Il diario segreto di Asia Argento: "Weinstein mostro, mi violenta"

Il fax dell'attrice mandato nel '97 alla cronista del Giornale. "Stasera a Roma c'è la festa della Miramax, lui è il mio boss"

Da giorni leggo le miserabili cronache di quel che ha fatto Harvey Weinstein a decine di giovani donne e provo un misto di rabbia e di orgoglio. La rabbia è il minimo sindacale per una cosa del genere.

L'orgoglio è per Asia, la meravigliosa e folle ragazza che di cognome fa Argento e che finalmente ha trovato il coraggio di parlare. A me l'ha raccontato 20 anni fa, quando siamo diventate amiche dopo una lunga e bellissima intervista che le ho fatto per un mensile femminile oggi chiuso. Ho perfino un fax che mi ha scritto poco prima che andasse a Cannes dove è avvenuta la violenza e mi sento ancora in colpa per non aver capito subito cosa stava rischiando. In fondo lei era una ragazzina e io una donna fatta. Avevo una specie di transfer materno nei suoi confronti, fin dal primo momento ho sentito il bisogno di proteggerla.

Durante l'intervista mi aveva raccontato una storia che le avrebbe procurato un sacco di grane anche se si trattava di una ragazzata. Le promisi di non scriverla e lei da quel momento decise di fidarsi di me. Abbiamo avuto per parecchio tempo un fitto scambio di corrispondenza via fax perché all'epoca non esisteva la posta elettronica. Ho tenuto via tutti quei fax perché Asia scrive benissimo e io ho un debole per le frasi belle, divertenti, sorprendenti. In uno dei primi per consolarmi di un fidanzato fedifrago ha scritto: «Quasi tutti gli uomini sono dei fagioli in umido: con una cucchiaiata si può fare una strage». Mi aveva fatta ridere fino alle lacrime anche se poche righe prima aveva scritto: «Stasera c'era un festone per il capo della Miramax, mr Weinstein, che è a Roma, ma io non ci sono andata. Certo, è il mio boss, e allora? È un cicciabomba butterato. Ha una lingua lunga tre metri e me la vuole sempre infilare al caldo».

Seguiva una frase irripetibile su dove mr Weinstein doveva sbattere quella sua schifosa linguaccia e di lui per un po' di tempo non ho più sentito parlare. Poi Asia era andata a Cannes e io in giro per il mondo per le sfilate: parlavamo un po' al telefono, ci mandavamo un sacco di sms, ma per un paio di mesi non ci eravamo più scritte dei fax così folli e personali. Asia era depressa, di questo sono strasicura, ricordo di essermi preoccupata parecchio per lei perché non era più la simpatica guascona che mi sarebbe piaciuto avere come figlia pur sapendo benissimo che mi avrebbe dato un sacco di gatte da pelare. In settembre aveva compiuto 22 anni e poco dopo mi aveva mandato un fax con un'enorme margherita stilizzata: «Daniela, solo due parole di felicità. Mi ha appena chiamato a casa Abel Ferrara, vuole che domani stesso vado a NY per incontrare lui Willem Dafoe e Christopher Walker. Sono così felice che non credo che riuscirò a dormire... il mio regista preferito. Volevo solo dividere con te questo momento!».

Ero felice anch'io per lei e avevo continuato a esserlo finché una notte mi aveva telefonato in lacrime raccontandomi per filo e per segno quel che le aveva fatto a Cannes mr Weinstein. Ero annichilita dall'orrore. Non ebbi neanche bisogno di chiederle perché non avesse denunciato subito lo stupro: me lo disse lei. Ricordo le sue parole esatte: «Quel ciccione schifoso è così potente che la passerebbe liscia. A Monica Levinsky credono solo perché ha tenuto via il vestito. Perderei la stima di Abel. Non ci posso nemmeno pensare». Tentai di consolarla e alla fine le detti ragione: cerca di dimenticare, sei giovane, hai una vita davanti a te. Quando incontrai mr Weinstein a una sfilata della sua ex moglie Giorgina Chapman, stilista (D'Agostino direbbe «per mancanza di prove») del brand Marchesa, mi rifiutai di stringergli la mano. Lui non se ne accorse nemmeno, perché gli americani lo fanno spesso. Hanno paura dei microbi, loro.

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Ven, 13/10/2017 - 09:41

Non penso che Asia Argento, come molte delle attrici che ora fanno tanto rumore per rimanere sulla cresta dell`onda prima di conoscere Harvey Weinstein, fossero state tutte delle CASTE-SANTARELLINE???

Ritratto di .vaaciapairatt.

.vaaciapairatt.

Ven, 13/10/2017 - 10:25

povera cocca di mamma

fabioerre64

Ven, 13/10/2017 - 10:25

Era libera di rifiutarsi come hanno fatto altre come la Jolie, lo stupro è un'altra cosa...

toni175

Ven, 13/10/2017 - 10:40

Prima la danno per essere famose, dopo venti anni si lamentano, qualcosa non torna.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 13/10/2017 - 10:52

Spiacente ma non trovo nessuna pena per Asia e trovo inqualificabile il comportamento della Fedi. In altre parole tutte e due pensano che per la carriera si puo' accettare questo e altro!

bettytudor

Ven, 13/10/2017 - 10:55

Tanto si sa nel mondo dello spettacolo la prostituzione e` la regola. Di brave e belle ce ne sono migliaia nel mondo, ma solo quelle che si prostituiscono fanno carriera e questo non succede solo a Hollywood. Credo che nessuno sia onesto in quel giro, salvo forse rarissime eccezioni piu` che altro del passato. Del resto, cosa vi aspettate? Sono dei commedianti, dei guitti diventati milionari grazie alla tecnologia, non certo per merito loro. La loro moralita` non esiste, infatti son tutti liberal

Ritratto di fioellino

fioellino

Ven, 13/10/2017 - 11:03

Cosa dire delle attrici tanto disinibite che si sono prestate al "sacrificio"? E della dolce Clinton Illary che ha un marito ancor più biasimevole di un produttore? Un'altra cosa: a nessuno ha fatto schifo l'odore dei soldi regalati!

ex d.c.

Ven, 13/10/2017 - 11:30

Storia assurda, meraviglia solo il fatto che sia un sostenitore del PD americano. Forse l'America con Trump funzione bene!

edoardo11

Ven, 13/10/2017 - 11:31

Sapevano,tutte,che era un "mostro".La domanda è:come mai la notizione è uscita adesso?

Guido39

Ven, 13/10/2017 - 11:41

Proprio non ce la vedo Asia Argento che si lascia stuprare.

Oraculus

Ven, 13/10/2017 - 11:44

Donna??...e' l'inganno della specie!! , cosi' la dipingeva un famoso scrittore gay al 100%...del 1900. Fanno di tutto per ostentare quello che la natura la fornisce , provocano per far sottonintendere disponibilita' e poi quando sottostanno allo scambio e ben risarcite fanno le vittime??...la donna da Eva non e' mai cambiata...e' l'uomo di oggi purtroppo che e'...cambiato.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 13/10/2017 - 11:54

se non volevi essere "stuprata" lo lasciavi lì e andavi via , il giorno dopo ti saresti messa alla ricerca di un anziano non autosufficiente e avresti fatto una carriera da badante ,più adatta a te , invece hai accettato , hai fatto quel poco di carriera che eri in grado di fare e ora vivacchi senza fare un vero lavoro(manuale)

polonio210

Ven, 13/10/2017 - 12:04

Quello che mi lascia perplesso è il fatto che queste donne di spettacolo solo ora denuncino uno stupro subito molti anni fa.A rigor di logica,se una donna subisce uno stupro,denuncia immediatamente il suo violentatore.Se non lo fa,essendo l'ancora presunto reo una potenza nel campo dello spettacolo,sorgono spontanee domande:non lo hanno denunciato per paura o per evitare ritorsioni oppure perché in quel momento era utile,per le presunte vittime,stare zitte per continuare nella loro carriera artistica ed oggi arrivate ai vertici denunciano a raffica.Con questo non voglio dire che il reato non ci sia stato ma,non essendoci stato ancora un processo con relativa condanna,tutte le possibilità possono e debbono essere vagliate.Se non sbaglio uno dei cardini su cui si basano le leggi di un paese civile è quello che definisce il sospettato innocente fino a prova contraria.

Oraculus

Ven, 13/10/2017 - 12:05

La donna e' alla ricerca dell'uomo che non esiste...pronta a dargli la propria esclusivita' , pero' pretendendo quella di lui , peccato che pero' , cosi' facendo , lei in quel uomo sa di avvilirne le sue piu' naturali esigenze naturali...quindi e' in lei insito il piu' ripugnante e subdolo fine nel volerlo dominare...col...ricatto!!. Gli istinti sono obbligazioni irresistibili...alla donna puo' bastare un solo uomo , all'uomo??...come minimo sette sono le donne che aspettano...

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Ven, 13/10/2017 - 12:06

Adesso tutti addosso al mostro......prima,nessuno ne sapeva niente ! Compresa questa sopravvalutata sciacquetta che dopo molti film girati e una relazione durata 5 anni,si è ricordata di èssere stata .............violentata 20 anni prima !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma per favore........

Ritratto di makko55

makko55

Ven, 13/10/2017 - 12:34

Con tutto il rispetto verso chi subisce violenza, questa doveva scegliere di fare la commessa .

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Ven, 13/10/2017 - 12:35

Ciao Asia, mi spiace per i vari commenti. Come puoi vedere al mondo di mostri ce ne sono tanti.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Ven, 13/10/2017 - 12:45

Una nullità come lei può apparire nei media solo per questi racconti. Se ne avesse degli altri, magari di anni fa, farebbe ancora più spettacolo.

Dordolio

Ven, 13/10/2017 - 13:09

E' sempre stata una consolidata prassi hollywoodiana fin dai tempi del Grande Cinema. Riferita puntualmente da libri e riviste specializzate. E mai smentita. Si chiamava propriamente "Passaggio per il sofà del produttore". E nessuno allora - chissà perchè - se ne scandalizzava. Una circostanza di fatto, data per scontata. Chiedere a qualsiasi critico cinematografico minimamente preparato, prego. Se intellettualmente onesto farà anche abbondanza di nomi e cognomi.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Ven, 13/10/2017 - 13:27

Ecco finalmente spiegato come ha fatto,una sciacquetta da quattro soldi,ad ottenere qualche particina ad Hollywood;cio' che invece non mi riesco a spiegare e' cosa pensi di ottenere facendo la parte della sedotta e abbandonata;per favore,almeno questa,non candidatela in forza italia.

Jimisong007

Ven, 13/10/2017 - 13:31

Cari amici, confondete la sensualità femminile per disponibilità ad essere forzate a rapporti sessuali. Riprogrammatevi

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Ven, 13/10/2017 - 13:33

'Mi violenta....!' Si' e ai tempi non denuncio', fece tanto bene alla carriera...

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 13/10/2017 - 13:37

Per fare carriera la maggior parte prima cercano di farsi trombare e di assecondare, poi, a distanza di anni, fanno finta di essere state "ferite", nel loro orgoglio di donna. Ma .... pensarci prima, ribellarsi e denunciare? Ah, vero, forse così non si fa carriera.

Rudolph

Ven, 13/10/2017 - 13:47

Per me era semplice commercio. Nessuna ha detto che era in condizione di bisogni essenziali e vitali, volevano arricchirsi ed avere successo. Vorrei vedere se la Argento avrebbe acconsentito ad avere gli stessi rapporti con un aitante manovale o un apollo di spazzino, o con un operaio avvenente e affascinante. No, è andata da Weinstein, famosissimo produttore, un rospo anche quand'era giovane, e adesso piagnucoli? Dopo vent'anni? Ma va là, dai!

Royfree

Ven, 13/10/2017 - 13:52

Puttanella da 4 soldi che nonostante figlia di un famoso e ricco regista per sbarcare lo scenario era disposta a tutto. Che Weinstein fosse uno schifoso orco è palese ma se non lo fosse stato avremmo una interminabile sfilza di attrici famose in meno.

Michele Calò

Ven, 13/10/2017 - 14:08

"O me la dai o scendi" si chiama stupro adesso? Sapevo che da sempre potere e "pilu" sono in simbiosi. La Argento ,poi, meglio che taccia che senza quella "leccata" sarebbe solo una delle tante tossiche romane. Pfuiii!

evuggio

Ven, 13/10/2017 - 14:17

spero che la signora Clinton non faccia la stupidaggine di rendere i soldi ricevuti da Wainstein: li dia a qualche associazione di bambine vittime di violenze!

petra

Ven, 13/10/2017 - 14:34

Stupro = atto sessuale imposto con la forza. Non mi pare sia questo il caso. Comunque a quel tempo era all'ordine del giorno che il "CAPO" ti facesse questo genere di proposte, dietro, magari, promessa di qualche vantaggio. A molte di noi è successo. C'era chi diceva di no, chi di sì. Asia poteva scegliere, non aveva 10 anni, ne aveva 21. Le conveniva dire di sì? AMEN. Inutile scandalizzarsi dopo 20 anni. La mia indignazione e commozione le riservo per le violenze sessuali vere e proprie sui bambini indifesi. Quelli sì sono CRIMINI da condannare con pene molto severe!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 13/10/2017 - 15:11

petra: condivido in tutto. Lo stupro è una cosa seria, richiede una violenza fisica cui sia impossibile resistere o una minaccia molto grave. Semplici pressioni o ricatti sulla carriera fanno schifo, ma non sono stupro.

jaguar

Ven, 13/10/2017 - 15:12

In gioventù pur di fare carriera hanno taciuto tutte, adesso che hanno passato i quaranta, cominciano a parlare. Weinstein sarà un mostro, ma tutte queste donne se avessero avuto un minimo di dignità potevano dire no.

aredo

Ven, 13/10/2017 - 15:17

@petra: a quel tempo? Non è cambiato niente. Ovunque in tutti i settori è tutto raccomandazioni per sesso, parentela, partiti politici, sindacati.

VittorioMar

Ven, 13/10/2017 - 15:25

...PERCHE' ORA ??..CUI PRODEST??...A TEMPO RITARDATO ??..CHI SARA' MAI L'ISTIGATORE...IL SUGGERITORE...?..E' UN MODO DI SDEBITARSI DI UN AIUTO RICEVUTO,SENZA CLAMORE ,SENZA RUMORE,SENZA L'INTERESSE DEI MEDIA MONDIALI! ..E SI RITORNA ALLA VITA "NORMALE" DI SEMPRE !!..NON TROVATE UNA CERTA ANALOGIA CON LE AMERICANE DI FIRENZE ?...L'IMMORALITA' DILAGANTE E' STATO ARGOMENTO DI CRONACA DEL "GIORNALE" DELLE ADOLESCENTI ITALIANE CHE SI VENDEVANO PER POCHI SPICCIOLI....GENERALE SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE !!...CUI PRODEST??

onurb

Ven, 13/10/2017 - 15:54

Una semplice domanda: perché Asia Argento si è confidata con Daniela Fedi e non con la polizia? La risposta che ha dato, perché era troppo potente e l'avrebbe passata liscia, non è per nulla convincente. Mi convincono di più le parole di un'attrice italiana, disponibile ad aiutare, lascio immaginare in che modo, il fratello, la quale ebbe a dire: "dare moneta, vedere cammello."

Cristiano doc

Ven, 13/10/2017 - 16:06

Era talmente depressa che gli e la data per 5 anni mah.....

giseppe48

Ven, 13/10/2017 - 16:08

Ma chi vi crede per fare strada bisogna darla via è una legge di mercato.vi siete godute?

Ritratto di fioellino

fioellino

Ven, 13/10/2017 - 16:11

Ecco perché un'incapace come Asia ha fatto carriera. Io ho fatto carriera con i concorsi statali e sono serena e contenta.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Ven, 13/10/2017 - 16:23

Ma tutte adesso, prima???? Faceva TROPPO COMODO.

canetti

Ven, 13/10/2017 - 16:25

Questa e' una che nel 2001, guidando a 600 all'ora con una fuoriserie, ha quasi fatto secco un poveraccio sul GRA ed e' scappata via. Riapparsa molte ore dopo con gli avucat perche' aveva la pula alle calcagna. Un bel tipetto.

Ritratto di ateius

ateius

Ven, 13/10/2017 - 16:54

con tutte le professioni che una persona sceglie per guadagnarsi il pane....l'attrice non è certo il più sicuro in termini di proposte e avance. se sceglieva di fare l'impiegata..la dottoressa, l'addetta alle pulizie..o l'insegnante universitaria o anche la guardarobiera, avrebbe scelto di correre meno rischi. ad ognuno le Sue scelte.

Ritratto di francesco.izmir

francesco.izmir

Ven, 13/10/2017 - 17:19

Vorrei ricordare alle aspiranti principesse che l'originale ha perso la scarpetta, non le mutande.

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Ven, 13/10/2017 - 17:23

Ma basta per favore......Prima la danno via per fare carriera,poi, dopo 20 anni frignano fingendo di pentirsi !

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 13/10/2017 - 17:36

Non date spazio a questa nullità. Nessuno crede al suo esser vittima... non siamo mica scemi.

frabelli1

Ven, 13/10/2017 - 18:02

Invece di raccontarla all'amica, perché non l'ha raccontato alla polizia in modo che risultasse dai verbali? Forse perché poi temeva di non lavorare più? Non raccontiamoci perché allora le donne non contavano, contavano come contano oggi e come sempre hanno contato. Oggi, invece, visto che Weinstein è preso di mira dall'umanità, è più facile sparare contro.

lavieenrose

Ven, 13/10/2017 - 18:17

ma basta: lui era sicuramente un porco come la maggior parte dei produttori di Holliwood e non solo, ma lei se voleva poteva scappare come un treno e di sicuro lui non l'avrebbe rincorsa con la panza che aveva, quindi cosa bloatera?

lavieenrose

Ven, 13/10/2017 - 18:18

ho letto un articolo sul corsera relativo all'Argento: semplicemente vomitevole.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 13/10/2017 - 18:25

Ma queste rivelazioni intime della Fedi sono unilaterali e non autorizzate, o concordate con la Argento? E comunque la Fedi ha dimenticato di citare che la Argento ha anche ammesso di aver avuto una storia con costui, negli anni successivi. Quindi non le faceva tanto schifo...Una sciacquetta come tante altre. Storie di ordinaria promiscuita` cinematografica cantata gia` 40 anni fa da Guccini nella canzone Fantoni Cesira https://www.youtube.com/watch?v=eAONUApX-ow (Verso finale: "Per aver soldi, la fama e la gloria bisogna essere un poco pu..ana")

lavieenrose

Ven, 13/10/2017 - 18:26

francescoizmir il suo commento è una meraviglia. Complimenti.

mariolino50

Ven, 13/10/2017 - 18:28

Il divano del produttore è sempre esistito, lo disse anche Marilin, altra cosa direi, c'era la fila per andarci, anche nei tempi quasi antichi.

contravento

Ven, 13/10/2017 - 18:36

FOSSERO TUTTI COME COSTUI. SI EVITEREBBERO TANTI GUAI PER LE DONNE.

Rottweiler

Sab, 14/10/2017 - 00:16

Io non capisco: sei bella, brava, ma sei uguale a 1000 altre perche' sei all'inizio della tua carriera. Vuoi prendere la scorciatoia per arrivare prima al successo, quindi scambi i tuoi principi in un "accordo". E quando ti fa comodo sbatti i piedi urlando allo stupro ? Dimenticandoti che se non fossi scesa a patti non saresti nel posto dove sei, ma ci sarebbe un'altra ?....

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Sab, 14/10/2017 - 05:52

Che l'abbia data al produttore per avere parti che altrimenti, per la sua mediocrità, non avrebbe avuto, è comprensibile. Che lo abbia fatto per cinque anni, è un po' meno comprensibile. Che dopo vent'anni, per salvarsi la faccia, gli si rigiri contro accusandolo di stupro, unendosi alle altre pugnalatrici ex-beneficiate, questo sì, la dice lunga sul suo spessore morale.

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Sab, 14/10/2017 - 05:53

Ha dato moneta e ha visto cammello.

AndyFay

Sab, 14/10/2017 - 08:10

Asia dice dice di aver accettato le avances perché il regista era troppo potente. Avrebbe potuto ostacolare la sua carriera, quindi meglio accettare. Accettare per ottenere un vantaggio e poi affermare che è stato uno stupro? Non è una marchetta? Fanno schifo tutti e due.

DoctorMR

Sab, 14/10/2017 - 08:34

Gentile signora, lei non era un poliziotto, un carabiniere o un magistrato: pertanto la "simpatica" Asia non ha denunciato un bel niente perché le faceva comodo. Provo solo pena per la poetica scrittrice. Cerchiamo di non coprirci di ridicolo.

DoctorMR

Sab, 14/10/2017 - 08:45

Caro Jimisong007, dovrebbe riprogrammarsi lei: nel caso specifico la signora Fedi (che ci fa anche la morale) e la "simpatica" attrice (non so se sia più amorale o necessiti di più di uno psichiatra) accettano per interesse la "forzatura". Si chiama "do it des".

elpaso21

Sab, 14/10/2017 - 15:11

Mi pare si possa parlare di giochi erotici.