose come Maria Ogilvie Gordon, la prima donna al mondo a laurearsi in geologia studiando rocce carbonatiche e corpi vulcanici, Elizabeth Tuckett che amava appuntare i suoi viaggi creando veri e propri fumetti e Amelia Edwards che avanzava scalando vette e campanili di roccia.

Il Geotrail Dos Capèl è nato dalla collaborazione tra Latemar MontagnAnimata Latemar 2200 spa, il Muse - Museo delle Scienze di Trento, il Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo, Tosa Tapia, Riccardo Tomasoni e i proprietari dei terreni della Regola Feudale di Predazzo e dei Comuni di Predazzo e Tesero. Le spese della realizzazione del sentiero sono state sostenute dalla Latemar 2200 spa. I lavori sono stati affidati alla ditta Betta Scavi di Varena.

Tutte le informazioni sui sentieri e gli eventi su www.montagnanimata.it