I 5S certificano l'inciucio Con il Pd alle Regionali: ​domani il voto online

I 5Stelle si rimettono al voto farsa per ufficializzare l'asse col Pd anche alle Regionali in Umbria. Ma l'ultima parola spetta a Di Maio

Che tirasse aria di "inciucio" pure alle Regionali è cosa nota. Ma ora il Movimento 5 Stelle si prepara a certificare l'accordo con il Partito democratico passando da un voto farsa online.

Guai a chiamarla "coalizione" o "intesa", eh. E guai persino a nominare il nuovo alleato di governo. Meglio parlare di "patto civico" con non ben precisate "altre forze politiche".

L'annuncio arriva dal Blog delle Stelle: domani gli iscritti alla piattaforma Rousseau saranno chiamati a votare sulla proposta di Di Maio su un 'patto civico per l'Umbria', ovvero sulla possibilità di sostenere alle elezioni regionali in Umbria un candidato Presidente civico con il sostegno di altre forze politiche". Poi toccherà a Luigi Di Maio "proporre eventuali alleanze, sotto la sua diretta supervisione".

Le condizioni sono chiare: un candidato presidente "fuori dalle appartenenze partitiche" che parta da un "programma innovativo, di punti veri e realizzabili". Proprio come è successo per il governo. Ma stavolta il blog parla chiaro: è possibile che il candidato presidente non appartenga al M5S. In quel caso niente "Regionarie" online e "tutte le facoltà che ai sensi del codice etico sono attribuite al candidato presidente, sono attribuite al candidato consigliere che ha ricevuto il maggior numero di voti dagli iscritti tra quelli che poi saranno effettivamente eletti consiglieri regionali".

Un modo per evitare impuntature e tensioni come per la riconferma di Conte a Palazzo Chigi? Di certo un altro sintomo della "normalizzazione" che sta subendo il movimento, nato come forza antipartitica ma che in partito vero e proprio si sta trasformando.

Commenti

bernardo47

Gio, 19/09/2019 - 11:18

Molto più inciucio era il governo lega grillini. Questo va riconosciuto per onestà.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 19/09/2019 - 11:19

Chi raggiunge il potere non vuole rinunciare ai vantaggi conseguenti. Infatti, il gruppone dei grillini, fra cui tanti 'ignoranti', sta cambiando bandiera, orientandosi verso il "rosso comunista", tradendo le promesse fatte al loro elettorato, probabilmente orientato verso altri più convincenti partiti, magari addirittura a sinistra, all'estrema sinistra, al seguito di Conte, il comunista occulto che ora si é tolto la maschera, o almeno ciò pare. Non durerà, non può durare.

giosafat

Gio, 19/09/2019 - 11:29

Potrebbero anche smetterla con questa farsa della Rousseau tanto abbiamo capito tutti a cosa serve e come funziona. Solo i grillini vivono ancora nel regno delle fiabe...

Alfa2020

Gio, 19/09/2019 - 11:41

bernardo47 per fortuna i tipi che la penzano come te sieti in minoranza

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 19/09/2019 - 11:45

Certo: rousseau uber alles..

Renadan

Gio, 19/09/2019 - 11:48

CON CHE FACCIA VI ALZATE LA MATTINA COL PENSIERO DI VOLER CONTINUARE A FREGARE IL POPOLO CON LE VOSTRE BALLE??????? GUARDATEVI UN PO DENTRO, SPECIALMENTE SCRUTATE QUEL POCO DI CERVELLO CHE FORSE VI RIMANE. CI SIAMO ROTTI DEI VOSTRI INCIUCI E DELLA VOSTRA FALSISSIMA PIATTAFORMA. TUTTO STUDIATO PER PRENDERCI IN GIRO. MA TUTTO FINIRA MOLTOOOOO PRESTO STATENE CERTI SCHIFOSI

Calmapiatta

Gio, 19/09/2019 - 12:15

Il problema, per il M5s, è che esso si definiva come un movimento moralizzatore, anti casta, anti sistema, anti UE che condannava, anche con eccessivo fervore, gli inciuci, le spartizioni, e i pariti che avevano gestito il potere negli anni passati esautorando il popolo sovrano. Di colpo, il movimento, ha fatto dietro front e si è trasformato in una brutta e becera copia della DC. Siamo sicuri che la base, il nocciolo duro, accetterà questo voltafaccia?

Calmapiatta

Gio, 19/09/2019 - 12:22

@bernardo47 no. Ci sono fondamentali differenze. Primo entrambi i partiti, Lega e M5s, si presentavano come formazioni antisistema, antieuropa, due formazioni di rottura con il passato. Entrabi i pariti avevano vinto la tornata elettorale. Il PD le elezioni (tutte)le ha perse e, peraltro, è stato il bersaglio fisso e costante della satira (al vetriolo)politica grillina (e questo fino al 15 agosto). Ora, come può Di Maio governare con il parito di Bibbiano? Come può Grillo, governare con l'ebetino di Firenze?.. egovernare tutti con i pidioti? siamo onesti, fino in fondo.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Gio, 19/09/2019 - 12:33

In Umbria si alleino pure con coloro che precedentemente avevano denunciato; gli Umbri capiranno e non li voteranno. Anzi, l'accozzaglia giallorossa in Umbria perderà sonoramente le elezioni: sarà la loro Caporetto senza l'appello del Piave.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 19/09/2019 - 13:44

Calmapiatta - 12:15 A parte le sue considerazioni per me condivisibili, c'è da tenere presente che le chiavi di rousseau le ha Casaleggio, ergo anything can happen.

Zingarettibacia...

Gio, 19/09/2019 - 14:47

Bernardo goditi la casa di riposo e gioca a briscola insieme ai partigianelli rintronati, via sù.

Seawolf1

Gio, 19/09/2019 - 16:22

inciucio a 5 stalle

maurizio-macold

Gio, 19/09/2019 - 16:30

Perche' se il PD si allea con M5S e' un inciucio ed invece quando era la Lega ad allearsi col M5S era tutto normale?