Follia fiscale in Portogallo: tassate le case esposte al sole

Proprietari furiosi per la nuova gabella inventata in un Paese con il clima tra i meno piovosi d'Europa

Lisbona - António Frias, presidente dell'Associazione Nazionale dei Proprietari (d'immobili) del Portogallo è furente. Da giorni maledice la classe politica: «Era inevitabile che a uno dei cervelloni al governo venisse in mente di farci pagare il sole... viviamo in un Paese che ne ha per 365 giorni all'anno».

A pochi giorni dalla sua approvazione ufficiale, fa discutere la «tassa sul sole», inserita all'interno della riforma che rivede il valore catastale degli immobili. La curiosa gabella coinvolge non solo le case di lusso, ma anche le abitazioni di classe inferiore. L'ha deciso il governo del socialista António Costa che, per la prima volta nella storia legislativa portoghese, ha introdotto anche una tassa patrimoniale sulle abitazioni del valore di 600mila euro e oltre.

Per camuffare la tassa con un linguaggio burocratese, il decreto recita, maldestramente, così: «Per l'immobile situato in una particolare localizzazione e dotato di varie funzionalità, tra cui una certa qualità ambientale», aumenta il valore catastale e di conseguenza l'imposta immobiliare. In pratica chi possiede un'immobile e già paga una percentuale in più se ha un doppio garage, un ascensore, una piscina o un campo di golf, ora dovrà sborsare il 20% in più al fisco se, malauguratamente, l'immobile di proprietà «gode» anche di un'ampia esposizione al sole.

Rimane ancora poco chiaro il metodo con cui gli ispettori del catasto misureranno l'esposizione al sole, se conteranno le ore di luce o i metri quadri effettivi illuminati, ma con la «tassa sul sole» l'Erario portoghese prevede quasi un miliardo di euro d'introiti in più a partire dal 2017. «Introdurre una patrimoniale è un fatto già di per sé gravissimo», tuona Menezes Leitão, presidente dell'Alp, associazione dei proprietari a Lisbona, «si produrranno spese insostenibili per i proprietari che vivono in quegli immobili e, quindi, non ne traggono alcuna rendita». Contraria alla gabella anche l'Apemip, che riunisce i mediatori immobiliari.

In un comunicato si legge: «Aumenterà di conseguenza anche l'Imi (tassa municipale sugli immobili, ndr) e l'esposizione al sole diventerà più che un fattore di valore, un vero danno sui proprietari che vogliono vendere, in un momento di ripresa delle compravendite, dopo una terribile crisi del settore».

«Allora tassiamo anche l'aria, tassiamo se c'è la vista sul mare», aggiunge Frias dell'Anp e conclude: «Anche uno stupido sa che casa tua aumenta di valore se è vicina a una fermata della metropolitana, non per l'esposizione solare che crea anche una discriminante: hai più sole? Bene, casa tua vale uno 0,20% in più. Casa tua è all'ombra? Peggio per te: perdi il 0,10, come se in casa non disponi di un bagno. E questa tassa la dovrà pagare, indistintamente, un proprietario di un immobile da 60mila euro o chi ne possiede uno da 600mila. È un'assurdità».

Commenti
Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 15/12/2016 - 08:45

Per mantenere lo stato sociale , l'assistenza sanitaria ed i suoi nuovi numerosi fruitori deportati dall'Africa i soldi da qualche parte bisogna trovarli e quale metodo migliore di una "redistribuzione" non del reddito ma del patrimonio ? Votate PD e M5S e faremo prestissimo la stessa fine.

lilli58

Gio, 15/12/2016 - 08:45

strano che qui in Italia non ci abbia pensato nessuno!

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Gio, 15/12/2016 - 09:14

potrebbe prendere esempio anche il governo italiano di questo.

Pensobene

Gio, 15/12/2016 - 09:27

Certo Renzi ci aveva pensato ma poi al Nord con !a nebbia prendeva poco ed al sud rischiava la perdita di consensi.

giovauriem

Gio, 15/12/2016 - 09:29

noi siamo più avanti ,per che sulle tasse non ci deve battere nessuno , oltre al sole(pannelli solari)tassiamo anche il vento (eolico)e la pioggia (acqua potabile)

angelo1951

Gio, 15/12/2016 - 09:53

Questa è una delle nazioni che vengono spacciate come paradiso per i pensionati quasi al minimo?

moshe

Gio, 15/12/2016 - 10:36

... l'aria, con la scusa dei costi per far fronte all'inquinamento si pagava già, quella della tassa sul sole ci mancava; vedrete che il nostro governo di me..a copierà in fretta !

antipifferaio

Gio, 15/12/2016 - 10:52

Mi sembra di leggere sulla "tassa sulle finestre" imposta prima della rivoluzione francese...se la storia si ripete...presto saranno "dolori" per i politici al potere....

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 15/12/2016 - 10:54

Date tempo e anche qui avremo tasse del genere. Hanno già tassato i cani non sterilizzati e presto passeranno agli optionals degli uomini. Attenzione ad averlo troppo grosso!! é occupazione di suolo pubblico. :)))

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 15/12/2016 - 10:56

fra poco non solo le case esposte al sole tasseranno, ma anche le persone e finiremo tutti con il burca e caftani, tutti vestiti da arabi.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 15/12/2016 - 11:03

Naturalmente l'artefice di questa perla non poteva che essere un governo di sinistra socialista: malgrado cio' il mondo continua imperterrito a votare questa gentaglia.

Aegnor

Gio, 15/12/2016 - 11:18

Queste sono notizie che non bisognerebbe far trapelare in un paese con governo kkkomunista come il nostro,ci potremmo trovare con le tasse sulla casa a seconda se il sole batte sul davanti o sul dietro,se si abita in zone ben servite dal servizio della pioggia o in zone aride e perché non tassare anche a secondo dei venti gelidi o temperati

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 15/12/2016 - 11:23

Nonostante l'adiaforia che contraddistingue la mia armonica immersione nel Mondo, ho cominciato a leggere l'articolo perché l'assurdità di cui si parlava era abnorme: ossia anche al di là di qualsivoglia regola la cui compenetrante astrattezza è assertiva di un non so che di imparagonabile. Appena ho letto che il capo del governo di quel paese era un socialista, ovvero un progressista ideocratico, allora ho capito. O meglio: ho avuto per l'ennesima volta 'apertis verbis' la conferma di quale fosse l'origine monomaniacale di simile idiotaggine. Insomma si è in presenza di una sorta di gnoseologia dell'apparenza simulante elevata dai soliti noti a bisogno concludente che essi hanno di rivendicare la propria sdolcinata diversità da manifestarsi anche attraverso il ponere e il portare poi un crepundi attorno al proprio collo: come fanno le bestioline 'paraumane' che desiderano essere vezzeggiate. Per essi è auspicabile una metaforica 'Cerebrum funiculus'...

CarloColombo

Gio, 15/12/2016 - 11:31

Già è una follia non proporzionare la pressione fiscale in base all'andamento del benessere della nazione. In Italia stiamo pagando le tasse che erano già pesanti quando si guadagnava decentemente. Non sto parlando delle tasse proporzionali al reddito ovviamente, ma ad esempio le accise, i bolli delle auto, l'IVA ecc. Cioè tutte le tasse che tutti pagano indistintamente. Ebbene dovrebbero essere ridimensionate anche queste in base al benessere della nazione. Ma la mega macchina mangiasoldi dello Stato Italiano ha sempre più fame e non vedo soluzioni indolori al problema. I politici (tutti) sono troppo scollati dal mondo reale italiano.

Tarantasio.1111

Gio, 15/12/2016 - 11:33

Ad ogni modo sig. Roberto, pubblicando questo articolo fa correre un serio pericolo a noi italiani...pensi se i parac-uli che abbiamo al governo leggessero il suo articolo!!!!

ILpiciul

Gio, 15/12/2016 - 11:42

Frias, non si sbilanci a suggerire di tassare l'aria etc. Potrebbero accontentarla.

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Gio, 15/12/2016 - 11:51

in italia esiste la tassa sull'ombra che invade il suolo pubblico dov'e' la novità??

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 15/12/2016 - 11:54

e da un governo rosso comunista cosa vi aspettate se non tasse ??

Mr Blonde

Gio, 15/12/2016 - 12:05

Maximilien1791 aggiungo votate anche lega nord visto che insieme a m5s alla cgil a landini si va a braccetto anche al prox referundum sul jobs act (che per inciso è poco ma in senso che è criticabile da destra non da sinistra). Liberali di tutto il mondo...espatriate

Linucs

Gio, 15/12/2016 - 12:09

Andate in Portogallo a vedere com'è la situazione vera, non credete a tutte le marchette dei giornalisti.

Una-mattina-mi-...

Gio, 15/12/2016 - 12:18

PREVEDO CHE FRA POCO "CE LO CHIEDERA' L'EUROPA", SECONDO QUALCHE BOIARDO NOSTRANO...

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Gio, 15/12/2016 - 14:25

Franco-A Trier, ti devo,purtroppo, smentire.In fatto di tasse non siamo secondi a nessuno, e siamo fieri di questo primato ottenuto grazie ai primati che ci governano. Ti sei mai chiesto perché, ad esempio a Camogli, tante finestre sono solo dipinte? Perché esisteva una tassa sulle finestre e i liguri, buoni ma non fessi, hanno pensato bene di aggirare l'ostacolo in questo, geniale, modo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/12/2016 - 14:33

Mentre non fanno pagare le tasse ai pensionati italiani che là risiedono per 10 anni. Assomigliano a quelli del PD. Tartassare i locali e omaggiare di tutto punto qualsiasi straniero.

bmcseawolf

Gio, 15/12/2016 - 14:47

Il socialismo....maledetta bestia

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Gio, 15/12/2016 - 14:55

Alsikar gentile, apprezzo la sua prosa non banale. Oggi mi ha insegnato un termine che non conoscevo ancora, ed io con le parole credo di avere una certa familiarità. Però..però..non trova che potrebbe rendere intelligibile il suo concetto anche a chi è privo di basi filosofiche? Se pubblica i suoi commenti è perché desidera che siano letti. O no? I grandi scrittori sono limpidi nella prosa. Nulla è più difficile della semplicità.

Raoul Pontalti

Gio, 15/12/2016 - 15:08

Ma quale follia fiscale! Semplicemente il Portogallo pone mano alla riforma catastale aggiornandone i parametri che comprendono doverosamente anche la localizzazione effettiva dell'immobile e le caratteristiche ambientali. Un immobile con vista mare non è comparabile, ceteris paribus, con un altro incassato in una valletta interna e come è ovvio vale di più e deve correlativamente pagare maggiore imposta. A livello propagandistico gli immobiliaristi lusitani chiamano questa rivalutazione catastale "imposto sobre o sol" (tassa sul sole) che giustamente è dovuta anche se il sole almeno nel nord del Portogallo (Oporto) non splende sempre. In Italia siamo in attesa da almeno un quindicennio della annunciata riforma catastale che dovrebbe rendere giustizia tassando più equamente gli immobili urbani.

Albius50

Gio, 15/12/2016 - 15:44

Ma bisogna rendersi conto che tali FOLLIE sono in uso in ITALIA da sempre; basta domandarsi perché un appartamento a Milano è tassato di più rispetto ad uno equivalente diciamo a Palermo e magari se facessimo i conti sui suoi proprietari potremmo scoprire x esempio che il proprietario Milanese a parità di lavoro e reddito è SVANTAGGIATO rispetto all'abitante di Palermo.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 15/12/2016 - 16:56

HAHAHAHAHA sto scompisciandomi di risate pensando al Lorenzone lol lol.