Un documento incastra il Pd. Ecco il bluff di Bonaccini sui punti nascita

Chiuse le sale parto in montagna. Bonaccini annuncia la riapertura e ringrazia Speranza. I comitati: "Nel Patto della salute dei punti nascita neanche l'ombra"

Leggi le dichiarazioni di questi giorni e ti convinci che i "punti nascita" sull’Appennino emiliano siano ormai un problema del passato. Tutto risolto. Stefano Bonaccini l'ha annunciato ("li riapriremo"), ringraziando il ministro Speranza per aver introdotto nel "Patto della salute" la revisione dei "parametri" che ne avrebbero provocato la chiusura. Poi però vai a leggere il documento e qualcosa sembra non tornare: "Nel Patto - evidenzia uno dei comitati - non c'è neanche l'ombra dei punti nascita".

Breve riassunto. Tra il 2014 e il 2017, nelle zone montane dell'Emilia Romagna chiudono i battenti quattro presidi. Si tratta di Porretta Terme (Bologna), Castelnuovo ne’ Monti (Reggio Emilia), Pavullo (Modena) e Borgo Val di Taro (Parma). La decisione, in tre casi su quattro, viene presa dalla giunta di Bonaccini, oggi candidato di nuovo a governatore. L'accordo Stato-Regioni, infatti, prevede che le strutture debbano realizzare almeno 1000 parti l'anno, riducibili a 500 in caso di "specifiche condizioni geografiche". Le tre strutture "incriminate" ne realizzano di meno (nel 2016 dalle 122 alle 197 gravidanze), quindi per tenerle aperte occorrerebbe una deroga. La Regione chiede al Comitato Percorso Nascita del ministero della Salute un "parere", ma il responso è negativo. E così dà "indicazioni alle aziende sanitarie di sospendere le attività" delle sale parto. Fine dei giochi.

Nel lontano 2017, al netto delle proteste dei comitati locali, la questione sembrava ormai un caso chiuso. "Abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare", disse Bonaccini. La Regione sostiene di aver dovuto prendere atto del diniego alla deroga arrivato da Roma, anche se il ministero non può "imporre alcuna chiusura". "Sono stata quattro volte al ministero - rivela Emanuela Cioni, del comitato di Porretta - e i miei interlocutori mi hanno sempre detto che la Regione avrebbe potuto decidere diversamente". Giusto o sbagliato, il Pd rivendicò la propria scelta: "Fra qualche anno - dichiarò convinto l'assessore Sergio Venturi - quando saremo tutti più calmi, ce lo riconoscerete". Le cose però non sono andate così, anzi. A rivedere la propria posizione alla fine è stato proprio il Pd, che ha sposato la campagna per la riapertura dei punti nascita dopo averne decretato la chiusura (leggi qui l’inchiesta).

La "svolta clamorosa", come scriveva Repubblica, arriva a febbraio 2019, quando il centrosinistra approva una risoluzione per riaprire i punti maternità in montagna. Le opposizioni accusano il Pd di un "cambio di strategia in vista delle elezioni", mentre Bonaccini chiede un incontro all’allora ministro Giulia Grillo senza ricevere risposta. Passano i mesi, dal Conte I si passa al Conte II, e a settembre si arriva a un vertice tra Bonaccini il nuovo ministro Speranza. Infine, l’annuncio di pochi giorni fa: "Riapriremo i punti nascita". Il merito viene dato alla firma del Patto della salute in cui è prevista la "revisione del decreto ministeriale 70 per la disciplina dei punti nascita" (vero colpevole, secondo i dem, della chiusura delle sale parto di montagna). Bonaccini esulta e ringrazia l’esecutivo M5S-Pd per aver realizzato ciò che il "precedente governo non aveva saputo o voluto fare". Ma i comitati locali sono scettici.

Il motivo è semplice. In verità il Patto per la salute, siglato da ministero e Conferenza delle Regioni (di cui Bonaccini è presidente), non cita mai i punti nascita. Mai. Basta verificare qui. Alla scheda 15 si parla solo di una generica "revisione" del decreto sugli standard dell'assistenza ospedaliera. Per il resto è tutto da vedere. Anzi: a quanto pare il riferimento alle sale parto prima c'era, ma col Pd è scomparso dall’accordo. Nella bozza pubblicata dal quotidiano sanità (leggi qui) del 27 maggio 2019 (quindi governo Conte I), all'articolo 16 si parlava chiaramente dei "punti nascita" e le parti si impegnavano addirittura a trovare una soluzione "entro 180 giorni dall’approvazione delle presente intesa". Insomma: tutto nero su bianco. "Nel frattempo - ricorda il Comitato Salviamo le Cicogne - è caduto il governo (gialloverde, ndr) e in quello attuale, con il Pd tornato al governo, quell'impegno è sparito dal Patto per la salute". In effetti, sfogliando le bozze via via rese note, i riferimenti ai punti nascita non ci sono più. E lo stesso vale per la versione definitiva sbandierata da Bonaccini e Speranza. "Per ora sappiamo solo che gli standard verranno ‘rivisti’ - conclude Cioni - ma questo non ci assicura che riapriranno i presidi. Tra il dire e il fare, in mezzo c’è il mare”. O almeno le elezioni.

3) continua

Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Gio, 16/01/2020 - 08:15

nelle sx è pieno di bluff...il reddito di poltrona,come lo considerate??

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 16/01/2020 - 08:18

vedete differenze? qui ci sono PROVE! quelle che voi avete prodotto per condannare Berlusconi erano Falsità perché non erano supportate dai fatti oggettivi reali :-) ora capite perché questo giornale racconta la verità, mentre i vostri pornogiornali comunisti raccontano bugie e basta? :-) ma per questo (e altri motivi) vi insulto, babbei comunisti grulli !!!!!!!!! fatela finita con i pornogiornali comunisti!!!!!

Dordolio

Gio, 16/01/2020 - 08:25

Scusate, ma di che vi stupite? Nel gioco delle tre carte gli insuperati maestri stanno al Nazareno.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 16/01/2020 - 09:04

Il prerequisito della rappresentanza politica è la veridicità di comunicazione. Dunque: Non dire falsa testimonianza. Ora, il PD e i 5ss mettono in scena lo lo "Story telling", per questo non esistono politicamente.

moichiodi

Gio, 16/01/2020 - 09:06

Un documento incastra. Si incastra.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 16/01/2020 - 09:43

I titoli di molti decreti a patire da quello "Salva Italia" e poi "Decreto Dignità" fino a "Punti salute" sono il risultato di una Politica lontano dalla Gente e vicina alle poltrone di questi Politici. Forza Italia. Shalòm.

DRAGONI

Gio, 16/01/2020 - 09:52

PCUS-PCI-PD .MENTONO SAPENDO DI MENTIRE. CON LE LORO MENZOGNE , CON CUI è NATO E VISSUTO IL PCUS E I SUOI PARTINSITE NEI PARTITI "SATELLITI" HANNO RIEMPTO LA SIBERIA E LE FOSSE IN CUI GETTAVANO I LORO NEMICI POLITICI FUCILATI E QUALCUNO AVVELENATO.

Giorgio5819

Gio, 16/01/2020 - 10:03

Il culto del falso, colonna portante del disegno politico comunista. Da sempre.

leopard73

Gio, 16/01/2020 - 10:07

Se ne accorgono solo ora degli errori orrori che hanno fatto PERCHÉ vogliono il voto infami KOMUNISTi!!!?

effecal

Gio, 16/01/2020 - 10:07

Il bravo comunistello bonaccini da buon mentitore sinistro,non perde occasione di dimostrare il suo innegabile talento nella produzione di falsità.

amicomuffo

Gio, 16/01/2020 - 10:13

poi si meravigliano quando la gente per bene non li vota più! Gli sono rimasti quattro vecchi sgallettati, ex sessantottini e giovani bamboccioni che vivono alle spalle dei genitori.

schiacciarayban

Gio, 16/01/2020 - 10:13

Fate ridere i polli! Qualsiasi bazzecole è buona pur di attaccare Bonaccini. E poi, la Borgonzoni cosa farebbe? Fate veramente pena, fra un po' ci direte che Bonaccini ha il Rolex o qualche altra fesserie del genere.

Giorgio Colomba

Gio, 16/01/2020 - 10:14

L'attacco di "annuncite" a pochi giorni dal voto, caro Bonaccini, stavolta non ti basterà.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Gio, 16/01/2020 - 10:16

Il socialismo è basato sulla menzogna poiché le persone assennate non possono fare cose contrarie al buon senso; considerato che ogni sistema socialista è fallito o sta fallendo (vedere Venezuela), quindi è contrario al buon senso, più che menzogne non possono raccontare.

graffio2018

Gio, 16/01/2020 - 11:04

basta con queste menzogne!! il PD ha tolto un gran numero di ospedali, punti nascite ecc CONSAPEVOLE di creare disagio e impossibilità di curarsi a molti anziani e persone che abitano nei paesini e nelle periferie, quindi non ci vanga a dire che adesso li vuole riaprire perchè NON E' VERO

schiacciarayban

Gio, 16/01/2020 - 11:11

Perchè non dite cosa farebbe la Bergonzoni? Sempre che esista ovviamente...

EliSerena

Gio, 16/01/2020 - 11:22

Perchè non pubblicate i punti nascita chiusi in Piemonte, lombardia Veneto, Liguria?

cipiemme2000

Gio, 16/01/2020 - 11:46

Per i sinistri vari...quindi se non lo dice Bergonzoni il problema non esiste o se tocchiamo la "Rossa" Emilia Romagna dovremmo vergognarci e pensare ad altre regioni? Certo che ne avete di paura che la pacchia sia finita...patetici!!

graffio2018

Gio, 16/01/2020 - 11:53

Eliserena, confermo!! anche in queste regioni, quando c'era al governo il PD 4/5 anni fa, sono stati tolti moltissimi ospedali!! io vicino a casa mia non ne ho più !! adesso possiamo crepare tranquilli, tanto prima di arrivare in un ospedale che ha posto ci fanno girare tutto il giorno

jaguar

Gio, 16/01/2020 - 11:57

Sale parto anche sulle piste da sci, emiliano romagnoli cominciate a fare figli.

graffio2018

Gio, 16/01/2020 - 12:03

schiacciarayban, infatti il Rolex NON dovrebbe averlo!!! il PD è un partito di estrazione comunista, il comunismo è contrario alla proprietà privata, i beni devono essere messi a disposizione della collettività (in COMUNE=COMUNISMO)... comodo adattarsi le ideologie alle proprie voglie!!!!!

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 16/01/2020 - 12:17

Perchè ammantare di bontà una realtà maligna? Se loro sercano sempre nuovi nomi e nuove insegne per camuffarsi, comunisti sono e comunisti restano. Chiamiamoli sempre e solo COMUNISTI: stare al loro gioco è idiota.

Marcnic

Gio, 16/01/2020 - 12:25

I punti nascita chiusi nelle regioni di destra sono molti di più. Complimenti per la faziosità.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 16/01/2020 - 12:59

La sinistra produce solo chiacchiere, anche in Emilia Romagna, come hanno insegnato anche fatti recenti, addirittura clamorosi. Ora siamo a pochi giorni dal conoscere quale sia il pensiero politico di certa sinistra, una volta “infame” ed ora in grave crisi di identità. Renzi ne è la fotografia: dopo il 41% di qualche hanno fa ora viaggia nella confusione. Ma sono convinto che fra poco in Emilia suoneranno le campane, a favore di Salvini, più cristiano di tanti vescovi e sacerdoti.

jaguar

Gio, 16/01/2020 - 13:13

EliSerena, la sanità sta andando a remengo in tutta Italia, il 26 si vota in Emilia Romagna e per ora parliamo di quella regione.È inutile che Bonaccini faccia lo splendido, se mancano i fondi non si riaprirà nessun punto nascite.

schiacciarayban

Gio, 16/01/2020 - 13:50

La Lega e il Giornale sono bravissimi a dire quello che non va, ma nessuno dice cosa farebbe e con che soldi. Parlare e soprattutto criticare è sempre facile!

Libertà75

Gio, 16/01/2020 - 14:04

@schiaccia, non temere, il 27 gennaio avrai un nuovo presidente e qualcuno di nuovo da arruffianare. Sorridi, la vita continua anche senza comunisiti al governo (magari poi fossero comunisti, questi che neanche hanno rispetto per i poveri). Per il resto, l'unico modo di combattere la tua ignoranza è lo studio. Procedi, dai un senso ai soldi che tuo padre ha speso.

ST6

Gio, 16/01/2020 - 15:43

anticalcio: "..il reddito di poltrona,come lo considerate??" Per quello che è: il prodotto del governo dell'inciucio Salvini Lega+5*.

maurizio-macold

Gio, 16/01/2020 - 15:46

Vorrei conoscere chi e' il suicida che oggi vorrebbe farsi curare in un piccolo ospedaletto di campagna/montagna. Forse LIBERTA'75 ? Per favore, evitiamo polemiche idiote.

ST6

Gio, 16/01/2020 - 15:47

Libertà75: stai sereno, ti agiti troppi. Stai sereno

rossono

Gio, 16/01/2020 - 16:01

Ma certuni come fanno a non capire che questi sinistrati le studiano tutte facendo seminari rinchiudendosi in chiese per studiare il sistema di fregare i compagni creduloni per rimanere attaccati alla mangiatoia pubblica e facendogli capire che loro fanno tutto questo per salvaguardarli dal terrore Salvini.

faman

Gio, 16/01/2020 - 16:27

ma basta con queste baggianate sul comunismo, ma non vi rendete conto che siete ridicoli? ma che cavolo di argomento è?

faman

Gio, 16/01/2020 - 16:31

complimenti al Giornale per l'obiettività (leggasi faziosità), proibito fare un confronto con la sanità di Lombardia e Veneto da anni governate dal CDX? Che, detto per inciso, considero di buon livello. Per favore, evitiamo queste polemiche a senso unico, a solo scopo elettorale.

Libertà75

Gio, 16/01/2020 - 17:26

@st6, tranquillo, io non vivo in Emilia e il 27 mi toccherà andare al lavoro a prescindere dal vincitore. Non sono certamente in crisi isterica come te, schiaccia, faman e altri che pensano di riuscire a spostare voti scrivendo sciocchezze qua. Chi commenta qui ha già una sua idea. Io, a contrario di chi non è democratico, mi auguro vinca l'affluenza. Pensa te come sono pericoloso e stressato. Io voglio che vada la gente a votare e poi che il vincitore lo sia proprio grazie ad un'ampia partecipazione popolare. Sai, io preferisco la democrazia a contrario di chi non ha avuto la fortuna di poter completare i propri studi (che sia di dx o di sx). Saluti e mi raccomando, vai e vota.

faman

Gio, 16/01/2020 - 18:52

Libertà75-Gio, 16/01/2020 - 17:26: guarda che io non ce l'ho con chi è di destra a prescindere, io non sopporto chi, solo per dare aria ai denti, si riempie la bocca con "comunista" e "comunismo" (che non esistono più se non marginalmente)affibbiati a tutti coloro che la pensano diversamente. Io penso diversamente e non sono mai stato comunista. Ti faccio notare che nei miei post non ho mai detto fascista a Salvini o alla Meloni.

faman

Gio, 16/01/2020 - 18:57

Libertà75-Gio, 16/01/2020 - 17:26: non potrai negare che questo articolo è fazioso e se giustamente dici che i vari commentatori hanno la loro idea, prevalentemente di destra, che bisogno c'è di scrivere articoli come questo? Non penso certo di spostare voti, intendo solo dire che le stese critiche che si fanno all'Emilia si possono fare anche a Lombardia e Veneto.

faman

Gio, 16/01/2020 - 19:01

Libertà75-Gio, 16/01/2020 - 17:26: non ho bisogno della tua raccomandazione, certamente andrò a votare e anche io spero in un'ampia affluenza, così chi perde non potrà incolpare la scarsa partecipazione e chi vince sarà maggiormente legittimato.

Libertà75

Ven, 17/01/2020 - 13:40

@faman, magari foste comunisti a sinistra, magari! Il problema è che la sinistra, in Italia, è più liberista della destra. E alla destra tocca mettere in agenda temi socialisti. Questo è il motivo per cui il PD non prende più voti e ne prenderà sempre meno.

faman

Ven, 17/01/2020 - 14:39

Libertà75-Ven, 17/01/2020 - 13:40: analisi molto personale, non concordo, ma ne prendo atto

Libertà75

Ven, 17/01/2020 - 17:12

@faman, negazione molto personale, anch'io non condivido la tua analisi, ma la rispetto.