Chi ora tifa contro Londra è chi ha distrutto l'Europa

I tecnocrati Ue vogliono il referendum-bis: per loro scavalcare il processo democratico fa parte del gioco

Si può essere d'accordo o meno con Brexit, entusiasti o terrorizzati, ma i commenti usati dalla nomenklatura europeista del nostro Paese lasciano basiti. La scelta del popolo inglese, perché di questo si tratta fino a prova contraria, ha spinto Giorgio Napolitano a parlare di «azzardo sciagurato», Romano Prodi ad insinuare che l'idea del referendum sia nata solo per gli «interessi personali» di Cameron, Mario Monti a teorizzare che «la democrazia si possa perdere se usata male». Ed ancora, nel campo degli intellettuali o pseudo tali, Severgnini ha offerto la lettura classista («ha scelto il popolino»), mentre Saviano, a cui piacciono le scorciatoie, ha ricordato che anche Hitler e Mussolini furono acclamati dal popolo. Nell'analisi del voto non è andata meglio. C'è chi ha rimarcato che la maggioranza dei giovani sotto i 24 anni (ma solo il 36% di queste generazioni si è recato alle urne) ha votato per il Remain,come se quelli al di sopra fossero già rimbambiti, c'è chi ha messo i figli contro nonni e genitori, e chi, come il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, ha subordinato il diritto di voto «ad un esame di cittadinanza»: declinando, declinando queste banalità allora si potrebbe proporre di inserire - visto che il 70% dei musulmani ha scelto il Remain mentre il 58% dei cristiani il Leave - la mezzaluna nella bandiera dell'Unione. Ma l'apoteosi di questo atteggiamento singolare è nell'enfatizzazione che i media italiani, e non solo, fanno giorno dopo giorno della raccolta di firme per ripetere il referendum: uno, due, tre milioni. A parte il fatto che è stata aperta una inchiesta per frode (chiunque può firmare, pure i cinesi, come nelle primarie del Pd), dimenticano che gli inglesi che hanno scelto di lasciare sono stati 17 milioni e mezzo. È come se qualche anno fa, all'indomani della vittoria di Romano Prodi alle elezioni, Silvio Berlusconi avesse promosso una petizione per ripetere il voto. O viceversa.

Due considerazioni: la prima è che hanno perso la testa; la seconda è che sono loro, solo loro, a rappresentare l'Europa che ha perso. Quella che scambia la scelta europeista per un obbligo, quella che ha fatto della retorica un dovere, quella che prova a superare il dissenso non con la persuasione della politica ma con le minaccia dei mercati, quella che ha trasformato le categorie dell'Unione in antinomie di parole come democrazia, consenso, autodeterminazione dei popoli. Una logica sciagurata specie in un Paese come il nostro in cui basta lo slogan «una testa, un voto» per assicurarsi un terzo degli elettori. Una filosofia che ha trasformato il sogno dell'Europa nell'incubo di questa Unione.

Già, il primo problema della Ue è proprio il deficit di democrazia, che ha trasformato l'Europa dei popoli, nell'Europa delle burocrazie, dei grand commis della Ue. Una comunità in cui un cittadino tedesco conta più di un greco, uno spagnolo, un italiano messi insieme. Una unione in cui Berlino non decide solo le scelte di Bruxelles, ma anche le politiche di Atene, Madrid e Roma. E il «paradigma» di queste contraddizioni, di questo rapporto subordinato, l'Italia lo ha già vissuto tragicamente sulla sua pelle: questa Unione da «paura» che oggi contesta l'esito del referendum inglese, nel 2011 impose la nascita di un governo diverso da quello regolarmente eletto, senza passare per nuove elezioni. Gli stessi nomi che oggi mettono sul banco degli imputati i cittadini di Sua Maestà assecondarono i disegni del gran maestro dell'europeismo italiano, l'allora presiedente della Repubblica Giorgio Napolitano, per far fuori il governo del Cavaliere, al grido, quanto mai scontato, «ce lo chiede l''Europa». Motivo? Il premier di allora giudicava sbagliata la politica intimata da Berlino a Bruxelles, quella del rigore ad ogni costo, suggerendo più o meno quella dell'amministrazione Obama, che ha consentito agli Usa di dimezzare in pochi anni la disoccupazione. Per cui la nomenklatura europeista, come ha raccontato Alain Friedman nel suo libro Ammazziamo il Gattopardo (i giornali italiani all'epoca erano appassionati solo di Ruby e dintorni), pensò bene di rimuovere il governo del Cav, attuare la sciagurata ricetta del «governatore» tedesco in Italia Mario Monti, salvo poi, anni dopo, ritornare sui propri passi, e applicare, tardi e male, la dottrina di Washington. Conferme del famigerato «disegno» ce ne sono state e ce ne sono a bizzeffe: l'ultima quella del capogruppo dei deputati leghisti di allora Reguzzoni, che ha raccontato come il Nap gli chiese di far fuori Berlusconi. Magari se altri due protagonisti di quelle pagine, come Fini e Tremonti, raccontassero la loro verità, non sarebbe male, per l'Italia ma anche per l'Europa: sapere come quel mondo condiziona i Paesi rappresenterebbe un prezioso insegnamento per il futuro.

Ma questa è Storia. Ciò che importa oggi è che la filosofia non è mutata: per queste presunte élite europeiste rimuovere un governo o l'esito di un referendum, infischiandosene del processo democratico, fa parte del gioco. Non si tratta di golpe ma di una concezione diversa della democrazia, appunto, «elitaria». Il «bene supremo», innanzitutto. Oggi «l'europeismo» delle élite, come una volta, per azzardare un paragone, il comunismo delle avanguardie. Una visione totalitaria che non ammette dubbi e ripensamenti. In entrambi i casi lontana dai popoli. Ma è proprio quest'idea dell'Europa che è andata in crisi, non il sogno ma l'incubo. Un'idea spietata e astratta (pensate alla Grecia) che spinge qualcuno ad azzardare il paragone Unione europea e Unione sovietica. In cui i Paesi membri non partecipano al governo dell'Unione ma subiscono i diktat di un'entità astratta priva, per alcuni versi, di legittimazione. La crisi dell'ideale europeo è proprio in questa lontananza. Il presidente Mattarella ha commentato il Brexit con le parole «rispettoso rammarico». Quel rispetto che manca, purtroppo, ad un certo europeismo de' noantri.

Commenti

Rossana Rossi

Lun, 27/06/2016 - 12:39

Ne abbiamo le palle piene di questi soloni europeisti da strapazzo che ci hanno portato alla rovina e ancora hanno il coraggio di darci dei cogl.oni se vogliamo smettere di farci rovinare da loro. L'Inghilterra ha fatto benissimo a volersi levare da questo pantano dittatoriale che ha portato solo miseria. E se ce ne andassimo anche noi faremmo un affare.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Lun, 27/06/2016 - 12:40

io vivo in uk, vi posso assicurare che in italia non state capendo un c. di quello che accade qua

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 27/06/2016 - 12:41

Ecco la conferma che abbiamo a che fare con una banda bassotti altro che E.U. qui siamo nella banda di Alì Babà.

mcm3

Lun, 27/06/2016 - 12:48

Ormai hanno deciso...la cosa brutta e' vedere che sono i vecchi ad avere voluto l'uscita da UE, i giovano sono TUTTI molto arrabbiati, vedono ridotte le lero possibilita' per il futuro, La vecchia politica ormai fa solo danni e non solo da noi, sanno pensare solo all'oggi e mai al domani

marcomasiero

Lun, 27/06/2016 - 12:49

i "tecnocrati UE" vogliono la guerra ??? e sia ! pronti a difendere la volontà di un popolo europeo sovrano !!! anche per le strade !!! i criminali di Bruxelles NON passeranno sopra i popoli !!!

agosvac

Lun, 27/06/2016 - 12:49

Il vero problema è che i vertici europei invece d'interrogarsi sul perché il Regno Unito ha deciso di andarsene, cercano in tutti i modi di colpevolizzarlo. Come si è dimesso Cameron che aveva puntato sul SI' oggi si dovrebbero dimettere TUTTI i vertici dell'Ue a cominciare da juncker per finire a Tusk e Schultz. Il Regno Unito non se ne va dall'Ue, ma da "questa" Ue che i burocrati che la diriggono hanno reso una vera schifezza.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 27/06/2016 - 12:50

Nazicomunisti in colletto bianco. 80 anni fa usavano la gestapo e l'nkvd oggi altri metodi. Ma il concetto non cambia, sopprimere la democrazia e il voto poplare.

PAOLINA2

Lun, 27/06/2016 - 12:52

Non ci sono commenti da fare sapendo chi e' che scrive questo articolo, si guardi indietro e allo specchio e forse riuscira' a capire da che pulpito arriva la predica.

giordaano

Lun, 27/06/2016 - 12:54

Napolitano e' stato rieletto con il voto di Forza Italia, che ha votato la fiducia a Monti ed ha approvato la legge Fornero. Renzi e' Primo Ministrpo sula base di un foto di fiducia dei due rami del Parlamento, come previsto dalla Costituizione. Quanto al Brexit, ma certo che si puo' (e secondo me si deve anche) criticare Da quando in qua le maggioranze prendono sempre le decisioni giuste ?

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Lun, 27/06/2016 - 12:54

Sono spiacente di non riuscire a terminare la lettura di questo interessante e illuminante articolo, ma subito nelle prime righe la nausea mi assale in quanto vengono nominati tutti insieme tre emeriti delinquenti traditori e farabutti che dovrebbero marcire ai lavori forzati per il resto della loro vita: napolitano, prodi e monti.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/06/2016 - 12:56

E lo facciano pure il secondo referendum !! e sia... Gettino la maschera. Che il mondo veda l'abiezione e la furia tirannica di questi criminali del regime atlantico. Fate l'ennesimo errore, avanti !

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Lun, 27/06/2016 - 12:56

Ottimo articolo. Dunque il 70% degli islamici ha votato remain contro solo il 42% di cristiani. Quindi è chiaro perché gli eurocrati stanno perseguendo il piano Kalergi di genocidio dei popoli europei. Le province inglesi, francesi e padane sono gli ultimi baluardi dell’Europa e riescono ancora a dire la loro. Con le campagne invase dai kabobo, magari pure con diritto di voto, non ci sarebbe più nessuna resistenza.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 27/06/2016 - 12:57

Invece di vagheggiare una "falsificazione" elettorale alla marxista, l'Europa potrebbe dichiarare le sue radici cristiane, onde scongiurare che crei, al seguito degli Anglicani, una Comunità alternativa che comprenda l'ortodossa Russia, oltre ai cattolici, una volta dimenticato il fallimentare Renzi. I Parlamenti nazionali, a rotazione, darebbero in comodato d'uso le loro sedi al Parlamento Europeo.

beowulfagate

Lun, 27/06/2016 - 12:58

Speriamo in un referendum bis,così accoppano un'altra demente come la Cox.

giordaano

Lun, 27/06/2016 - 12:58

Dimenticavo : Berlusconi e' caduto perche' non aveva piu' la maggioranza in Parlamento, non perche' non piaceva alla Merkel Ah... e Friedman si chiama Alan, non Alain.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/06/2016 - 12:59

L'UE sta affondando nel ridicolo che è quanto il dominio che le compete. Un regime disgustoso ammantato di finte libertà. Forza col secondo referendum e magari con voti postali ! Lo stiamo aspettando.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 27/06/2016 - 13:00

L`inghilterra, DEVE rimanere nell`unione Europea,"""SONO QUEI DELINQUENTI CHE HANNO AVUTO LA DIRETTIVA,(SPECIALMENTE I TEDESCHI), CHE DEVONO ANDARSENE, NON SOLAMENTE ANDARSENE DALLA POLITICA MA DI ESSERE INCARCERATI, PER ABUSO DI POTERE E MANIPOLAZIONE DI POLITICI CIOÈ CORRUZIONE!!! PER UNIONE, HÒ SEMPRE SAPUTO CHE L`UNIONE DI DUE COSE LE FÀ PIÙ FORTI, MA QUANDO UN PEZZO È FORTE E L`ALTRO LO È MENO,FINISCE CHE TUTTO SI ROMPE!!! DOBBIAMO DUNQUE RINGRAZZIARE LA GRAN BRETAGNA PER QUESTO SUO """NO""", RICOMINCIANDO IL TUTTO CON CAUTELA, MENTRE GLI """IPOCRITICI ALLA Merkel E ALLA Napolitano, IL CARCERE""". .

ItalianoAllEstero

Lun, 27/06/2016 - 13:02

Egregio Minzolini, questa notizia e' falsa. Chi ha chiesto di non uscire, con sorpresa di tutti, sono stati i vincitori del referendum. Richiesta confermata questa mattina in un'intervista di Boris Johnson. Chi ha detto che il voto del popolo sovrano deve essere rispettato sono i burocrati di Brussel (ossia i rappresentati degli altri 27 stati). Ma lei li legge i giornali inglesi? La seconda richiesta di referendum era iniziata dai Leavers quando pareva stessero perdendo, e poi proseguita dai remain (perdenti) ma e' stata di fatto gia' accantonata.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/06/2016 - 13:02

Severgnini è il prototipo di quella che, con anglicismo che sicuramente gli procurerà un orgasmo vista la sua ridicola esterofilia, è chiamata la PRESSTITUTE

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Lun, 27/06/2016 - 13:04

Questi assatanati, inforveriti, inviperiti che offendono Londra sono tutto che democratici e mostrano solo la vera faccia di questa europa pronta a schiacciare chi prova a controbattere. E' la vergogna assoluta e la riprova che questa è una dittatura. Via prima possibile.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 27/06/2016 - 13:05

Grande articolo, Minzo. Lei scrive cose che sappiamo tutti da tempo, solo che i sinistri (in tutti i sensi) personaggi che dal 2011 in poi ci hanno imposto la loro spietata e sciagurata legge non lo ammetteranno mai, perché questo significherebbe per loro perdere quel potere per cui vivono. Adesso, però, è ora che ci diamo una svegliata e che, sull'onda di quanto accaduto in GB, anche i cosiddetti "moderati" alzino la voce e dicano chiaro e forte che a questo gioco non ci giochiamo più. La crepa nel muro della ue è stata aperta: sta a noi allargarla e farla diventare una voragine.

Ritratto di michageo

michageo

Lun, 27/06/2016 - 13:06

cito:"Ed ancora, nel campo degli intellettuali o pseudo tali, Severgnini ha offerto la lettura classista («ha scelto il popolino»), mentre Saviano, a cui piacciono le scorciatoie, ha ricordato che anche Hitler e Mussolini furono acclamati dal popolo"... Hanno parlato, insieme a quelli citati in apertura dell'articolo (il trio stonato Napolitano-Prodi-Monti), quelli che ad ogni piè sospinto gettano palate della loro mexda cerebrale sulle pale del ventilatore della democrazia, ed adesso che qualcuno gliela rilancia , si offendono.

manente

Lun, 27/06/2016 - 13:06

Sala non mi piace ed anche io voglio nuove elezioni a Milano ... finché non vince Parisi ! Monti, Napolitano, Junkers, Boldrina, De Benedetti ... ma andatevene a qual Paese, please.

idleproc

Lun, 27/06/2016 - 13:08

Tranquilli. Stanno svalvolando. Che fossero svalvolati e con tendenze criminali globali un volta lo si sapeva in pochi. Ora lo sanno tutti. Quelli che non sono zombies, ovviamente. Ora vogliono autovotarsi e sono talmente stupidi anche da dirlo. Nessuno è mai riuscito a fare nulla senza il popolo e contro il popolo. Clamorososo il fallimento della Magistratura che nella sua terzietà avrebbe dovuto difendere Sovranità del Popolo Italiano e Costituzione e le conseguenze dirette economiche e sociali derivanti dalla compromissione degli elementi fondanti la Repubblica. E' uno degli aspetti più gravi della crisi istituzionale provocata da pochissimi per il vantaggio di pochissimi. Avenvano altro da fare, probabilmente.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/06/2016 - 13:14

Altra balla della stampa di regime atlantica: la maggior parte dei giovani non ha votato per rimanere. La maggior parte dei giovani non ha votato sic et simpliciter.

Iena_Plinsky

Lun, 27/06/2016 - 13:15

A me sembra allucinante il fatto che la gente continua a votare per avere meno Europa e loro continuano a inondarci di nuove strutture (migrant compact, Fiscal compact), nuove figure e nuovi ruoli (presidente europeo). Ma allora ci prendono in giro ?

DuralexItalia

Lun, 27/06/2016 - 13:17

Invece è giusto ripetere il referendum. Solo che questa volta devono potersi esprimere tutti i Paesi della UE ovvero 400 milioni di cittadini compresi i polacchi, cechi, slovacchi, rumeni, bulgari, austriaci etc etc. vorrei proprio vedere quale sarebbe il risultato. Maledetti tecnocrati avete distrutto il sogno d'Europa e ora volete imporci una dittatura soft. Leggete gli scritti di Isa Magli la grande antropologa, su questa europa costruita dai massoni. Leggete e capirete

hectorre

Lun, 27/06/2016 - 13:17

ormai o vincono con i brogli(austria), o non votiamo e scelgono dall'alto(renzi), o chiedono nuovi referendum....chissà quando i somari sinistri capiranno cosa sta accadendo in questa meravigliosa dittatura europea!!!....sveglia!!!!

cgf

Lun, 27/06/2016 - 13:19

Caro Saviano anche Berlinguer e Lenin, così come Stalin e tanti altri furono sempre acclamati dal popolo.... oppure era 'diverso'? eppur i tuoi copia-incolla sono sempre uguali.

Atlantico

Lun, 27/06/2016 - 13:19

Che il referendum sia stato solo una 'furbata' di Cameron che credeva così di rafforzarsi, è di evidenza planetaria ormai. O Minzolini crede che ci sarebbe stato egualmente, se Cameron non ne avesse parlato nella campagna elettorale per le elezioni 2015 ? Minzolini è un buon commentatore di politica italiana: retroscena, pissi pissi bao bao, ecc. ma di politica internazionale ne sa poco o nulla. E' del tutto evidente che non legge i giornali stranieri, l'articolo lo dimostra.

milanlondon

Lun, 27/06/2016 - 13:20

Vivo a Londra da 15 anni. Mi sono registrato oggi su Il Giornale per confermare chi ha scritto questo articolo non sta capendo nulla delle attuale dinamiche: una accozzaglia di imprecisioni, errori ed estrapolazioni a buon mercato.

Atlantico

Lun, 27/06/2016 - 13:20

@Overdrive, mi interesserebbe conoscere il suo pensiero. La ringrazio.

wotan58

Lun, 27/06/2016 - 13:24

Incominciamo a dire, e basta leggere i giornali locali, che la stragrande maggioranza degli inglesi, i quali neanche sospettano che Romano Prodi esista, pensa che questa situazione sia nata per mero interesse personale. Ora che il voto ha portato discreti sconquassi, peraltro assolutamente e facilmente prevedibili (anzi, il peggio deve probabilmente arrivare e mi pare che gli analisti inglesi siano molto pessimisti) non sorprende che l'Inghilterra ipotizzi di tornare indietro. Altro che freni, l'Europa vuole e pretende che i parassiti dell'UK (o meglio inghilterra e galles, si sbrighino il più rapidamente possibile a levare le tende dalla UE. Ed in quanto a Farage, rischia di essere ricordato nella storia per l'Independence Day..., non dalla UE, ma della Scozia e dell'Irlanda, dal giogo inglese!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Lun, 27/06/2016 - 13:39

MINZOLINI SPECULARE SULLA POLITICHETTA ITALICA CON UNA COSA COSI' TRAGICA PER L'EUROPA SOLO PER CRITICARE SAVIANO E COMUNISTELLI VARI DIMOSTRA TUTTA LA SUA MEDIOCRITA' DEGNA APPUNTO DI UN GIORNALISTA RAI QUALE LEI E' STATO.

DuralexItalia

Lun, 27/06/2016 - 13:42

"L'idea della petizione online per un nuovo referendum sull'uscita del Regno Unito dalla Ue è patetica e non ha alcun senso": Romano Prodi. (eppur qualcosa si muove...)

FxTribal

Lun, 27/06/2016 - 13:48

Mi permetto solo di dire che la petizione non è dei giornali europei, ma è una petizione ufficiale al governo inglese che può essere torvata al link https://petition.parliament.uk/petitions/131215 Inoltre aggiungo che la soglia perchè la petizione debba essere discussa in parlamento è di 100,000 voti, pare improbabile che il 97.3 dei voti siano invalidi.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 27/06/2016 - 13:50

Forse in Italia non stanno capendo nulla di quanto sta accadendo nel Regno Unito. Ma almeno ci si concede che, al momento, il governo britannico non intende assolutamente avviare le procedure per uscire? Ovvero che a non eseguire le indicazioni dei (non del) popoli britannici (ce ne sono almeno 4) sono proprio i governanti britannici promotori del referendum?

wotan58

Lun, 27/06/2016 - 13:51

Ma che sciocchezza è???? Basterebbe leggere i giornali inglesi (cosa impossibile per la quasi totalità del kumunioti anti UE) I "tecnocrati" vogliono che l'Inghilterra si levi dalle scatole il più rapidamente possibile, e senza trattative di alcun genere. Sono gli inglesi che vorrebbero semmai tornare indietro, anche con la consapevolezza che la sterlina si indebolisce, svaluta e svaluterà ancora, (lo dicono gli analisti locali), che la finanza, principale fonte di reddito, subirà un colpo durissimo, al punto che molte banche hanno già annunciato programmi di ridimensionamento per la City, a vantaggio di Francoforte (ed incidentalmente di Milano). E il genio Farage verrà celebrato per l'Indipendence Day... non dalla Ue ma per la Scozia e l'Irlanda!!!!!!

freud1970

Lun, 27/06/2016 - 13:52

VORREI ESSERE INGLESE, ED ESSERE FUORI DA QUESTA EUROPA!

handy13

Lun, 27/06/2016 - 13:52

...L'Europa dei 28.?...dei 27..?!!....ma torniamo all'Europa dei SEI..!!!!..fondatori...

LupaccioNero

Lun, 27/06/2016 - 13:54

X OVERDRIVE Dal momento che lei ha capito tutto ci faccia il piacere di chiedere udienza al Padreterno affinchè decida in base a quello che lei ha capito. Dal momento che ha capito tutto dovrebbe aver anche capito che le scemenze fanno ridere e lei sprezzante del ridicolo continua a scriverle

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 27/06/2016 - 14:03

E' una vergogna: ora sia i deputati britannici anti-Brexit che i tecnocrati mai eletti europei faranno di tutto per insabbiare la volontà popolare del referendum del 23 giugno. La volontà popolare ancora una volta calpestata dimostra che la UE e specialmente la Commissione Europea sono solo strutture politiche dittatoriali. Siamo schiavi di un'eurocrazia!

Atlantico

Lun, 27/06/2016 - 14:04

@milanlondon, anche il suo punto di vista sarebbe molto interessante. Grazie

bruno.amoroso

Lun, 27/06/2016 - 14:12

tutto sto lungo articolo per stare ancora a parlare della liberazione del 2011

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 14:14

milanlondon sinceramente vorrei sapere di più visto dall'altra parte del fiume

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 14:16

altlantico anche io sono curioso. Ma non è che venga dalla corea nord? non lei, ovvio

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 27/06/2016 - 14:17

La democrazia è una truffa ideologica: i furbi l’hanno inventata, gli ingenui ci credono. La democrazia è double face, ha due volti, il suo valore dipende da chi vince. Quando si vince (specie se vince la sinistra illuminata, quella delle persone perbene, delle “mani pulite”, della superiorità morale e della “parte migliore” della nazione) è una grande prova di democrazia, espressione della volontà popolare. Se vincono gli avversari è un incidente, un grave pericolo, frutto di ignoranza, populismo, xenofobia, razzismo e pure fascismo. In questo caso è giusto anche ripetere le votazioni, finché non si vince: democraticamente, s'intende.

giannide

Lun, 27/06/2016 - 14:19

Bisogna accogliere, con pietosa indulgenza, qualsiasi emissione sonora, di napolitano. Più interessante, invece, l'inconsapevole confessione di prodi: che l'idea del referendum sia nata solo per gli «interessi personali» . Mi sono sempre domandato perchè prodi si sia speso tanto per l'euro e 'europa, adesso ce lo ha detto: per interesse personale.

Mr Blonde

Lun, 27/06/2016 - 14:26

Overdrive ci può stare, purchè capisca tu che vivi là...

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Lun, 27/06/2016 - 14:27

Dipende da che punto guardiamo il problema. Può anche essere che si è voluto distruggere volutamente questa Europa!

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 27/06/2016 - 14:31

I CERVELLONI EUROPEI PRIMA FANNO SCAPPARE I BUOI, POI CHIUDONO IL RECINTO. L'INTELLIGENZA PER CERTE PERSONE E' UN OPTIONAL

Una-mattina-mi-...

Lun, 27/06/2016 - 14:34

Invece del "Piano Marshall per l'Africa", qui ci vuole subito una nuova Norimberga

levy

Lun, 27/06/2016 - 14:39

L'Inghilterra esce dall'Europa, anzi no. Credo che gli architetti dell'Europa non molleranno l'osso tanto facilmente.

Tuvok

Lun, 27/06/2016 - 14:42

L'intervista a BORIS JOHNSON di cui parla Mr ItalianoAllEstero è stata pubblicata dal Daily Mail. Boris dice testualmente: “Il PROGETTO DELLA PAURA E’ ACQUA PASSATA”. Cioè tutte le previsioni apocalittiche poste in atto per spaventare i brexiteers si sono rivelate false. Questo è il link: http://www.dailymail.co.uk/news/article-3661362/Immigration-NOT-reason-people-voted-leave-insists-Boris-Brexit-campaigner-suggests-Osborne-Foreign-Secretary-dream-ticket-replace-David-Cameron.html#comments Per OMAR EL SOMAR: Prima di procedere alle trattative per definire le modalità di uscita della GB è necessario che i TORIES nominino un nuovo leader,in quanto OLD DAVE era un fautore del REMAIN (perdente) ed è ovvio che i negoziati debbano essere portati avanti da un esponente del BREXIT (vincente) come JOHNSON, GOVE ecc.

PatrickC

Lun, 27/06/2016 - 14:52

I giovani inglesi pensano che quel che hanno glielo ha portato l'europa dei burocrati UE, mentre i cosiddetti anziani hanno visto la differenza tra quello che era prima l'Inghilterra e quello che e'ora con la UE. Ma qualcuno mi sa fare una lista di servizi davvero Europei? voglio vedere la lista. Ancora oggi bisogna moltiplicare migliaia di fogli per tutto, dichiarare mille volte le cose, etc, etc...la patente anche se valida deve essere cambiata se vai a vivere fuori dal tuo paese.....stupidita'

vince50_19

Lun, 27/06/2016 - 14:55

Piaccia o meno.. "La dottrina europea del Regno Unito rimane scolpita in due famosi interventi della Thatcher: quello a Bruges del settembre 1988, in cui veniva espresso un chiaro no a un’Europa Super-Stato centralizzato, e la preferenza invece per una libera convergenza di Stati in nome del libero mercato e della concorrenza; e il triplice “no, no, no” pronunciato tra fragorosi applausi alla Camera dei Comuni nell’ottobre del 1990, in cui il no deciso era a una moneta unica realizzata con il pieno esproprio del dovere della politica monetaria non a prendere ordini, ma a render conto di sé alla politica e a parlamenti eletti." Oscar Giannino (ed io sono con lui in questo caso).

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 27/06/2016 - 15:10

ED; IO MI DOMANDO QUANTE PERSONE CHE SCRIVONO I LORO COMMENTI CONTRO LA UE SONO PRONTE A PERDERE IL LORO LAVORO SE L;ITALIA USCIREBBE DALLA UE?; É SI! PERCHE SENZA IL MERCATO LIBERO DELLA UE LE NOSTRE MERCI NON SAREBBERO VENDUTE SENZA TASSE IN GERMANIA! FRANCIA! AUSTRIA! SPAGNA! SLOVENIA! ROMANIA! BULGARIA!ETC..ETC..., PERCHE SE UNA DITTA DEVE AUMENTARE IL PREZZO DEI SUOI PRODOTTI PER PAGARE DAZI E TASSE QUESTO LO DEVE FARE A SPESE DEI POSTI DI LAVORO! VEDIAMO QUANTE PERSONE ADESSO SONO DISPOSTE AD ESSERE DISOCCUPATE PER USCIRE DALLA UE?!.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Lun, 27/06/2016 - 15:10

Il problema non è tanto 'chi ha distrutto l'Europa': perché, per ora, l'Unione Europea è ancora lì. Il vero dramma è costituito dal fatto che questa 'Unione Europea' artificiale, nata prima da una menzogna e poi legata ad una concezione adulderata del reale, non doveva proprio nascere! Senza contare che, per la loro intrinseca struttura, al di fuori delle regole della Fisica e della Logica, le cose artificiali, fasulle, prima o poi, finiscono miseramente.

Mannik

Lun, 27/06/2016 - 15:11

@Tuvok - Cosa vuole che dichiari Johnson che è uno dei principali attori di questo affare. Che ha raccontato balle? Perché crede stia frenando l'uscita adesso, dicendo che non c'è fretta? Basta leggere la prima pagina di questa testata "Sterlina in caduta libera". Capisce perché non ha fretta?

Atlantico

Lun, 27/06/2016 - 15:20

Quoto vince50_19, gli inglesi non hanno mai accettato del tutto la costruzione europea ma non vorrei che ora fossero caduti dalla padella nella brace, visto che avevano uno 'statuto' del tutto particolare, e favorevole, come 'membri UE'. Il futuro ce lo dirà.

Ettore41

Lun, 27/06/2016 - 15:32

Confermo il Post di OVERDRIVE.

Ettore41

Lun, 27/06/2016 - 15:45

@LupaccioNero e Mr Blonde. .. Certamente, abbiamo capito molto di piu' di chi in UK non risiede. Credo di conoscere meglio io quello che sta succedendo (che risiedo in UK da piu' di 25 anno) di coloro che parlano a vanvera.

vincenzo1956

Lun, 27/06/2016 - 15:52

@ausonio.verissimo.ha voltato solo il 32%.Ho letto su un quotidiano un articolo di una giornalaia .Sostiene che a causa di un concerto dove erano presenti 15.000 ( quindicimila) giovanotti, il non voto di questi baldi e' stato determinante per l'esito finale ( 1.400.000 voti di scarto ndr)

carlolandi

Lun, 27/06/2016 - 15:53

Ho già commentato su " mi piace "-F- carlolandi

vincenzo1956

Lun, 27/06/2016 - 15:55

@mcm3 concordo con te.Il messaggio e' che i vecchi sono brutti sporchi e cattivi e che solo i giovani hanno diritto a decidere per il futuro.Ho letto delle boiate tipo un voto calcolato in modo piu' pesante a seconda dell'eta' ( pertanto il voto di un neonato varrebbe 10 volte di piu' di un sessantenne).Fossi al posto degli anziani direi ai baldi giovanotti:da oggi non vi passiamo piu' un pound.Createvi da soli il futuro come ce lo siamo creato noi

gcf48

Lun, 27/06/2016 - 15:57

pasquale esposito ma pensi anche il contrario. secondo lei non potremmo esportare in germania senza pagare dazi. e la germania esporterebbe da noi libera di dazi? Boh

bobots1

Lun, 27/06/2016 - 15:58

Tutte le rivoluzioni idealiste sono state fatte da una piccola minoranza (vedi per es. l'Italia). Il popolo si è mosso sempre e solo contro la fame. L'Unione Europea, un traguardo enorme (rincorso fino ad ora solo con le guerre), bello e logico sia economicamente che politicamente non dovrebbe essere messo in pericolo con un voto "democratico" ma anche impreparato. Questo è successo ora: Cameron ha tutte le colpe... Monti nella sua analisi, a mio parere, ha perfettamente ragione.

Tuvok

Lun, 27/06/2016 - 16:16

@Mannik - Guardi che rispetto all’Euro il pound è più forte oggi di quanto non fosse nel 2013 infatti oggi 1 pound vale 1,20 euro mentre nel 2013 valeva 1.179 euro, L’articolo probabilmente si riferisce alla sterlina rispetto al dollaro e in questo caso è vero. Non sono in grado di stabilire se questo fenomeno sia stato provocato da speculazioni “ad hoc”, non dimentichiamo che Mr Soros, tanto per fare un esempio, durante il famoso “mercoledì nero” ha provocato la svalutazione del 30% della nostra povera lira, per cui non mi meraviglierei se qualcuno stesse speculando sul brexit, c’era da aspettarselo. Scappo, il dovere mi chiama. Saluti.

giordaano

Lun, 27/06/2016 - 16:38

il voto di Brexit va rispettato, ma nessuno puo' impedirci di ripetere ancora ed ancora che e' stato una solenne idiozia, le cui conseguenze saranno pagate da tutti noi

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 27/06/2016 - 16:49

#gcf48. Ma, Cosa dovrebbero fare i ragazzi Italiani che escono dalle Universitá é dalle Scuole Italiane che non trovano un lavoro morire di fame in Italia?, É qui non ci sono solo le Merci Italiane che vengono esportate ma anche Persone che in Italia grazie alla Politica AntiItaliana del pdpci devono andare All,Estero per crearsi un futuro, É questo non e colpa della Germania oppure della UE ma é colpa di gente che da 50-70 anni votano partiti come il pdpci che Hanno rovinato l,Italia, Lei Cosa farebbe se avesse un Figlio/a in italia senza nessuna speranza di avere un futuro?! É io che vivo in Germania ho visto come piu di 700,000 Italiani si sono rifatti un futuro in Germania con l,aiuto della UE é che senza di questa sarebbero morti di fame in Italia, Lei parla di Merci?! Io parlo invece di Esseri Umani che possono essere rovinati da decisioni Idiote!.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 27/06/2016 - 16:59

Il processo democratico in Europa è stato cancellato (non "scavalcato"), da lungo tempo egregio Minzolini. Guardiamo all'Italia: il trattato di Roma del '58, quelli di Maastricht, Amsterdam, Nizza, Lisbona e una serie di "accordi" (Schengen in primis), sono tutti stati stipulati/sottoscritti senza la minima richiesta di approvazione (almeno a posteriori) del popolo italiano. Vogliamo parlare dell'Euro? Ci è stato "inoculato/imposto" (senza chiederci niente naturalmente) nel '99 ma con le sue regole già stabilite dal trattato di Maastricht del 92. Guarda-guarda, molti degli stati che lo adottarono non rientravano nei parametri prescritti (Italia, Belgio e Grecia prima di tutti), ma "miracolosamente" i burocrati di Bruxelles, che oggi predicano/pretendono il rigore assoluto, in quel caso chiusero occhi, orecchie e bocche! E in questo clima di non vedo-non sento-non parlo, i burocrati di Bruxelles (già telecomandati da Berlino)... 1 di 4 SEGUE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 27/06/2016 - 17:01

..si riservarono però la "sciocchezzuola" di stabilire i tassi di cambio tra le divise nazionali e l'euro; ed ecco che il magnifico Prodi e kompagni accettarono quell'indecenza di 1936,27 Lire per Euro che immediatamente ci sprofondò nella me... melma. A tutt'oggi, sono fuori dall'Euro il Regno Unito e la Danimarca che (ancora, a seguito di referendum...) godono di una speciale deroga che non li obbligherà mai a entrarvi e la Svezia, e poi Polonia, Repubblica Ceca, Bulgaria, Romania, Ungheria, Croazia. E meno male che Francia e Olanda nel 2005 hanno rigettato (tramite due referendum rispettati dai loro governi, ma guarda un po'...) la "Costituzione Europea" altrimenti ci saremmo ritrovati anche queste manette. Fai parlare i popoli (specialmente ora, dopo anni di "cura Bruxelles-Berlino-BCE-troika") e puntualmente QUESTA europa viene/verrebbe rifiutata. Lo stiamo vedendo con la Brexit, ma l'abbiamo già visto in passato: nell'84 con l'uscita della Groenlandia,.. 2 di 4 SEGUE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 27/06/2016 - 17:02

..nel 72 e nel 94 con il rifiuto (a seguito di altrettanti referendum, ma guarda un po'...) del popolo Norvegese di aderire alla EU, nel 2015 col ritiro della richiesta di adesione da parte dell'Islanda e poche settimane fa col ritiro della stessa da parte Svizzera... Centinaia di sondaggi (tutti accuratamente silenziati) indicano che praticamente tutti i cittadini degli stati europei vorrebbero uscire dall'Euro e una grandissima maggioranza anche dalla EU... ma tutto questo non tocca minimamente i governi nazionali (tutti controllati/ricattati da Germania, USA e robe simil-Goldman Sachs), figuriamoci i burocrati affossa-popoli di Bruxelles il cui pensiero è ben rappresentato da quelle indegne parole pronunciate da Junker a Maggio a Roma che pressappoco suonavano così: "voi governanti ascoltate troppo l'opinione pubblica interna... NON DOVETE ASCOLTARE GLI ELETTORI"!!! Mi aspetto una vera e propria guerra psicologica, dell'informazione guidata e rappresaglie.. 3 di 4 SEGUE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 27/06/2016 - 17:03

..economiche-finanziarie-politiche attuate da Berlino-Bruxelles per smontare la scelta degli Inglesi o, almeno, per scongiurare la dipartita di altri stati e il crollo del mostro EU al servizio di Berlino-USA.... vedrete! E noi? Cosa ci si può aspettare dall'ideologizzato, vigliacco, statalizzato popolo italiano? NIENTE! Eh già, perché per la Costituzione più bella del mondo "Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio (ma va?), di amnistia e di indulto, di AUTORIZZAZIONE A RATIFICARE TRATTATI INTERNAZIONALI" (art.75) e perché la maggioranza non va nemmeno a votare (neanche scheda bianca!). Semplicemente abbiamo accettato di morire in silenzio, prosciugati/svenduti da decenni di democratici-progressisti-solidali-ridistributivi governi rosso-cangiante (Pci-Pds-Ds-Pd e kompagni) ben supportati dal vaticano, da vuoti cosmici rossi (M5S) bilderberg-diretti e da un esercito storico di voltagabbana insegui-poltrone... Ma davvero moriremo così? 4 di 4 FINE

nopolcorrect

Lun, 27/06/2016 - 17:12

Preferirei mangiare pane e cipolla pur di vedere il mio Paese, l'Italia, libero dai diktat delle varie "borse" e dei "mercati". Ogni sera ad ogni telegiornale dobbiamo sorbirci l'informazione su come i biscazzieri decidono di muovere a loro interesse e piacimento le loro masse di denaro rubato per controllare e condizionare a loro piacimento il nostro Paese. BASTA. Come dice Salvini, a qualunque costo torniamo padroni a casa nostra, saremo più poveri ma saremo indipendenti dai biscazzieri. Col Brexit gli Inglesi veri, quelli del Popolo, quelli i cui antenati combatteroo a Waterloo, a Trafalgar, sulla Somme...non i fighetti a caviale e prosecco, ci hanno insegnato a rialzare la testa, ad essere rispettosi della nostra identità e gelosi della nostra indipendenza.

onurb

Lun, 27/06/2016 - 17:20

giordaano. Ma vale anche per tanti altri. Ha un concetto suggestivo di democrazia: poiché la maggioranza ha fatto una scelta che non condivido, non è detto che la maggioranza faccia sempre le scelte giuste. Il termine giusto, come tanti altri (conveniente, adeguato, ecc.) è indeterminato: ciò che è giusto, conveniente o adeguato per lei può non esserlo per me. La democrazia ha stabilito che in questi casi la decisione della maggioranza valga per tutti, anche per coloro che non sono d'accordo. Se si è veramente democratici, si accetta il giudizio della maggioranza; se si è dispotici, si inventano tante scuse per disattendere la volontà popolare.

DuralexItalia

Lun, 27/06/2016 - 17:47

@DuralexItalia Lun, 27/06/2016 - 13:17: chiaramente "Ida Magli"...

Ritratto di Caprimulgo

Anonimo (non verificato)

vince50_19

Mar, 28/06/2016 - 06:02

Il saturato - Condivido pienamente il suo post, chilometrico, ma del tutto esaustivo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 28/06/2016 - 06:18

pazzia fu uscire dalla Comunità Europea..

Dordolio

Mar, 28/06/2016 - 08:00

Che dire.... Minzolini non mi è stato mai simpatico. Ma quel che dice è condivisibile fino alle virgole. E scrive pure da dio.

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Mar, 28/06/2016 - 11:29

@ milanlondon: non e' che uno vive a Londra da 15 anni e deve per forza aver capito tutto. Uno puo' starci anche per 40 anni e non aver capito un cXXXo.