Insulti al deputato di Macron E lui spacca la testa al collega

Majid El Guerrab apostrofato come «sporco arabo» perde le staffe e colpisce col casco il rivale. È in fin di vita

Botte da orbi a Parigi tra un parlamentare di République en Marche, il partito del presidente Emmanuel Macron, e il segretario della federazione socialista dei francesi all'estero. Una lite da marciapiede, cominciata come cominciano tutte le liti. Due insulti, tre spintoni, una manata. Finché uno dei due, che ora è all'ospedale in coma, colpito due volte al cranio con un casco da motociclista, non trova di meglio che insultare il suo avversario, che è di origine araba, dandogli del «sale melon»: sporco melone, letteralmente: l'epiteto vagamente ma mica tanto razzista con cui i francesi si rivolgono ai maghrebini, quando vogliono offenderli a morte.

Protagonisti della rissa sono Boris Faure, segretario della federazione socialista dei francesi d'oltremare, e il deputato macronista Majid El Guerrab. «Mi ha aggredito e insultato», si è difeso quest'ultimo all'arrivo dell'ambulanza e degli agenti chiamati dai testimoni del movimentato episodio che ha avuto per fondale uno dei salotti buoni della capitale francese, quello del quinto arrondissement. I motivi del violento litigio al momento non sono noti. Sta di fatto che Boris Faure, operato d'urgenza e ricoverato in terapia intensiva con prognosi riservata, è più di là che di qua. Mentre El Guerrab («Non volevo. Ma quando ha cominciato a insultarmi non ci ho visto più. Avevo il casco in mano e l'ho colpito con quello»); El Guerrab, si diceva, è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Gli dispiace, si scusa, naturalmente, ma quel che è fatto non è più riparabile neanche politicamente, stando alla violenta reazione del partito di Macron, che ha scaricato il suo deputato boxeur, e dei socialisti. «Nessun comportamento può giustificare atti di violenza», hanno detto i rappresentanti dei partiti (salvo ammettere privatamente, si sussurra a Parigi, che un paio di sonori schiaffoni sono sempre a disposizione per le facce di chi insulta un avversario attingendo a un frasario più o meno scopertamente razzista).

Mala tempora currunt, commentano ghignando i nemici di Macron che gongolano vedendo nell'episodio un altro «segno» del destino avverso a quello che ora viene deriso come il «bel presidente», scattante e grifagno, più che volitivo, quanto Hollande era tracagnotto e occhialuto, epperò entrambi accomunati da una cupa vocazione all'inconcludenza. E ora che veleggia al di sotto del 40% di gradimento (peggio di lui solo il presidente Trump) Macron se la deve vedere anche con un deputato probabilmente «en Marche» verso il carcere.

Insomma, altri pezzi del mosaico macroniano che mancano all'appello. La lunga estate calda del governo di Macron, guidato dal premier Edouard Philippe, era cominciata con le dimissioni del ministro della Giustizia e leader centrista Francois Bayrou e della ministra degli Affari europei, Marielle de Sarnez. Ai quali si era tosto aggiunta la ministra della Difesa, Sylvie Goulard. Tutti e tre i ministri dimissionari fanno parte del movimento centrista MoDem, alleato del partito di Macron. Il primo a lasciare la compagine di governo era stato Richard Ferrand, ormai ex ministro della Coesione territoriale dopo un duro vis-à-vis di un'ora con Macron.

Ora siamo ai cazzotti per strada e alle risse da saloon. Speriamo che arrivi presto l'autunno, pare che abbia confidato il presidente Macron a uno del suo entourage. «Il caldo ha dato alla testa a molti. Speriamo che l'anticiclone atlantico riprenda a fare presto il suo dovere».

Commenti

FRATERRA

Mar, 05/09/2017 - 09:20

Indipendentemente da questo squallido episodio; Macron si sta rivelando un fuoco di paglia....

i-taglianibravagente

Mar, 05/09/2017 - 09:42

Un altro di quelli animati da pensieri alla "SONO MUSULMANO E FACCIO QUELLO CHE VOGLIO...".

steacanessa

Mar, 05/09/2017 - 09:49

Poverino è giustificato, nel paese di origine si usa così.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 05/09/2017 - 09:52

Majid El Guerrab... francesissimo! sarà un parente di Jean Gabin? bella gente nel partito macroniano. sta a vedere che il Renzi francese è anche peggio del nostro

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 05/09/2017 - 10:01

Si rivelano sempre per quel che sono : assassini assetati di sangue. Vedasi primo settembre.

ziobeppe1951

Mar, 05/09/2017 - 10:08

Segnatevi sale melon

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 05/09/2017 - 10:16

C'est la gauche,c'est la vie,o meglio una schifezza da cui bisogna liberarsi al più presto.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 05/09/2017 - 10:24

Comunque, macron può essere imputato di concorso esterno in violenza fisica contro chi dissente. -10,24 - 5.9.2017

Libertà75

Mar, 05/09/2017 - 10:43

Chissà se i soliti commentatori di sinistra prenderanno le distanze o difenderanno apertamente o silenziosamente l'amico violento.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 05/09/2017 - 11:00

libertà75 visto che la vittima é socialista che c'entra la sinistra con questa triste vicenda?

Libertà75

Mar, 05/09/2017 - 11:35

Nahum, ma io proprio mi lamento di gente omertosa che preferisce dimostrarsi incivile per paura di essere chiamato razzista

Libertà75

Mar, 05/09/2017 - 11:36

Nahum, ma avresti definito triste vicenda se la vittima fosse stato uno di destra o un neo fascista?

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 05/09/2017 - 12:11

libertà75: risposta si!

pier1960

Mar, 05/09/2017 - 12:28

povera francia...assomiglia sempre più all'italia con una classe politica di malfattori e idioti

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 05/09/2017 - 12:49

E' proprio un "sale melon", come tutti gli islamici.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/09/2017 - 12:49

@Nahum - ti è cresciuto improvvisamente il naso. Finora hai sempre difeso i delinquenti nostrani. E smettila di dire bugie. Neghi l'evidenza.

Lapecheronza

Mar, 05/09/2017 - 13:14

Da quello che ne so, ma qualcuno mi vorrà correggere, accade che se i cristiani vengono pesantemente offesi nel loro credo rimbeccano a parole o porgono l'altra guancia, se accade che siano i mussulmani ad essere pesantemente offesi, qualcuno si arma, si presenta nella sede del giornale Parigino e commette una strage.

killerqueen

Mar, 05/09/2017 - 13:52

quando non servono le parole.......

ginobernard

Mar, 05/09/2017 - 14:16

non ho ancora capito perché Francia e Inghilterra si sono presi gente dalle ex-colonie ... forse per motivi di bottega ? ed adesso la pagano cara. Ben gli sta. Meglio essere un po' più poveri ma anche più puri.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 05/09/2017 - 15:33

leonida: io non difendo nessun delinquente anzi credo che tutti debbano essere attati allo stesso modo, niente sconti per intenderci. Ma che c'entra con questa situatione in cui due deputati litigano e uno ferisce l'altro? Non é disismile dalla rissa scoppiata tra due inglesi dell'UKIP qualche mese fa. Non si tratta di delinquenti professionali ma di crimini d'impeto ...

ItaliaSvegliati

Mar, 05/09/2017 - 15:44

Come sempre i NORD AFRICANI SI DISTINGUONO, C'È L'ANNO'NEL SANGUE

Libertà75

Mar, 05/09/2017 - 17:34

Nahum, di solito i diversamente intelligenti dicono "uccidere un fascista non è reato". A Fermo erano tutti con il nigeriano, anche se aveva alzato le mani per primo.

Libertà75

Mar, 05/09/2017 - 17:41

Nahum, anche nel caso dell'autista parmense, molti diversamente intelligenti si sono affrettati a trovare colpe all'autista razzista per aver provocato gli onesti africani. La verità è che oggi, il socialista francese è rimasto vittima del razzismo. Lui l'ha insultato verbalmente e l'altro ha considerato la vita del francese come inferiore e immeritevole. Non c'entra prendersi a botte, il punto è l'uso ripetuto di un'arma impropria al fine di reprimere qualcuno.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 05/09/2017 - 22:47

Libertà75 a fermo il mancini ha fatto una grossa stupidata e alla fine se ne è reso conto e ha patteggiato ... Per Parma nin posso esprimermi ma questi casi c'entrano poco con quello francese

Libertà75

Mer, 06/09/2017 - 10:06

@nahum, a Fermo, il mancini ha offeso l'immigrato, l'immigrato ha attentato alla vita del Mancini (stesso identico copione del caso francese). A Fermo è morto un immigrato e avete gridato al razzismo, in Francia è in fin di vita un europeo e non avete gridato al razzismo. Allora dimostra l'incoerenza, sei capace ora di prenderne atto?

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 06/09/2017 - 12:36

Liberta75 calmati e leggi gli atti processuali

Libertà75

Mer, 06/09/2017 - 14:07

@nahum, tu li hai letti? So bene che il Mancini ha patteggiato, ma questo non nega la ricostruzione che ho fatto alle 10.06. Prendo atto di questa tua posizione di non violenza a corrente alternata. Saluti

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 06/09/2017 - 16:36

Liberta75. Ne abbiamo parlato ad nauseam, la legittima difesa non c'era e i gli avvocati hanno consigliato il mancini di patteggiare per evitare ulteriori guai

Libertà75

Gio, 07/09/2017 - 10:31

@nahum, cerchi di sviare il punto, non mi sono concentrato sulla legittima difesa. Rileggi il mio contributo, ti sarà facile capire. Entrambi gli eventi sono partiti da insulti razziali, in un caso ci ha rimesso l'africano, nell'altro il politico che li aveva pronunciati. Il punto è che l'atto violento è, in entrambi i casi, iniziato da quelli che tu difendi. Riassumendo il tuo pensiero, un africano è legittimato a reagire violentemente contro una persona di destra, ma non contro una persona di sinistra. Ti sei rinnegato!

Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 07/09/2017 - 22:43

Liberta75. Grazie per i toni pacati. Ma no non è questo il mio pensiero. I reati si misurano a prescindere dal l'orientamento politico delle vittime. In entrambi i casi c'è una provocazione che non da diritto a nessuno di reagire uccidendo e provicando lesioni. Una delle basi del pensiero criminologico Dell illuminismo e appunto che non ci sono esclusioni alla giurisdizione neppure per i privilegiati di quel tempo i nobili e il clero. Spero di aver chiarito la mia posizione, buona sera.