"Immigrati bomba sociale Subito via 600mila irregolari"

Berlusconi illustra al Tg5 il piano sicurezza: «Militari nelle strade e Piano Marshall per l'Africa con Usa e Russia»

«G li immigrati irregolari? Una bomba sociale pronta ad esplodere». Silvio Berlusconi, intervistato dal Tg5, nei giorni caldi dell'omicidio di Pamela Mastropietro e della sparatoria di Macerata, annuncia le linee-guida del programma su sicurezza e immigrazione

«Oggi in Italia esiste un grande problema sicurezza, la priorità assoluta è riprendere il controllo della situazione. Quando saremo al governo investiremo molte risorse per garantire la sicurezza degli italiani. Rilanceremo l'istituto del poliziotto di quartiere che la sinistra ha lasciato cadere così come l'operazione Strade sicure che tanto era piaciuta ai cittadini, con i soldati a fianco delle forze dell'ordine». Il focus si sposta poi sulla questione immigrazione. «Bisogna intervenire in maniera urgentissima. Con noi al governo nel 2010 ci furono 4.400 sbarchi, lo stesso numero di un weekend della scorsa estate. Con la sinistra al governo ne abbiamo avuti 170mila nel 2014, 153mila nel 2015, 181mila nel 2016, 119mila nel 2017. Si contano 630mila migranti di cui solo il 5% ha il diritto di restare da noi o in Europa, gli altri 600mila rappresentano una vera bomba sociale pronta a esplodere, non vivono che di espedienti e di illegalità».

La risposta che il presidente di Forza Italia ha in mente passa attraverso una mobilitazione della comunità internazionale. «Un governo italiano che fosse autorevole e ascoltato dovrebbe esigere dall'Europa di mettere in campo il suo peso politico e stipulare trattati con i Paesi del Nord Africa perché impieghino unità dell'esercito e della marina per impedire gli imbarchi dei migranti. Dovrebbe stipulare trattati con i Paesi di origine affinché siano disposti ad accogliere i migranti che dovremo rimpatriare. E poi è indispensabile dare vita a un grande Piano Marshall per l'Africa coinvolgendo Usa, Russia, Cina, i Paesi del petrolio, le nuove potenze dell'Estremo Oriente con l'intervento anche di aziende internazionali perché possa esserci una ripresa economica che assicuri posti di lavoro. Fondamentale è che l'Italia che oggi non conta nulla in Europa e nel mondo torni a contare come quando al governo c'eravamo noi».

La campagna elettorale di Berlusconi va avanti a un ritmo serrato. E non sono previste frenate, come conferma Sestino Giacomoni, capolista nel collegio Lazio 2. «Berlusconi sta benissimo e nei prossimi 30 giorni sarà massicciamente presente in Tv, nelle radio e sui social network», annuncia, aprendo la sua campagna elettorale. Paolo Romani, invece, intervistato da Maria Latella su Sky Tg24, si sofferma sulla successione impossibile. «Tajani candidato premier sarebbe un nome di grande prestigio. Ma Berlusconi non potrà mai avere un successore. Dopo Berlusconi non ci sarà un altro Berlusconi. È un evento incredibile e irripetibile nella politica italiana. Molto probabilmente dopo ci sarà un collettivo di persone, un gruppo». Gianfranco Rotondi, invece, apre un nuovo scenario in merito al ruolo effettivo che verrà svolto dal presidente azzurro. «Se i voti corrisponderanno ai sondaggi il prossimo parlamento avrà il compito di allestire le modifiche legislative necessarie ad adempiere la volontà degli italiani e riportare Berlusconi a Palazzo Chigi». Il Cavaliere, intanto, continua gli incontri con i candidati e ieri ha ricevuto ad Arcore Giorgio Mulè. «Ha dimostrato ancora una volta attenzione e conoscenza specifica delle tematiche che riguardano la regione Liguria - racconta il giornalista - e la volontà di dare seguito ai dossier non più rinviabili: dalle grandi infrastrutture alla risoluzione delle crisi industriali, fino allo sviluppo del turismo e della nuova imprenditoria».

Commenti

lappola

Lun, 05/02/2018 - 08:52

Quando ne abbiamo mandati a casa 600.000 cosa rimediamo? E' una goccia nel mare ... ce ne sono cinque milioni .....

michettone

Lun, 05/02/2018 - 08:58

Certo, non si potrà mai mischiare la LANA con la SETA. Questa è la semplice differenza di un Uomo con le cosiddette, che fin da ragazzo si è costruito tutto quanto lo circonda, dando serenità e lavoro a migliaia di famiglie Italiane e gli ominidi ancora esistenti e tutti da una parte sola. I vari appartenenti al Partito degli Idioti e M5S, cioè la gran massa di incapaci, inservibili, inutili ed inqualificabili, che vorrebbero prendersi l'Italia per farci ciò che vogliono, non meritano alcuna attenzione. DOBBIAMO TUTTI ANDARE AL VOTO, significando che con esso, cancelleremo definitivamente il rosso e l'arroganza prepotente, insita in esso. GO, CENTRODESTRA, GO !!!

xgerico

Lun, 05/02/2018 - 09:03

Questo signore, si fa le interviste ad uso e consumo personale! Mai un contradditorio! Chissà perché?

VittorioMar

Lun, 05/02/2018 - 09:17

..SIG. PRESIDENTE,LA MAGGIOR PARTE DEL POPOLO ITALIANO INDIVIDUA GLI ESECUTORI, I MANDANTI,I COMPLICI(DI FATTO)DEI MORTI NEI DESERTI E IN MARE, NELLA SINISTRA GLOBALISTA (CATTOLICA-EBRAICA-ISLAMICA ??)!!..LA GENTE E' ESASPERATA ..INTOLLERANTE...INSOFFERENTE PER UNA INTEGRAZIONE IMPOSSIBILE E RIFIUTATA..VOLETE CHIAMARLO "RAZZISMO"? NON E' UNA BRUTTA PAROLA MA IDENTITA' CULTURALE !!.E' QUESTA L'UMANITA'??

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 05/02/2018 - 09:21

nel 2010 già lo avevamo detto, ma la sinistra ha fatto come i sordomuti finti! ora il conto sta venendo allo scoperto: chi pagherà? gli italiani! oltre a quelli che sono stati smembrati, violentati, rapinati, ecc....certo, noi italiani lavoriamo e paghiamo le tasse, la sinistra invece di prendersela con i migranti, se la prende con quelli che pagano le tasse! e si inventano i sistemi assurdi per controllare chi evade: non ci stupiamo se per ripicca le tasse le evadiamo e mandiamo a fanciullo questa sinistra! e votiamo ancora per Berlusconi!!!

jaguar

Lun, 05/02/2018 - 09:21

Giusto per cominciare 600000 vanno bene, ma il loro numero è superiore.

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 05/02/2018 - 09:22

Seicentomila non sono molti perché penso che di irregolari ce ne siamo di più. Poi bisogna certamente espellere gli immigrati che delinquono e quelli che non si integrano. Mi auguro che sul tema immigrazione ci sia piena sintonia con Salvini. I cittadini non possono più sopportare ennesima delusione politica.

ilbarzo

Lun, 05/02/2018 - 09:25

Se la gente di questo paese ,avesse non dico la certezza,ma anche solo un minimo di credibilità di quanto promesso da Berlusconi ed il centrodestra tutto in questa campagna elettorale, inerente alla sicurezza,alla certezza della pena,al rimpatrio di immigrati non desiderati e non regolari ed alla flat tax,il centrodestra vincerebbe le prossime elezioni alla grande,senza neppure dover contare sull'elettorato di sinistra,benche anche molti di essi starebbero dalla loro parte.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 05/02/2018 - 09:30

lappola,è un buon inizio..

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Lun, 05/02/2018 - 09:32

e allora che proponi? quando ti si allaga casa, non inizi a togliere l'acqua?

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 05/02/2018 - 09:39

Bisogna mandare a casa non solo gli africani, ma anche rom, sudamericani, pakistani e tutti quelli dell'est europeo e naturalmente tutti gli islamici con relativa demolizione di moschee e centri di formazione per terroristi gestiti dagli imam.

g-perri

Lun, 05/02/2018 - 09:47

E' inaudito che, su questo argomento, Radio1Rai (che è pubblica) faccia disinformazione con la complicità del conduttore come è avvenuto ieri mattina prima delle ore 09:00. Un commentatore di sinistra invitato a commentare i fatti di Macerata ha sostenuto che Salvini dovrebbe stare zitto perchè la legge sull'immigrazione porta il nome "BOSSI-FINI". Naturalmente nessuno gli ha fatto notare, tantomeno il conduttore, che la legge BOSSI-FINI non prevede affatto che gli immigrati debbano accedere in modo incontrollato e restare clandestinamente liberi come avviene adesso.

simonemoro

Lun, 05/02/2018 - 09:58

Silvio Berlusconi, è un leader dotato di tanto tanto buon senso e che sà interpretare gli italiani, mi auguro proprio che insieme alle destre stravinca le elezioni, è proprio l'ultima speranza che abbiamo noi italiani.

simonemoro

Lun, 05/02/2018 - 10:01

@lappola, i 600.000 sono i clandestini, e vanno espulsi, gli altri che hanno un lavoro regolare, che sono brave persone integrate, possono rimanere, i delinquenti irregolari vanno mandati a casa e sono 600.000. ha ragione Berlusconi, io non l'ho mai votato, ma devo dare a lui atto di tanto buon senso, voterò lui o la Lega, deciderò in questo mese, basta comunisti e sinistre al potere

d_amod1

Lun, 05/02/2018 - 10:30

La verità è che stiamo solo scherzando. Ma saremmo davvero disposti a sacrifici? Infatti parlo di soldi. Le caserme per esempio: vanno rifunzionalizzate e professionalizzate con un servizio di leva che darebbe sollievo alla disoccupazione giovanile per ragazze e ragazzi con paghetta e accesso a corsi di studi validi e qualificanti. Meno libera circolazione se non motivata: dove sei diretto? ...dove alloggi? ...cosa vai a fare? ...quando rientri? tutte domande che oggi non ti puoi permettere neanche con i figli figuriamoci con .... Divieto assoluto d'accattonaggio, nomadismo ecc.. Centri di protezione e cura per nullafacenti, non sociali o religiosi ma rigorosamente laici e statali. E altro. Ma tutto questo costa. Ma saremmo disposti a pagare ciò ognuno per la sua parte o aspettiamo l'europa? Intanto abbassiamo le tasse.

Rudy

Lun, 05/02/2018 - 11:12

Dichiarandosi Berlusconi il leader dei "moderati", il suo programma non può che esserlo per conseguenza. Si può presumere che Salvini sia meno moderato, la Meloni meno ancora e la destra estrema per niente. siccome l'esperienza insegna che se chiedi 100 ottieni, 20 quando va bene, se cominci col chiedere 20 otterrai 5 se va bene. Per carità, qualunque proposta è pur sempre meglio di ciò che i Cavalieri dell'Apocalisse hanno fatto almeno dal 2011 ma, a mio avviso, bisogna puntare molto più in alto. Se si pretende di rimanere in Europa alle attuali condizioni, anche il moderato programma di Berlusconi è irrealizzabile: o si rinegozia o se ne esce.

accanove

Lun, 05/02/2018 - 11:21

Egr Cavaliere 600.000 clandestini su aerei in rimpatrio sono un buon inizio, i costi non sono pochi ma sempre meglio spenderli per questo che per mantenere questa legione di irregolari. Pieno rispetto per coloro invece che lavorano e si sono integrati e son molti. L'accoglienza senza criterio non serve nè agli immigrati ne agli italiani, serve solo alle casse di un partito "affarista".

andy15

Lun, 05/02/2018 - 11:45

Non avrei mai pensato di votare per Berlusconi, neanche indirettamente. Ma questa volta la mia crocetta va al centrodestra. Perlomeno le proposte del cx appaiono intelligenti e porrebbero un freno al caos degli ultimi anni.