Pole per la Ducati di Stoner ma Valentino è subito dietro

MotoGp, in Qatar Vola l'australiano con la "rossa", alle sue spalle il campione del mondo della Yamaha
Valentino Rossi. Terzo tempo per l'altra Yamaha dello spagnolo Jorge
Lorenzo. Quarta miglior prestazione per Andrea Dovizioso su Honda davanti a Loris Capirossi su Suzuki

Prime qualifiche della stagione per la MotoGp ed è subito lotta tra Casey Stoner e Valentino Rossi fin dal debutto del Mondilae. La sfida dell'anno scorso riparte a tutto gas e la Ducati cerca la rivincita. A spuntarla, conquistando la pole del Gran Premio in notturna del Qatar, il pilota australiano della Ducati, che stacca il campione del mondo della Yamaha di quasi mezzo secondo inanellando giri veloci. Bella prova anche degli altri italiani nella classe regina del Motomondiale, con Andrea Dovizioso che sul circuito di Losail segna la quarta miglior prestazione davanti alla Suzuki di Loris Capirossi.

Duello Sono sufficienti appena tre giri a Stoner nelle qualifiche sotto le stelle per far segnare un tempo praticamente identico a quello registrato poche ore prima nelle ultime libere, e mettere così pressione a tutto il resto della compagine MotoGP. Rossi é il primo a rispondere e dopo pochi minuti riesce a piazzarsi a circa 3 decimi dall'australiano. I due sono gli unici capaci di scendere rapidamente sotto la barriera dell'1'57, con Dovizioso e Capirossi subito alle spalle con una crono praticamente identica. Partita chiusa addirittura a 24 minuti dal termine, con Casey Stoner che fa registrare un 1'55"504 (lo migliorerà addirittura a tre minuti dal termine). Sua la prima pole position della stagione con una grande prova di forza, soprattutto nei confronti di Valentino Rossi, che chiude in recupero a meno di cinque decimi di distacco.

Completa la prima fila Jorge Lorenzo che trova un buon ritmo nell'ultima parte della sessione e chiude a soli 24 millesimi dal tempo del compagno di squadra. Seconda fila che parla italiano con Dovizioso (Repsol Honda) e Capirossi (Rizla Suzuki) che chiudono davanti al solito Colin Edwards (Monster Yamaha Tech3). Uscita di pista per Marco Melandri a 10 minuti dall'inizio della sessione. Nessun problema per l'italiano che rientrerà immediatamente sul tracciato chiudendo in 11/a piazza. Nel finale di sessione terrificante caduta per Nicky Hayden (Ducati Marlboro) che perde il controllo della sua Desmosedici GP9.

Stoner Soddisfatto della sua prestazione che gli ha permesso di conquistare agevolmente la prima pole della stagione uno Stoner che già pensa alla gara di domani: "Ho cercato la messa a punto buona per la gara, per le gomme la scelta migliore è per le dure. Ho il 90% della messa a punto giusta per la gara e sono soddisfatto così".

Rossi Va più che bene, invece, il secondo tempo in qualifica al campione della Yamaha: "Siamo arrivati al nostro obiettivo, dovremo cercare di migliorare nella notte la moto. Il secondo posto - ammette Rossi - va benissimo, siamo costantemente lì davanti. La gara è lunga, partire con il secondo tempo è fondamentale".