Ultimo fallimento della politica Usa

È una trama shakespeariana quella che travolge nel paradosso la presidenza Obama

È una trama shakespeariana quella che travolge nel paradosso la presidenza Obama, lo sfondo è la tragedia siriana, il proscenio la commedia degli errori. Kerry sotto le luci dei riflettori, dopo la risoluzione antisraeliana sostenuta da Obama, fa il suo discorsone sugli insediamenti, convince i palestinesi di aver già vinto la partita, che importa trattare? Questo è stato il ruolo degli Usa di Obama, mentre stragi immense graffiano di rosso il Medio Oriente. Intanto a Mosca la Russia porta a compimento un gran colpo politico: incontra la sua storica nemica, la Turchia, leader dei paesi sunniti, capo della Fratellanza Mussulmana, e si porta dietro l'Iran col suo favoloso record di violazione dei diritti umani, terrorista e belligerante, capo di tutti gli sciiti del mondo.

Putin, Erdogan e Khamenei hanno firmato una tregua che è cominciata a mezzanotte: non si sa se funzionerà dato che l'Isis e Jabat al Nusra non hanno firmato, ma altre formazioni molto estreme, spinte dalla Turchia e dalla paura, sembrano starci. Si vedrà, ma intanto tre grosse potenze si sono messe d'accordo per piantarla con «quelle inutili chiacchiere intorno al tavolo», ignorando i colloqui dell'Onu a Ginevra e mettendo da parte gli americani. Erdogan, che dopo un lungo periodo di collaborazione intensiva con Assad, ha invece sostenuto i ribelli compreso un ponte di passaggio per i foreign fighter dell'Isis, adesso si limita a dire che prima o poi Assad, il grande assassino, dovrà essere messo in discussione. Putin sostiene Assad, gli serve per affermare la sua presenza in Medio Oriente. A suo sostegno gli iraniani spediscono là, con Hezbollah, una selva di feroci uomini armati agli ordini della Guardia Rivoluzionaria.

Obama usa i droni e mette ogni tanto a segno un buon colpo all'Isis, guarda da lontano i mostruosi bombardamenti di Aleppo, non riesce nemmeno a promuovere una decente impresa umanitaria. Sa che l'Iran mette in fuga i sunniti terrorizzati che diventano profughi o terroristi, e dall'abbandono della «linea rossa» anti armi di distruzione di massa, ha fatto un salto indietro lasciando lo spazio a Putin. E tuttavia Obama e Kerry si figurano un grande ruolo, non quello di cercare di fermare i 450mila morti, ma i terribili, pericolosissimi insediamenti israeliani. Lo sgombero dei 21 insediamenti da Gaza di fatto consegnò a Hamas territorio per l'allargarsi dell'islamismo terrorista. Un paradosso? E che dire del ruolo di Obama, fra i presidenti più guerrafondai della storia Usa?

Commenti

Lucaferro

Ven, 30/12/2016 - 08:50

Obama è certamente stato il peggior presidente USA che la storia ricordi con un inspiegabile paradosso: peggior guerrafondaio e premio nobel per la pace. Il premio Nobel è, dopo questo fatto, una stupida barzelletta da gossip. Rimane lo stupore davanti alla supponenza coniugata all'ignoranza che l'abbronzato con la sua Hilary hanno dimostrato. Ma Donald li ha sbaragliati. ed a gennaio tutto ritornerà nell'alveo di una normale politica collaborativa. Sporchi e vili Democratici!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 30/12/2016 - 08:58

Fuori dalle scatole subito, questo kompagno islamico ci sta portando verso una guerra,non ha ancora capito di avere perso le elezioni.

antipifferaio

Ven, 30/12/2016 - 09:10

Qualcosa non torna...ci spieghi cortesemente la signora Nirenstein come mai le più grandi banche/centri di potere del mondo come ad esempio la Goldman Sachs (notoriamente in mano a finanzieri di origine israeliana) stanno dalla parte del "sistema" Obama/Clinton&Soci... C'è qualcosa proprio che non torna, vero? Anche perchè fino all'altro giorno gli stessi erano tutti a favore dell'elezione della guerrafondaia Hillary...

antares47

Ven, 30/12/2016 - 09:15

Vergogna, Vergogna, Vergogna !!!

gianni.g699

Ven, 30/12/2016 - 09:31

Adesso sappiamo con certezza chi è isis e cosa vuole realmente !!!

Giancarlo MATTA

Ven, 30/12/2016 - 09:47

E poi, a "obama-in-ca-pa-ce" hanno pure conferito il "no-bel-per-la-pa-ce" (per i saccenti: i minuscoli NON sono un refuso): chi si somiglia si piglia... . Da ex-filo-americano auspico che gli americani, per conseguenza della loro disastrosa e pericolosissima politica estera degli ultimi anni, collezionino finalmente una sacro-santissima lezione di "buona-condotta" in politica internazionale, che li faccia restare il più a lungo possibile chiusi a casa loro. E se la lezione la somministreranno loro i Russi, meglio ancora.

Aegnor

Ven, 30/12/2016 - 10:24

Uno dei presidenti USA più guerrafondai della storia,insignito del premio Nobel per la pace???? Questa la dice lunga sulla manipolazione a proprio vantaggio si tutto ciò che può influenzare l'opinione pubblica da parte dei cosiddetti progressisti,l'unico progresso a cui mirano è quello dei loro porci interessi

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 30/12/2016 - 10:27

Diciamo non il peggiore, un criminale.

8

Ven, 30/12/2016 - 10:38

Il pregio degli articoli di questa signora è che hanno una breve permanenza su "il Giornale". Giusto il tempo d'incassare qualche plateale sberleffo ( un paio d'orette ) e poi via.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 30/12/2016 - 10:44

Ha parlato l'invasata insediata...! Eh si`, la "signora" qui, ha la villa in uno degli insediamenti illegali, Gilo per la precisione, e ovviamente ogni attentato alla liberta` di delinquere e di insediarsi le va di traverso. Ironia della sorte, per poter continuare ad essere protetti, i Sionisti dovranno aspettare che si insedi un neo-fascista. La Storia del XXI secolo e` di una imprevedibilita` entusiasmante. Sono curioso di vedere come concilia tutto cio` il buon AUSONIO, fascista e anti-sionista.

MilanoMerano

Ven, 30/12/2016 - 10:47

Obama nemico dell'occidente, amico di islamisti jihadisti e gruppi terroristici che ammazzano cristiani.

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Ven, 30/12/2016 - 10:49

Tutto valido il discorso tranne la chiosa finale, dove si parla degli insediamenti ebraici!!! Facciamo così, non idignatevi se l'Austria inizi a costruire insediamenti in trentino visto che la ritiene una propria secolare costola, non dovete reagire perchè se reagite sarete tacciati di terrorismo! E se cercate di reagire ecco che interviene la superpotenza di turno a mettere il veto! Così chissà, forse tra 50-60 anni rivedremo la carta geografica con la nuova fisionomia Austriaca e quella italiana! Adesso andatevi a guardare le carte geografiche di 50-60 dei territori della Palestina e poi riguardate quelli di oggi!!! Difendere i propri territori, la propria Patria è terrorismo o Brigantaggio solo per chi vuole rubare quei territori!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 30/12/2016 - 11:05

@Pravda99 - togliti il salame dagli occhi. Mi sembri un invasato comunista. Di danni nel mondo ne avete fatti parecchi. meglio se stati zitti. Il mondo non vuole più altri danni e soprattutto non vuole più voi. Non l'avete ancora capito?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 30/12/2016 - 11:06

Obama e team è gente incapace, messa lì a comandare il paese più potente del mondo. E i risultati (sfracelli) sono ben noti e si sono visti e fatti sentire. Unici a loro favore: falsi e finti democratici e comunisti. Ossia la feccia.

tzilighelta

Ven, 30/12/2016 - 11:29

Signora Fiamna Nirenstein, la sua rabbia è pari alle boiate che scrive, non ha niente dire sui bombardamenti russi che hanno distrutto tutti gli ospedali di Aleppo, non hanno ucciso un jihadista neanche per sbaglio! E i territori occupati da Israele sono distensivi per la pace nel mondo, le case adesso le fate costruire direttamente da Trump che lui di muri se ne intende! Obama poi, dopo il disastro di Bush sarà rimpianto anche dai repubblicani! Israele non vuole la pace, gli sta bene caos così giustifica l'invasione della Palestina!

Ritratto di DVX70

DVX70

Ven, 30/12/2016 - 11:35

@Lucaferoo: il premio nobel divenne barzelletta già da quando, se non prima, venne conferito a quel cialtrone di Dario Fo. NB: nobel con la minuscola non è un refuso.

Keplero17

Ven, 30/12/2016 - 11:43

Gli Hezbollah sono stati fondamentali nello sconfiggere il terrorismo, ma dal momento che hanno sconfitto l'esercito Israeliano durante l'invasione del Libano nel 2006 grazie ai missili anticarro forniti da Assad, sono finiti direttamente nel mirino dei sionisti. Noi dobbiamo fare l'interesse italiano e non quello israeliano, non è la stessa cosa.

MilanoMerano

Ven, 30/12/2016 - 11:58

tzilighelta - Israele non vuole pace, ed e' proprio per questo che ha avuto pace con Egitto e Giordania da più' di 30 anni. Invece i palestinesi vogliono pace....per questo fanno guerra con Israele, Egitto, Kuwait, e fra di loro. Per questo i numeri di cristiani in territori palestinesi sono andati giù' dal 20%, al 1.8% Per questo, nessuno ammazza più' musulmani che altri musulmani. Per questo islam fa' la guerra con ebrei, cristiani, buddisti, sikh, hinduisti, yazidi, curdi, ba'ahti - a fra di loro. Per questo che Islam non può' vivere in pace nel medio oriente, in Africa, in Asia, in Europa, da nessuna parte, neanche nei loro 50+ paesi enormi, pieni di petrolio. Perche' vogliono "pace". Non mi dimentichero' mai le immagini dei Hamas che buttarono i Fatah dai tetti per vincere elezioni a Gaza - elezioni di 13 anni fa'. Ma questi pacifici tolleranti e democratici palestinesi, hanno elezioni tutti 25 anni?

Epietro

Ven, 30/12/2016 - 12:32

Se pensiamo alla profondità di pensiero di questo presidente, debbo dire che siamo stati molto fortunati in questi ultimi otto anni se non è scoppiata la 3^ guerra mondiale. Speriamo che il prossimo sia migliore anche se privo di Nobel.

MilanoMerano

Ven, 30/12/2016 - 12:46

Keplero - Hezbollah HA SCONFITTO gli Israeliani???? Gli Israeliano avevano le mani legati dietro la schiena dall'ONU durante questa guerra, se no Hezbollah non esisteva più'! Poi, a me sembra che Israele e' ancora li, più' forte che mai, con un'economia stabile, una politica stabile ed un militare più' forte della regione. Il Libano neanche e' un vero paese - non hanno avuto un leader da 15 anni. Cosa hanno sconfitto esattamente? E' da 70 anni che questi imbecilli gridano per la fine dell'Israele: a scemi - Israele E' ANCORA QUI! Gridate, gridate, inutili. Solo bravi ad ammazzarsi a vicenda. Grazie ad Allah.

DuralexItalia

Ven, 30/12/2016 - 13:32

Brava Fiamma Nirenstein. Questa volta sono d'accordo con Lei. Bravissima

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 30/12/2016 - 13:42

Assad non è un criminale né un dittatore. E' il legittimo capo di governo della Siria, sostenuto dal suo popolo. Questi sono fatti.

sibieski

Ven, 30/12/2016 - 13:57

lancia fiamma N. è una fondamentalista bugiarda non diversa da quelli dell'ISIS.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 30/12/2016 - 13:58

Leonida55 - Come al solito lei non ha alcun argomento per controbattere. Il salame sugli occhi chi lo ha??

paolonardi

Ven, 30/12/2016 - 14:00

Doverosa premessa: il Nobel e' una buffonata politicamente corretta e venduta a chi ha miliardi da pagare. Non si posdono spiegare altrimenti quelli regalati a Fo in vicinanzia di una tornata elettorale, quello slla Moltalcini prima del lancio di un farmaco a base di B12, quello alla nullita' Al Gore durante un incontro sul riscaldamento globale, quello all'abbronzato in procinto di essere insediato e tanti altri. Parlando di Obama continua imperterrito a fare tutto il contrario di quanto sarebbe intelligente e produttivo fare; e' vome un bambino viziato che rompe i giocattoli e batte i piedi per terra per far dispetto ai grnitori; infatti ha un acume degno di un bimbo di 5-6 anni; purtroppo ha ancora 22 giorni per far danni ammesso che i suoi pari internazionali gli diano retta invece di ignorarlo come si farebbe col bimbo viziato.

tzilighelta

Ven, 30/12/2016 - 14:36

MilanoMerano, poteva risparmiarsi il pistolotto, io ho parlato di Aleppo e del ruolo dei Russi, ho parlato di Obama e di Israele che adesso con i nuovi insediamenti scateneranno un'altra intifada, ho detto che Israele non vuole la pace punto! Non ho simpatie per hezbollah e non giustifico gli attentati terroristici, ma per fare la pace bisogna essere in due, con le provocazioni non si va da nessuna parte! Saluti!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 30/12/2016 - 15:44

@Pravda99 - se tutti ti sparano dietro, qualche motivo ci sarà. ma forse tu non puoi capire. Ti sei perso? Torna ai centri sociali. Lì ti capiscono, parlano come te.

Happy1937

Ven, 30/12/2016 - 15:50

Sarebbe meglio che, invece di far disastri nella politica internazionale, Kerry si limitasse a mangiare le zuppe multimiliardarie della sua dolce metà.

Keplero17

Ven, 30/12/2016 - 15:57

Nessun israeliano accetterà mai di lasciare la Cisgiordania e Gerusalemme est ai palestinesi. Da una parte c'è un gigante economico con miliardi di rimesse da tutto il mondo e dall'altra c'è un popolo che non conta nulla. I coloni di religione ebraica arrivano da tutto il mondo e al contrario di quanto dicono quelli italiani che agevolano l'immigrazione in Italia, in Israele non c'è posto per popolazioni di religione non ebraica.

lupo1963

Ven, 30/12/2016 - 17:11

Terrorista e belligerante per la visione SIONISTA di un'ultra' SIONISTA come la Nirenstein. Del resto i SIONISTI sono ben rappresentati nelle testate giornalistiche di ogni tendenza politica .

lupo1963

Ven, 30/12/2016 - 17:12

I Sionisti hanno un insediamento ovunque . Qui si chiama Fiamma Nirenstein.

edo1969

Ven, 30/12/2016 - 17:33

Leonida55 hai ragione il problema sono i comunisti dei centri sociali e tutti quelli che non votano berlusconi che sono automaticamante comunisti dei centri sociali, ma rosicano come tutti i comunisti perchè berlusconi li ha sempre battuti, noi non dobbiamo mai scordare che silvio ci ha liberati dal comunismo di occhetto, io alle prossime elezioni so chi votare: silvio berlusconi, mica bolore'

pastello

Ven, 30/12/2016 - 18:08

Fallimento della politica americana o della politica africana?

alberto_his

Ven, 30/12/2016 - 18:26

Gli USA non sono gli unici ad aver fallito in Siria-Iraq: anche i referenti di Fiamma ha visto polverizzarsi miseramente la loro strategia di indebolimento dell'asse sciita, idem si può dire del GCC, mentre la Turchia pare essersi salvata in extremis. Niente allacciamento al gasdotto qatariota per i giacimenti al largo delle coste del mediterraneo orientale, niente rottura dell'arco sciita, uscito temprato e motivato dal conflitto in corso di risoluzione. Facile fare di Obama il capro espiatorio, visto che toglie finalmente il disturbo, ma la strategia destabilizzante in medioriente secondo il piano Yinon ha subito un importante e imprevisto arresto