La Cina, lo Sco e l'importanza di far squadra

Il 14 giugno, il presidente cinese Xi Jinping ha partecipato alla XIX riunione del Consiglio dei capi di stato dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (Sco) a Bishkek, in Kirghizistan.

Xi ha affermato l'importanza del perseguire gli obiettivi ispirati dallo spirito di Shanghai, basato su fiducia reciproca, beneficio reciproco, uguaglianza, consultazione, rispetto per le diverse civiltà e ricerca di sviluppo comune, invitando ogni parte a lavorare insieme per rendere la Sco un esempio di solidarietà e fiducia reciproca, di sicurezza comune, di cooperazione reciprocamente vantaggiosa e un esempio di inclusività e apprendimento reciproco.

Seguendo lo spirito di Shanghai, la Sco ha saputo affrontare le sfide internazionali in continua evoluzione, diventando un riferimento importante e costruttivo che promuove sicurezza e sviluppo regionali, in risposta all'unilateralismo e al protezionismo.

Il segretario generale della Sco, Vladimir Norov, ha affermato che l'esperienza della Sco può essere considerata la prima nella storia della costruzione di un partenariato equo tra stati con differenti potenzialità economiche e politiche, caratteristiche culturali e di civiltà.

Xi ha chiesto, quindi, di rafforzare la reciproca fiducia politica, darsi maggiore sostegno, espandere la convergenza degli interessi, perseguire una politica di sicurezza comune, rafforzare la capacità della Sco di rispondere a situazioni complesse, anche per realizzare al meglio l'iniziativa Belt and Road (Bri) e le strategie di sviluppo dei paesi della regione e le iniziative di cooperazione regionale come l'Unione economica eurasiatica (Eaeu). Negli ultimi 18 anni la Sco è diventata una patria comune per i paesi della regione, riunendo i suoi 8 stati membri, i 4 paesi osservatori e i 6 partner di dialogo per tener fede alle proprie responsabilità internazionali, rimanere coerenti con la visione di una governance globale basata su ampie consultazioni, contributi congiunti, condivisione di benefici e intensificare il coordinamento e la collaborazione. La Sco sosterrà inoltre il sistema internazionale riconoscendo la centralità delle Nazioni Unite, promuoverà il multilateralismo, il libero scambio e renderà l'ordine internazionale più giusto ed equo.

L'organizzazione inietterà sicuramente energia positiva nel contesto internazionale e darà un maggiore contributo alla pace a lungo termine e alla prosperità del mondo.