Arrestata la piccola provocatrice palestinese. Ma Israele si divide sui soldati "troppo buoni"

La 16enne è una professionista delle aggressioni ai militari. Ora rischia 7 anni

Remissivi, troppo buoni: non sembri strano, parliamo dei soldati israeliani, in genere ritratti come giovani armati fino ai denti. Aggressivi e severi col nemico. Stavolta è il contrario: non si sono dimostrati troppo morbidi? Non se ne approfitterà il nemico? La scena è una zona vicino a Ramallah, presso il villaggio di Nabi Saleh. Il sole è alto, qualche ulivo, la terra rossa, le case dei palestinesi in vista. Due giovani della distinta unità dei Givati montano la guardia per evitare attacchi agli israeliani. Ed ecco le ragazzine. Le macchine da presa è già in funzione, i telefonini vibranti di azione.

Si sono fatte carine, una biondina detta Shirley Temple dai suoi vicini di Nabi Saleh, già con molta esperienza nel campo delle provocazioni ai soldati israeliani, famosa tanto da essere stata invitata in Sud Africa, e a cena, in Turchia, Tayyp Erdogan. Una ragazza più grande ha un manto lucente di capelli neri appena fatti e la kefia aggiustata con arte intorno al collo; seguono altre ragazzine tutte giovanissime, fragili, carine e dietro la madre della famiglia eroica, la famiglia Tamimi. È pronta al suo ruolo di matrona palestinese con la testa fasciata, infuriata dietro a figlie e nipoti. I Tamimi sono star degli scontri, specializzati in Intifada, distinti nell'attacco collettivo con telecamera, compresi i bambini sempre usati dai palestinesi, a un soldato trovato da solo e ridotto a terra fra botte e insulti. Lui non usò l'arma che pure aveva, è proibito dal codice di comportamento israeliano finché non è in pericolo la vita.

La telecamera qui ha dettato legge fino al paradosso: le ragazze si sono fatte sotto, hanno cominciato a spintonare i soldati, a insultarli e a urlare, hanno persino tirato degli schiaffi cercando una di quelle risposte per cui i palestinesi poi mandano in giro sui social media, ripreso da Bbc e Cnn, un cattivissimo, orribile soldato che tira uno spintone a una ragazzina piccola piccola e bionda. Non è successo, i soldati si sono beccati parandosi appena la faccia con le mani tutti gli sputi e le spinte. Hanno fatto bene? Israele discute. È una vera rottura epistemologica nella storia del potere dell'immagine, la sua incoronazione.

Il film è stato fatto circolare dai palestinesi per far vedere quanto sono tonti i soldati e quanto sia mal difeso il Paese, ovvero per creare confusione. Ha funzionato: ci sono state molte reazioni irate, molte invece compiaciute, la madre di uno dei ragazzi si è detta orgogliosa, i politici hanno reagito in maniera dolce-amara. Un Paese a rischio deve sapere gestire il dilemma della macchina da presa senza arrendersi. È possibile? Ahed Tamimi, la ragazzina protagonista, è stata arrestata con quattro giorni di ritardo. L'accusa è «sospetto di aver attaccato un ufficiale e un soldato», un reato per cui si può essere condannati fino a sette anni. Il padre della ragazza ha postato un video in cui si vede che l'arresto è stato accompagnato dal sequestro violento dei telefonini, macchine da presa, lapotop. Ma quelli glieli ricompra Erdogan.

Commenti
Ritratto di blackwater

blackwater

Mer, 20/12/2017 - 10:17

diciamo che questo è tutto quello che sono in grado di fare gli arabi (cosidetti "palestinesi"); sputi,provocazioni a favore di telecamera oppure terrorismo che uccide; quando si è trattato di combattere sul serio...da una parte avevamo un piccolo popolo di qualche milione di abitanti ancora intento a leccarsi le dolorose ferite dell'olocausto su una terra chiamata da qualche migliaia di anni Israele,dall'altro una coalizione di importanti e popolosi Paesi Arabi come Iraq,Siria,Giordania,Egitto: sei giorni sei per essere sonoramente sconfitti.A proposito,quelli che non gli andava bene che Israele non avesse nemmeno un pezzetto di terra grande meno della Sardegna a fronte dei loro territori vastissimi,erano i secondi,allora come ora.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 20/12/2017 - 10:51

blackwater: errore dovuto all'ignoranza. Quella terra, come riportano i tantissimo storico greci e romani poi, si è sempre chiamata Palestina. La terra dei Cananei e dei "Filistei" (in arabo Filistin). Ed è su quella terra che venne fondato il Regno di Davide. Dimenticato l'episodio di "Davide e Golia?". Golia che combatteva dalla parte dei Filistei (Filistin = Palestinesi in italiano)? Non c'è un prete dalle tue parti per ricordartelo? E non hai nemmeno una Bibbia in casa?

cir

Mer, 20/12/2017 - 11:18

israele non esiste , chiuso ogni discorso. Palestina libera !!!!

AndyCorelli

Mer, 20/12/2017 - 11:21

@Omar El Mukhtar per verita' storica: i Filistei NON ERANO Arabi...

gian paolo cardelli

Mer, 20/12/2017 - 11:53

Omar ecc. : 1. quella terra si chiama Palestina dal 135 d. C., come riportato proprio da quegli storici greci e romani che lei evidentemente non ha mai letto in vita sua... 2. I "filistei" si erano estinti completamente SETTE SECOLI PRIMA DI Cristo ed indovini un po' dove avevano fondato la loro Pentapoli? PROPRIO DOVE OGGI C'È GAZA! 3. veramente esilarante la citazione biblica: prima sostenete che è un libro completamente falso, ed ora lo citate per provare le vostre farneticazioni... ma chi pensa di poter prendere in giro?

gian paolo cardelli

Mer, 20/12/2017 - 11:55

Cir Israele esiste ed il "popolo palestinese" no, chiuso ogni discorso. Cir a scuola, SUBITO!!!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 20/12/2017 - 12:13

Il film è stato fatto circolare dai palestinesi per far vedere quanto sono tonti i soldati ...Infatti nella stessa situazione i palestinesi avrebbero provveduto a farle il "pluri-servizio completo "!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 20/12/2017 - 13:03

Gli arabi non hanno ancora capito che Gerusalemme l'hanno perduta, a favore di Israele, per colpa del terrorismo jihadista contro la Cristianità. Ma siccome di città sante ne hanno ancora due, La Mecca e Medina, corrono il rischio di perdere anche quelle. Infatti la supremazia militare della Cristianità ha garantito la fruizione e l'esistenza delle città sante, di Islam, Ebraismo e Cristianesimo, per la Parola di Gesù Cristo che invitava ognuno ad amare i nemici. Dunque gli imbecilli jihadisti, più o meno palestinesi, stanno segando il ramo su cui sono appollaiati.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 20/12/2017 - 13:07

Onore ai soldati israeliani.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Mer, 20/12/2017 - 14:28

I filistei abitavano la striscia di Gaza. Il resto si chiamava Giudea, capitale Gerusalemme.

cir

Mer, 20/12/2017 - 14:59

cardelli , vai ... dove tutti ti mandano....

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 20/12/2017 - 15:03

come già detto prima (ripeto) che cosa avrebbero dovuto fare i soldati? sparare ad una minorenne disarmata?

perilanhalimi

Mer, 20/12/2017 - 16:41

Sempre con Israele. No al terrorismo palestinese! Basta stare con I carnefici , che fan finta di far vittime , come questa bambina dal cervello lavato. Mettete in galera I suoi genitori , gli insegnanti e I funzionari ONU che li manmtengono!!!!

glasnost

Mer, 20/12/2017 - 16:54

Non sono le stesse tecniche usate dagli ex no-global o dai centri sociali?Provocare e far vedere alla gente il militare cattivo che li ferma, per ottenere consenso e finanziamenti.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 20/12/2017 - 19:19

AndyCorelli: affermazione comica la tua. Non puoi affermare che i Palestinesi non c'erano (c'erano da prima degli Ebrei) e mi tiri fuori che non erano Arabi. Perché gli Israeliti (diventati israeliani) sono forse Ebrei?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 20/12/2017 - 19:24

Antimo56: Gerusalemme in origine (fondazione) non era Israelita (gli Ebrei non c'entrano nulla, anzi, in buona parte, furono sterminati proprio dagli Israeliti. Leggete la Bibbia!

killkoms

Mer, 20/12/2017 - 19:38

somar el mukkar,la chiamarono palestina i romani!nove derivato dai filistei,che occuparono l'attuale striscia di gaza,(e giunsero sempre dopo gli israeliti)!

opinione-critica

Mer, 20/12/2017 - 19:56

La cosa giusta è rendere sterile queste ragazze....aspiranti martiri di qul personaggi fantasiosi chiamati Allah, Maometto ecc. Gli è stato fatto il lavaggio del cervello, non ragionano più; bisogna impedirgli di procreare, così non mandano i bambini per commuovere il pubblico...

gian paolo cardelli

Mer, 20/12/2017 - 22:11

Cir che fa: qui non si esprime come invece la sua pochezza la induce a fare nelle pagine "gli occhi della guerra", dove il moderatore blocca solo i messaggi contenenti link, ma non le porcate da scaricatore di porto frustrato che è solito scrivere? Su: abbia il coraggio delle sue azioni, e si esprima come la sua natura le impone di fare...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 21/12/2017 - 10:24

la faccenda interessante non è di chi è la Palestina ma degli ebrei che sono stati e sono tuttora odiati nel mondo non solamente dagli arabi e dai musulmani, un motivo ci sarà si?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 21/12/2017 - 11:21

opinione-critica, invece gli sterilizzati sono gli ebrei i quali dopo aver avuto un figlio , il passero non lo usano più se non per pisciare, hai mai parlato con delle israeliane sposate? IO si.

cir

Gio, 21/12/2017 - 11:54

senti, Cardellino il ben pensante ti sei mai chiesto perche' tutti ti mandano a quel paese ???????????????

cir

Gio, 21/12/2017 - 11:56

franco . si inc....no fra di loro !!!

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Gio, 21/12/2017 - 19:47

Quella specie di ragaz. io lo gia vista alla stazione termini ,di apparenza rom bosniaca/slava...adesso capisco perche e cosi feroce!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 21/12/2017 - 21:08

cir no ma io ho parlato con delle israeliane sposate e mi hanno detto che dopo aver fatto figli non lo usano più..se non per orinare...

cir

Ven, 22/12/2017 - 18:06

risorgimento2015 anche io l'ho vista alla stazione termini. Ma era tua sorella..