Il gioco pericoloso di Putin Ora Mosca punta sul Pacifico

Tupolev russi al largo dell'Indonesia: allerta dell'Australia Così il Cremlino vuole estendere la propria influenza

Non c'è più angolo di pianeta, ormai, su cui non si stenda il braccio armato della Russia di Putin. Deciso a rivendicare quel ruolo strategico cui il Cremlino aveva a malincuore rinunciato dalla fine della Guerra Fredda, l'ultimo zar proietta la silhouette del Cremlino sugli angoli più remoti del globo. L'ultima, allarmata segnalazione arriva dall'Australia. È lì, a Darwin, nell'estremo nord ovest del Paese, che nei giorni precedenti il Natale una base aerea è entrata in fase di preallarme dopo aver intercettato sugli schermi radar due Tupolev con la stella rossa. Nessuna violazione di spazio aereo, beninteso. I due bombardieri TU-95 Ms, capaci di trasportare ordigni nucleari, volavano al largo delle coste indonesiane nell'ambito di una esercitazione aeronavale. Ma è bastata, la loro presenza nell'area, per ribadire l'intenzione dell'ex compagno Putin di estendere e rafforzare l'influenza russa sull'oceano Pacifico.

Allarme analogo era risuonato qualche giorno fa nel mare del Nord, quando all'orizzonte di quel che per l'Ammiragliato britannico è «zona di interesse nazionale» era spuntato il profilo grifagno della «Almirante Gorshkov». La Royal navy aveva immediatamente inviato in zona la fregata «St. Albans» per monitorare le attività della nave da guerra russa. Dopo di che la fregata russa era stata scortata da molto vicino fino a quando il pennacchio nero sparato dal suo fumaiolo non era diventato evanescente, il giorno di Natale, laggiù verso il mare aperto. Un «incontro ravvicinato» che ha innalzato le tensioni ultimamente crescenti tra il Regno Unito e la Russia.

Ora ci risiamo, anche se dall'altra parte del pianeta. Peter Jennings, esperto australiano di sicurezza nazionale citato dal «Guardian», ritiene che la Russia stia «apertamente allargando la sua influenza fino alle periferie del mondo, ribadendo il suo ruolo nell'area del Pacifico. E lo fa spiegando la sua forza militare».

Da Mosca stemperano gli allarmi, sostenendo (parola del Ministero della Difesa) che «i voli della nostra Aeronautica sulle acque internazionali dell'Artico, del mar Nero e del Caspio, nonché quelli condotti dalla flotta del Pacifico rispettano pienamente gli standard delle leggi internazionali».

I due «orsi» (così in gergo vengono chiamati i grandi bombardieri Tupolev, capaci di un'autonomia di 15 mila chilometri) erano partiti dall'Amur, vasta e gelida regione sud orientale della Russia. Ed erano stati riforniti in volo da un Ilyuscin 78.

L'anno scorso, hanno rivelato fonti della Difesa australiana, la Russia ha inviato segretamente un cargo carico di 20 containers pieni di armi al suo «nuovo partner regionale», la Repubblica di Figi, in Oceania. E con le armi, era arrivato un cospicuo manipolo di «istruttori».

Sono almeno sette anni, sostiene l'analista strategico ed esperto di cose militari russe Alexey Muraviev, che Mosca sta guardando al Pacifico e ai Paesi asiatici come motori della nuova economia globale. E se da un lato la crescita economica della Cina inquieta il Cremlino, dall'altro a Mosca non si può non vedere con favore la nascita di un mondo multipolare, dove gli Usa non la fanno più da padroni. Ci mancavano solo le tensioni crescenti, col rischio relativo di un incidente nucleare, tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord, per indurre la Russia a raddoppiare la presenza russa nell'area, per affermare con le sue cannoniere e i suoi bombardieri il ruolo del Cremlino nel Big Game del Pacifico.

Commenti

DRAGONI

Dom, 31/12/2017 - 12:10

NIENTE DI NUOVO!CILICAMENTE L'ORSO SOVIETICO HA CERCATO SBOCCHI NEI "MARI CALDI".NEL MEDITERRANEO,PER CUI SI CAPISCE L'ATTUALE IMPEGNO MILITARE PER LA SIRIA E NEL PACIFICO PER CUI CI SONO STATE GUERRE RUSSE-NIPPONICHE E DA ULTIMO LO ATTUALE STATO DI GUERRA ANCORA NON RISOLTO CON L'ATTUALE GIAPPONE , QUALE NON CONCLUSUIONE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Dom, 31/12/2017 - 12:49

Putin non gioca a dadi ma a scacchi. Bisogna fare molta attenzione a non farsi mangiare il re in poche mosse.

Michele Calò

Dom, 31/12/2017 - 13:07

Il fatto, egregio Gulli, è che secondo i padroni del vapore angloamericani anche il cesso di casa mia e "di interesse nazionale. E la stessa Cina non è da meno nell'immenso Pacifico davanti a sé. Solo che gli equilibri stanno cambiando e gli yankee e loro cugini hanno finito le cartucce, checché ne dicano. Quindi o imparano a convivere senza fare i bulli oppure dovranno pagare un altissimo prezzo. E noi con loro.

agosvac

Dom, 31/12/2017 - 13:21

Sembra che l'autore di questo articolo consideri il Mare de Nord proprietà del Regno Unito ed il Pacifico, tutto intero, proprietà degli USA. Non mi risulta che sia così!!! Si tratta di acque internazionali e pertanto aperte a tutte le nazioni che hanno Navi in grado di solcarli o aerei in grado di sorvolarli.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 31/12/2017 - 13:42

Gli unici a cercare la guerra sono il grande e piccola satana JUSA

carpa1

Dom, 31/12/2017 - 13:57

Non si capisce perchè gli USA possano fare ciò che vogliono in qualunque angolo del globo per poi inalberarsi quando un'altra superpotenza cerca di fare le medesime cose ma più in piccolo! Del resto, dalla fine della guerra fredda, se mai c'è stata una fine, chi ha rotto di più le balle all'avversario se non gli USA ed i suoi alleati con sanzioni, dispiegamento di truppe ai confini della Russia escludendola da un qualsiasi dialogo europeo quasi non avesse pure questo stato radici europee?

Demy

Dom, 31/12/2017 - 14:10

Come augurio per un Nuovo Anno migliore l'Autore si poteva risparmiare questa fake news made in Usa. Cosa dire della presenza americana in circa il 75% del mondo intero? Si trattava di normali esercitazioni di routine ma, si sà, se lo fanno gli aerei della Federazione Russa tutto diventa pericoloso ma, scritto come sopra, diventa solo ridicolo.

alox

Dom, 31/12/2017 - 15:20

Niente di male se non fosse che la Russia di Putin e' come l'URSS, ed ha una visione distorta della Democrazia e della liberta' (opposizione)...Putin ha riportato il Mondo alla guerra fredda, quello che propone e' quello che propone la N. Corea e alle strette anche la Cina...

alox

Dom, 31/12/2017 - 15:22

Niente di nuovo o male se non fosse che la Russia di Putin e' come l'URSS, ed ha una visione distorta della Democrazia e della liberta' (opposizione). Putin ha riportato il Mondo alla guerra fredda, quello che propone e' quello che propone la N. Corea e alle come visto la Cina Comunista...

alox

Dom, 31/12/2017 - 15:26

@carpa1 il Comunismo porta fame, desolazione, disperazione e guerra, Il Capitalismo, il Mercato, la Democrazia portano a prosperita' e felicita' e speranza ...ognuno sceglie con chi stare!

luigirossi

Dom, 31/12/2017 - 16:13

Non c'è nessun compagno Putin perchè Putin non è comunista.La Russia si estende dal'Europa al Giappone e dunque Putin deve necessariamente prenderne atto.Questo articolo è ispirato da mafie giudaiche:Berlusconi deve farci sapere se è amico di Putin o dei Soros e Nethanyahu.

esse50

Dom, 31/12/2017 - 16:34

Andate anche a vedere dove si trovano le basi Americane e le navi /aerei USA in giro per il mondo e vedrete chi è più pericoloso. Gli USA danno armi, non segretamente, a tutti i regimi, vedi Arabia Saudita e poi accusano noi!!

fj

Dom, 31/12/2017 - 16:36

Da quando e' caduto il muro di Berlino, la Nato ha fatto il pieno di paesi dell'Est ai danni della Russia. Quelli che comandano veramente negli USA vogliono per forza che la Nuova Russia sia un nemico, L'UE e' titubante ad avere rapporti normali con la Russia per paura di dispiacere agli USA. Se poi la Russia frustrata da tutto questo cerca amici e alleanze altrove, abbiamo pure da dire. Luciano, sei assurdo. E come dice Feltri:...ma va in mona!

Ritratto di Svevus

Svevus

Dom, 31/12/2017 - 16:47

Riassumiamo : dottrina roosvelt (il pacifico è mio ) dottrina truman ( l' atlantico è mio ) dottrina mackinder ( l' asia è mia ) dottrina bush ( il medio-oriente è mio ) dottrina reagan ( l' europa dell' est è mia ) e voi ? non siete un c.

Ritratto di Svevus

Svevus

Dom, 31/12/2017 - 16:48

Gli amerekani credono profondamente in quattro cose fondamentali: Possiamo comprarci tutti Quelli che non possiamo comprare, li bullizziamo Quelli che non possiamo bullizzare, li uccidiamo Non ci può succedere niente, viviamo nell’impunità totale qualunque cosa facciamo

akrancic

Dom, 31/12/2017 - 17:27

Non si capisce. Ma i mari e gli oceani del mondo, eccetto le acque territoriali di pertinenza dei vari stati che hanno confini marittimi, sono di proprietà anglo-americana?

alox

Dom, 31/12/2017 - 17:34

@Svevus tu non sei un c..o! 100000000 basi USA che un Comunista Russa!

rokbat

Dom, 31/12/2017 - 17:50

Stanno accerchiando la Russia. Cosa dovrebbe far Putin, stare a guardare ? Si difende come lo puo' !

umberto1964

Dom, 31/12/2017 - 18:43

Già dalla prima riga si capisce il (basso) livello di certe notizie , stile RussiaGate. Gli USA dopo la fine della guerra fredda hanno fatto disastri in Europa Orientale e nei Balcani , grazie anche all' appoggio dei compagni nostrani ( vedi D' Alema con il Kosovo). Culmine poi raggiunto dal tanto osannato bombarolo Nobel per la pace Obama in Medio Oriente e il "capolavoro " in Libia. Sono articoli presi dal NYT ? Giornale che ha tifato per la Clinton chiaramente , vedi anche della cagnara per le armi italiane usate dai sauditi in Yemen , forse gli USA a loro esportano caramelle ?

napolitame

Dom, 31/12/2017 - 19:34

ue, fai schifo

Giorgio Rubiu

Dom, 31/12/2017 - 20:47

Nessuno è padrone dei mari.La Russia si affaccia sul Pacifico (penisola della Kamchatka e,credo,Siberia) ed ha tanto diritto di solcare quei mari (internazionali) quanto ne hanno,USA,Australia,Nuova Zelanda, Perù,Cile,Giappone,Corea (Sud e Nord),Cina,Canada,Francia (Thaiti e Nuova Caledonia) e chiunque altro voglia farlo e ne abbia i mezzi.Per impadronirsi delle nazioni che si affacciano sul Pacifico,devono invaderle (come fecero i Giapponesi tra il 1940 ed il 1945) o "comprarle" con un' invasione di tipo industriale-commerciale.La maggior parte dei paesi che ho citato appartengono alla SEATO,l'equivalente,nel Pacifico,della nostra NATO. Una forza di cui perfino Russi e Cinesi dovranno tenere conto.

roberto zanella

Lun, 01/01/2018 - 01:21

Non diciamo cxxxxxe . Reagisce visto che dall'Occidente hanno fatto fuori la Jugoslavia , ma forse qui c'è qualcuno che ha le fette di salame negli occhi , poi l'Ucraina , poi la NATO...ma non era tutto finito con la caduta del Muro di Berlino ? Sono solo i fessi che guardano agli USA dove pensano che sia tutto dovuto...ora Mosca nonostante le sanzioni si rafforza e allora , sta creandosi un'area di influenza con la Cina e pure l'India e perchè no ? E quando decideranno con la Cina di non pagare più il petrolio in USD ma in Juan , che fa gli USA scatena la Terza guerra mondiale ...???? E' meglio che rirtornino nelle loro praterie che il mondo va avanti lo stesso .E fine a prova contraria mi dica qualcuno in quali Stati non sono presenti gli USA...e ditemi voi chi mena le danze allora...

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Lun, 01/01/2018 - 01:40

Per fortuna che c'è lui e non altro testina di cacca

Ritratto di FoxMulder

FoxMulder

Lun, 01/01/2018 - 01:52

Avete dimenticato un piccolo dettaglio cioè che l'URSS era la seconda economia del mondo e la terza nazione per abitanti, la russietta di Putin a malapena la decima economia e come popolazione ancora meno. Negli anni 80 l'URSS spendeva quanto gli USA per l'esercito. Oggi la russietta di Putin spende 70 miliardi contro 600 di Trump. Per gli USA il vero nemico è la Cina e non più la Russia. Basta con questa propaganda cretina filorussa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 01/01/2018 - 13:27

Russia unico baluardo in Europa contro il satanico regime JUSA

alox

Lun, 01/01/2018 - 22:51

@FoxMulder non condivido l'URSS come tutti i Paesi Comunisti non hanno avevano NULLA, NIENTE di buono se non la letteratura dettata da gente disperata solo miseria, poverta' e guerra (molto vicina ai tempi dell'URSS)! Putin la vuole riproporre: Ucraina, Crimea, Siria, Corea, Venezuela, Iran etc e' sempre dalla parte opposta alla liberta' che c'e in USA ed altri Paesi che hanno scelto Capitalismo, Mercato Democrazia...

carpa1

Mar, 02/01/2018 - 09:52

@alox 15:26. "il Comunismo porta fame, desolazione, disperazione e guerra" sono d'accordo. "Il Capitalismo, il Mercato, la Democrazia portano a prosperità, felicità,speranza": questo è ancora da dimostrare dal momento che ancora troppo spesso sono utilizzati a proprio uso e consumo in modo scriteriato. Personalmente ritengo che il nostro paese, dopo un paio di decenni dalla fine della guerra, si fosse incamminato sulla seconda delle due opzioni per poi pian piano andare alla deriva verso la prima (comunismo) abbracciandolo definitivamente in questi ultimi anni col suo rappresentante al Quirinale, dove ha fatto esattamente ciò che ha da sempre perseguito: sovvertire l'ordine dello stato. Quanto alla Russia credo stia semplicemente uscendo dai vecchi schemi comunisti con la pragmaticità di chi ha capito che non si può cambiare dall'oggi al domani una situazione cronica. Chi non l'ha capito sono USA, europa ed Italia!

alox

Mar, 02/01/2018 - 12:18

@carpa1 condivido a parte la Russia. Gli USA, lontano dall'essere il paradiso in terra offrono ancora e come sempre opportunita' che in altri Paesi se le sognano, Paesi che per Comunismo, Dittatura, Mafie e corruzione le Opportunita' non le hanno Mai offerte o come in Italia gradualmente, inesorabilmente hanno spento lo spirito degli Italiani facendo fuggire chi vuol fare...

alox

Mar, 02/01/2018 - 12:26

@carpa1 Putin era un agente KGB, nato, cresciuto nella desolante URSS, che rimpiange! Putin ritiene gli USA responsabili del fallimento e disintegrazione dell'URSS. I Russi, ancora peggio di Noi Italiani, hanno visto per poco tempo (una finestra di 10/20 anni) la leberta' offerta dal Capitalismo. Dalla caduta del muro con Gorbachev e poi Yeltsin che hanno riconosciuto il male del loro passato regime comunista (fu' messo fuori legge!), Putin si sta' riprendendo tutte le liberta' (opportunita')...

alox

Mar, 02/01/2018 - 12:30

Putin non appena preso il potere datogli da un malato Yeltsin ha iniziato a fare il SUO lavoro di SPIA KGB (sotterfugi, mafie, omicidi etc)...Nemstov era l'altro braccio di Yeltsin e Putin (direttamente o no) lo ha ucciso; quelli che lo contestano apertamente sono all'estero o in prigione...