Clima, tutto il mondo contro Trump

Dall'Ue alla Cina, dal Vaticano alla Disney: la condanna è unanime. Eccetto Mosca

New York - Tutti contro Trump: va dagli Stati Uniti all'Europa, passando per l'Asia, la levata di scudi contro la decisione del presidente di ritirare gli Usa dall'accordo di Parigi sul clima. Le critiche partono proprio dall'America, dove un gruppo di città e Stati ha dichiarato «guerra» al tycoon, con in prima fila il governatore di New York Andrew Cuomo, che ha firmato oggi un ordine esecutivo per aderire all'alleanza pro-Parigi e applicare l'intesa raggiunta nel 2015. Insieme a lui ci sono i governatori di California, Washington, Colorado, Massachusetts, Connecticut, e i sindaci di 61 città tra cui New York, Chicago, Los Angeles, Filadelfia, New Orleans, Seattle e Boston. E l'ex primo cittadino della Grande Mela, Michael Bloomberg, ha promesso di donare 15 milioni di dollari per sostenere gli sforzi delle Nazioni Unite contro il cambiamento climatico. Contro l'addio a Cop 21 si è schierata anche la grande industria a stelle e strisce: il Ceo di Tesla, Elon Musk, ha deciso di lasciare il consiglio degli advisor economici della Casa Bianca, seguito a ruota dall'amministratore delegato di Disney, Bob Iger. Nonostante l'indignazione della Corporate America, però, i mercati brindano, guidati da Wall Street che prosegue la volata iniziata giovedì pomeriggio. Mentre alla Casa Bianca i grandi sconfitti sono la figlia di Trump, Ivanka, e il marito Jared Kushner, assenti dal Rose Garden per l'annuncio dopo che si erano battuti per la conferma dell'intesa. Schietto il capo dell'agenzia Usa per l'ambiente, Scott Pruitt, che ha detto: «l'accordo è un mucchio di parole con benefici minimi sull'ambiente». Quasi unanimi, invece, le critiche oltre Atlantico, a partire dal Vaticano: la decisione di uscire dall'accordo di Parigi è «un disastro per l'umanità e per il pianeta», ha commentato monsignor Marcelo Sanchez Sorondo, Cancelliere della Pontificia accademia delle Scienze. «È andare contro quello che ha detto Papa Francesco», ha aggiunto ricordando l'enciclica Laudato Si, in cui Bergoglio ha chiesto una «conversione ecologica globale». Il Pontefice peraltro, in occasione dell'incontro con il presidente Usa, gli aveva regalato proprio un libro sull'ambiente. Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha lanciato invece un appello «agli Stati e alle città Usa, così come al mondo dell'industria e alla società civile, a scommettere sull'economia verde, che è l'economia del futuro». Questo nonostante le rassicurazioni di Trump, secondo cui «l'America resta impegnata sul fronte dell'alleanza transatlantica e degli sforzi per proteggere l'ambiente». Per il premier Paolo Gentiloni «c'è un accordo, quello di Parigi, che va mantenuto, e noi lo manterremo»: «Spero che gli Stati Uniti possano rivedere la loro posizione». Sulla stessa lunghezza d'onda anche gli altri leader europei: la decisione di Trump «non ci fermerà», ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, mentre il presidente francese Emmanuel Macron ha «scippato» la frase cult del tycoon, «Make America great again», rilanciandola in chiave ecologica con «Make our planet great again». E Jean-Claude Juncker ha assicurato che «Cina e Ue sono allineati per soluzioni comuni» contro il cambiamento climatico. Chi invece ha tentato di fare da mediatore è il presidente russo Vladimir Putin: l'intesa dovrebbe entrare in vigore nel 2021, «c'è ancora tempo per essere costruttivi se lo vogliamo». Poi si è smarcato affermando: «per il momento noi non abbiamo ratificato l'accordo perchè vogliamo aspettare che siano formulate le regole sulla divisione delle risorse».

Commenti
Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 03/06/2017 - 09:28

Il mondo è preda del politicamente corretto. Un idolo creato da cervelli portati all'ammasso.

antipifferaio

Sab, 03/06/2017 - 09:31

Avete scambiato le frasi "il mondo dei media corrotti e proprietà di Soros e compari" con "il mondo fatto di gente concreta con gli occhi aperti e che capisce la differenza tra propaganda ingannevole e la realtà"...In sostanza ogni scusa è buona per cercare di rafforazare la DITTATURA DI SINISTRA CHE PORTERA' IL PIANETA ALLA GUERRA NUCLEARE.

Luigi Farinelli

Sab, 03/06/2017 - 09:35

Lotta all'inquinamento si! Spaccio di truffe pseudo-scientifiche come quella dei "cambiamenti climatici antropici" no! E' l'esatta misura di quanto il mondo sia in balia di criminali fatti passare per filantropi e protettori dell'umanità, dediti invece ai loro esclusivi interessi mercantilisti fregandosene delle emergenze vere dell'umanità. Oggi gli scienziati veri che affrontano il problema con metodo scientifico sono imbavagliati dai media asserviti al NWO che l'opinione pubblica la crea artificialmente il raggiro mediatico, facendo passare solo i messaggi dei venditori di fumo, pseudo-scienziati burattini del vero potere che, quello si, sta distruggendo il pianeta col cancro ideologico. Trump, tieni duro!

clz200

Sab, 03/06/2017 - 09:46

Io faccio parte del mondo e non sono contro Trump poiché ritengo che il clima non stia cambiando, stiamo vivendo un ciclo. Rubbia e Zichichi hanno affermato questo

Lucaferro

Sab, 03/06/2017 - 09:52

Trump: l'unico che ha il coraggio di smontare il falso mondiale e andare contro il sistema che ha ridotto la terra ad un campo di lavori forzati e di scorrerie omicide. Putin, grande politico, lo ha capito e, sotto sotto, condivide. Tutto il resto è ciarpame prono e dedito solo ai propri loschi interessi. Attori, tersicorei e circensi, cantatori e funamboli vari farebbero bene a tacere e fare un esame della loro coscenza.

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Sab, 03/06/2017 - 10:04

Insomma, lo insultano mentre fa gli interessi dei cittadini americani (anche quelli che non l'hanno votato); lo faranno santo postumo come Reagan?

MudPitt

Sab, 03/06/2017 - 10:05

"Don't worry, be happy" ha detto Putin. Lui lo e' senz'altro. USA, Nicaragua e Siria; una compagnia improbabile! Gli unici a non rientrare nel patto. Presto ci sara' anche la russia. La Cina guidera' le sorti del mondo; adesso comincio a impararmi il mandarino. (senza semi!)

Luigi Farinelli

Sab, 03/06/2017 - 10:11

Imporre politiche senza alcun fondamento scientifico che, con la scusa del clima, impediscono lo sviluppo significa mantenere interi popoli nella povertà e farcene sprofondare altri (vedi Italia invasa di brutto). La Chiesa si avvia (inconsapevolmente?) a favorire il controllo delle nascite inseguendo la moda ecologista e non rendendosi conto che proprio questo è l'obiettivo dei "Signori del clima" (da Soros a Banki-Moon a chi ha piani miliardari speculando su ideologie truffa). Invece di seguire la voce degli scienziati veri che incitano a non dar retta alle bufale, Bergoglio segue le deliranti affermazioni (maggio 2015) di Mons. M. Sanchez Redondo, Cancelliere delle Pontificie Accademie che lascia l'atroce dubbio che l'adesione alle politiche di controllo delle nascite non sia proprio inconsapevole.

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 03/06/2017 - 11:24

E' sintomatico che il gruppo industriale tesla si sia dissociato. Tesla ha investito molto nelle auto elettriche che sono un concentrato di inquinamento ambientale. La costruzione delle batterie é molto inquinante e l'energia per caricare le batterie é fornita dalle centrali tradizionali. Lavoisier diceva "nulla si crea nulla si distrugge".

Popi46

Sab, 03/06/2017 - 11:26

Auguro a Trump di avere le spalle così forti da continuare nella "sua"politica. Come si dice? Non ti curar di loro, ma guarda e passa (a occhio e croce, Dante mi sembra)

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Sab, 03/06/2017 - 11:46

Vi dimenticate di citare l'unico vero fine che si nasconde dietro le politiche ambientaliste: la depressione dell'economia affinché i soliti noti si impadroniscano delle aziende e della ricchezza di un paese. Le politiche abortiste, omosessualiste, hanno per scopo parallelo la denatalità. Se ne parla da 40 anni, Monti ne ha parlato senza rimorsi, e ora che abbiamo scoperto il gioco, l'unica soluzione contro chi ancora ragiona è stato coniare l'aggettivo "complottista" o farsi le leggi contro le fake news...Pagliacci e servi.

Templar

Sab, 03/06/2017 - 11:47

e lui giustamente se ne frega

Ritratto di petrus

petrus

Sab, 03/06/2017 - 11:53

Mantiene le promesse per le quali è diventato Presidente degli Stati Uniti d'America. Se ne frega, giustamente, delle scemenze scritte da chi non capisce niente di scienza, nella fattispecie l'ometto "vestito di bianco" residente in Vaticano.

valentina46

Sab, 03/06/2017 - 11:57

Posso ricordare che "Groenlandia" significa "terra verde" e che fu abitata, con vescovo nominato da Roma, per secoli? La BALLA che noi stiamo riscaldando il pianeta comincia ad avere le gambe corte. Il pianeta fa quello che gli pare e noi possiamo solo cercare di fare i bravi bambini, senza per questo sentirci eroi, Vai Donald, vai Vladimir!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 03/06/2017 - 12:07

La Germania ha il 60 % della produzione energetica con il carbone. La Germania riduce le emissioni dei propri veicoli con i trucchi software. La germania produce le sue auto in Messico, perchè la mano d'opera costa poco , Città del Messico è una città inquinata, meglio inquinare Città del Messico che Stoccarda. Città del Messico ed il Messico sono governati dal PRI centrosinistra,con il popolo che vuole scappare negli USA, Bravo Bergoglio. Ma Obama aderiva al protocollo di Kyoto?

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 03/06/2017 - 12:40

Gentile signora Valeria, una preghiera che, in assoluta intelligenza, vien dal cuore: tolga chi le scrive e con lui ogni persona del popolo di ogni popolo sovrano del mondo dal suo elenco! Li tolga dal novero degli oppositori al "Commander in Chief", eletto da "We the the people" perché usi del potere a lui conferito per difendere con il "We the people" ogni "popolo sovrano" del mondo dalle persecutorie, predatorie angherie dittatoriali del Deep State! Il Deep State s'avvale, in questa comandata opera distruttiva di ogni libertà, dell'asservito e prezzolato Main Stream globale, teso, questo Main Stream, a stendere sul globo la asfissiante coltre nera del NWO. NWO ambito, zitto zitto, dal Deep State, ambito sempre e solo a danno del "popolo sovrano". Sereno anno ... Libertà o cara

momomomo

Sab, 03/06/2017 - 12:50

Toh, toh, toh, la CINA, il più grande inquinatore del mondo e di tutti i tempi, diventato il portabandiera dell'ecologia.....

Ritratto di ateius

ateius

Sab, 03/06/2017 - 13:16

Trump con queste scelte porterà gli Usa alla autosufficienza energetica petrolifera liberalizzando le trivellazioni sul proprio territorio.- una svolta epocale che già sta facendo scendere le quotazioni del brent. e i cui sviluppi si avranno nei decenni futuri con i nuovi equilibri mondiali tutti da ricostruire. aggiungo solo una cosa.. quante guerre ssarebbero evitate... se ciò fosse accaduto prima..?

rino biricchino

Sab, 03/06/2017 - 14:39

Vai Trump! Tieni duro! Torna a bruciare carbone!

vincenzo1956

Sab, 03/06/2017 - 14:45

E Trump rispose ( vedi marchese del grillo) " Io so' io e voi non siete un c......)

Malacappa

Sab, 03/06/2017 - 14:56

E chi se ne frega dice Trump.

alox

Sab, 03/06/2017 - 15:09

@Orione non e' vero gli USA non sono l'Italia! Abbiamo piu' di 60 fabbriche nucleari sparsi in 30 Stati che contribuiscono alla carica delle batterie...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 04/06/2017 - 10:03

vabbè ma voi lettori vi è simpatico Trump è tutto il mondo che è comunista e sinistroide non vi pare? Come dite sempre voi.Ma è ancora presto aspettate e vedrete le sorprese..Corvo rosso , città del Mexico è la città piu grande del mondo ci sono o cerano fino poco tempo fa il 6% di disoccupati mente voi siete al 40%,anche gli italiani scappano in USA per questo.A fine mese sarò in Mexico..io personalmente preferirei vivere in Mexico che in USa che dei quali conosco 11 stati.