Forza Italia: "Per presidenti delle Camere serve una proposta unitaria"

Dopo il voto di domenica scorsa, i partiti cominciano a fare i conti con i numeri in Parlamento e con le scelte da fare

Dopo il voto di domenica scorsa, i partiti cominciano a fare i conti con i numeri in Parlamento e soprattutto con le scelte da fare in vista di un appuntamento decisivo come l'elezione del presidente della Camera e del presidente del Senato. Sono giorni di frenetiche trattive ma finora i partiti non hanno trovato un accordo. E così Forza Italia con una nota del Coordinamento nazionale spiega la sua posizione su questo delicato passaggio: "La scelta dei Presidenti delle due Camere è il primo snodo politico importante di questa legislatura. Per risolverlo non basta la logica dei numeri, occorre che tutto il centro-destra faccia una riflessione comune per giungere ad una proposta unitaria sulla quale cercare una sintesi con le altre forza politiche".

Poi gli azzurri sottolineano quanto sia importante il ruolo della seconda e della terza carica dello Stato in un Parlamento così frammentato e soprattutto con un quadro ancora poco chiaro sul fronte della maggioranza e dell'opposizione: "È un tema doppiamente delicato, per l'importanza della funzione che le Presidenze avranno in una situazione parlamentare complessa, e per
gli ovvi riflessi politici delle scelte che verranno compiute. Per questo -prosegue la nota- è fondamentale che il centro-destra, che è stato indicato dagli elettori a governare il paese, affronti questo tema con il più grande senso di responsabilità, in sintonia con gli appelli del Capo dello Stato''.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2018 - 00:19

Logico (ed inevitabile) un accordo fra i due gruppi usciti più forti dalle elezioni, da una parte Salvini (con Berlusconi e Meloni) e dall'altra M5S, con indicazione di un candidato ciascuno da votare congiuntamente.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/03/2018 - 00:21

LOGICO (ed inevitabile) un ACCORDO FRA I DUE GRUPPI USCITI PIÙ FORTI DALLE ELEZIONI, per votare congiuntamente i PRESIDENTI di CAMERA e SENATO. Per la formazione del GOVERNO é necessario un ALTRO ACCORDO riguardante essenzialmente la formazione di un GOVERNO PROVVISORIO volto ad affrontare i problemi più urgenti, ma soprattutto il varo immediato di una NUOVA LEGGE ELETTORALE, a doppio turno con ballottaggio, analoga a quella vigente in Francia, per poi – se necessario - andare a NUOVE ELEZIONI. Naturalmente un’azione del genere determinerà sconcerto fra Deputati e Senatori eletti, specialmente nei partiti minori, ma è l’unica via per aprire una strada nuova, democratica e non solo “politica”, all’ITALIA

Popi46

Lun, 12/03/2018 - 06:25

La coalizione di cdx ,essendo appunto coalizione prima alle elezioni, dovrebbe esprimere candidature che non rappresentino medagliette da appuntarsi sul petto di uno o l'altro partito, ma politici che siano competenti ed autorevoli , concedendo magari una delle Presidenze a quella parte del PD apparentemente meno tifosa....

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Lun, 12/03/2018 - 07:11

Franco grilli sei superato dal tuo giornale. Salvini si smarca da Berlusconi e tratta da solo le presidenze. Ma tutti sapevamo che il cdx era una cosa finta. Ieri mattina a caratteri cubitali si parlava di summit. Ora che fate????? Un piccolo consiglio. Preoccupatevi dei casini di casa vostra e non sempre e solo di quelli del PD, il più delle volte inventati

bllfrz39

Lun, 12/03/2018 - 19:34

Non riesco a stare zitto! Chiedo cortesemente al direttore di pubblicare quello che scrivo stasera: -vorrei dare un suggerimento a “ riflessiva “......... , ma veramente crede a quello che sempre scrive su questo giornale? Non ha magari un attimo di ripensamento? Possibile che non veda tutto il caos che regna nel PD ? Si guardi allo specchio una buona volta, se ha i capelli bianchi come i miei, la smetta di dire che la colpa è sempre degli altri......un po’ di ritegno!!!!!!!!