Pizarro e Figo, nasce l’Inter modulo Milan

A fondo anche il Chievo: rischia il deferimento

Franco Ordine

Nasce l’Inter col modulo Milan. Disegnata a immagine e somiglianza dello schema preparato da Ancelotti per i suoi, si sta completando in queste ore a Milano, non certo in Sardegna dove Mancini e parte del gruppo cominciano a sudare e promettere sfracelli. La prima tessera del nuovo centrocampo è il cileno David Pizarro, anni 26 a settembre, gioiello dell’Udinese, unica controfigura di Pirlo in circolazione. Definito ieri il passaggio al club nerazzurro per una valutazione complessiva di 10 milioni di euro: 2 per il prestito di quest’anno, 8 per il riscatto; le modalità del negoziato vanno completate in qualche dettaglio (domani l’annuncio ufficiale), come suggerisce lo stesso Moratti al suo primo affare con la famiglia Pozzo. Conclusione: Pizarro è il nuovo regista dell’Inter. Già effettuate le visite mediche da parte del cileno. Per lui, contratto di 4 anni a 1,8 milioni di euro netti a stagione.
Dopo Pizarro è in arrivo anche il tre-quartista rifinitore Luis Figo, proveniente dal Real Madrid. È di ieri l’aggiornamento proveniente da Liverpool: Rafa Benitez, il tecnico, fa sapere d’aver abbandonato la pista informando il club madridista. Il portoghese, a questo punto, può concentrarsi sul trasferimento nella Milano nerazzurra. «Lui continua a proporsi» suggerisce sempre Massimo Moratti che fin dal giorni in cui partecipò alle pittoresche nozze parigine di Ronaldo fu avvicinato dal portoghese e messo al corrente dei suoi piani di trasloco verso San Siro.
«Ci interessa, stiamo facendo il massimo per portarlo», aggiunge Moratti e questo fa capire che ormai è solo questione di tempo e di intese. Basta limare qualche cifra con il Real Madrid, legata anche all’affare Samuel, prima di dare l’annuncio al popolo dei tifosi che attendono con ansia lo sbarco della stella portoghese. Nel disegno tattico di Mancini, Figo, invece di giocare defilato sul fianco destro, può sistemarsi dietro le punte, alla Kakà per intendersi, in alternativa a Veron. E il centrocampo in questo momento risulta con Cambiasso e Stankovic ai lati di Pizarro. Con Figo è in arrivo anche Samuel, il difensore operato al setto nasale (conseguenza diretta di un infortunio a gennaio contro il Maiorca). «Andiamo avanti nella trattativa», riferisce sempre il patron dell’Inter che strizza l’occhio anche al giovane talento del calcio argentino, Messi, «ci piace molto» il giudizio. Confermatissima la partenza di Emre per il Newcastle: Souness, il suo prossimo allenatore, si dice entusiasta del turco.
Beretta contestato. Mario Beretta è il nuovo allenatore del vecchio Parma. Scelto cioè da Oreste Cinquini, in attesa del passaggio delle quote azionarie. Beretta, l’anno scorso al Chievo, troverà al suo fianco come vice Zoratto, il preparatore Pincolini, e come team manager avrà l’ex di turno Sandro Melli. Alla presentazione è stato contestato da alcuni tifosi. Gedeone Carmignani, protagonista della salvezza strepitosa raggiunta al culmine dello spareggio col Bologna, ha accettato invece d’essere declassato e di passare a dirigere la primavera. Beretta è l’ultimo dei tasselli (panchine al gran completo in serie A), ma non può contare su Gilardino naturalmente e neanche sul giovane Ruopolo, partito ieri per Mosca con un contratto di 1 anno con il Lokomotiv.
Ultimatum per Gila. A proposito di Gilardino, Adriano Galliani ha dato ieri una sorta di ultimatum alla vecchia dirigenza del Parma: «Entro lunedì vogliamo una risposta definitiva. O dentro o fuori», il tentativo di dare ua scossa alla trattativa. Anche se il vicepresidente rossonero si è detto sempre ottimista. Il giocatore intanto ha rinunciato alla propria percentuale sull’operazione.
Eleftheropoulos protestato. Prima sorpresa dalle visite mediche dei nuovi tesserati di casa Milan. Promossi Vogel e Jankulowski, mentre le condizioni fisiche del portiere greco ritirato dal Messina e sotto contratto per un anno non sono giudicate eccellenti. Ha problemi alla schiena, secondo alcune indiscrezioni. Perciò la società è sempre più decisa a prendere contatti con l’australiano Kalac del Perugia che sarà a disposizione nel mese di agosto. Suazo, honduregno, attaccante del Cagliari, ha prolungato il contratto fino al 2008.