Da "lascerò" a "vedremo". Renzi non fa più il bulletto

Prima ha promesso più volte di andare a casa, poi la cautela: tutte le frasi che lo smascherano

Quante giravolte. Quante inversioni a U. Quanti tatticismi e quante contraddizioni. Alle capriole di Matteo Renzi siamo abituati. Così come alle sue infinite campagne elettorali.

Ma è con il referendum che ha dato il meglio di sé. La messinscena è partita a gennaio 2016 definendo la riforma costituzionale come «la madre di tutte le battaglie». Il premier, sembra già passato un secolo, assicurava: «Non sono un politico vecchia maniera. Se perdo il referendum lascio la politica». Concetto ribadito in ogni dove da tutti i suoi pasdaran, in primis la sua valletta, Maria Elena Boschi.

A marzo rilanciava: in caso di sconfitta «è sacrosanto non solo che il governo vada a casa ma che io consideri terminata la mia esperienza politica». A giugno chiedeva: «Secondo voi posso diventare un pollo da batteria che perde e fa finta di nulla?». Poi, visti i sondaggi disastrosi, il repentino cambio di rotta. Il «se perdo vado via subito e non mi vedete più» è diventato «ho sbagliato a personalizzare troppo, si voterà comunque nel 2018», anche se vincesse il No. Del resto stiamo parlando della stessa persona che prima di accoltellare Letta alle spalle, giurò e spergiurò che non sarebbe mai salito a Palazzo Chigi senza passare prima dal voto. Una perenne supercazzola insomma: «Come se fosse Antani».

29 dicembre 2015 - Conferenza stampa di fine anno: «Se perdo il referendum considero fallita la mia esperienza politica».

10 gennaio 2016 - Tg1: «Non sono un politico vecchia maniera che resta attaccato alla poltrona: io penso che si faccia politica per seguire un ideale. Io sono pronto ad assumermi le mie responsabilità».

20 gennaio - Aula del Senato: «Ripeto qui: se perdessi il referendum considererei conclusa la mia esperienza perché credo profondamente nel valore della dignità della cosa pubblica».

25 gennaio - Quinta Colonna: «Io non sono come gli altri, non posso restare aggrappato alla politica. Se gli italiani diranno No, prendo la borsettina e torno a casa».

7 febbraio - Scuola di formazione del Pd: «Se perdo al referendum prendo atto del fatto che ho perso. Dite che sto attaccato alla poltrona? Tirate fuori le vostre idee, ecco la mia poltrona».

12 marzo - Scuola di formazione del Pd: «Se perdiamo il referendum è doveroso trarne conseguenze, è sacrosanto non solo che il governo vada a casa ma che io consideri terminata la mia esperienza politica».

20 marzo - Congresso dei Giovani Democratici: «Io ho già la mia clessidra girata. Se mi va come spero, finisco tra meno di 7 anni. Se mi va male, se perdo la sfida della credibilità o il referendum del 2016, vado via subito e non mi vedete più».

18 aprile - Tg1: «La domanda di ottobre non riguarda il governo ma riguarda se si vuol cambiare la Carta e rendere più semplice la politica. Se noi saremo bravi a spiegare le nostre ragioni otterremo un consenso ma il voto sulla persona non c’entra niente. Certo io se perdo vado a casa».

27 aprile - Maria Elena Boschi a Otto e Mezzo: «Si voterà sul merito delle riforme. Sono altri che cercano di trasformarlo in un referendum sul governo. Questo è un segnale di serietà. Se un governo ha avuto il mandato da Napolitano a fare le riforme se queste poi non passano è normale che ne prenda atto».

28 aprile - #matteorisponde: «Se il referendum vedrà sconfitto il Sì, trarrò le conseguenze. So da dove vengo e so che la politica è servizio. Sto personalizzando? No, se perdi una sfida epocale che fai? Racconti che i cittadini hanno sbagliato? No hai sbagliato tu».

2 maggio - Ansa: «La rottamazione non vale solo quando si voleva noi. Se non riesco vado a casa».

4 maggio - Rtl 102.5: «Non sono come i vecchi politici che si mettono il vinavil e che invece di lavorare restano attaccati alla poltrone».

8 maggio - Che tempo che fa: «Se io perdo, con che faccia rimango? Ma non è che vado a casa, smetto di fare politica. Non è personalizzazione ma serietà».

11 maggio - Ansa: «Non sto in paradiso a dispetto dei santi. Se perdo, non finisce solo il governo ma finisce la mia carriera come politico e vado a fare altro».

18 maggio - #matteorisponde: «Quando provo a entrare nel merito, mi dicono che ho personalizzato il referendum. Ma io ho detto che se perdo non è che posso fare la faccia contrita e dire, schiarendomi la voce, che dopotutto è stato un buon risultato. Io cerco di vincere, sempre, quando perdo, talvolta mi è accaduto come alle primarie del 2012, ammetto la sconfitta».

21 maggio - L’Eco di Bergamo: «Se lo vinciamo, l’Italia diventerà un Paese più stabile. Se lo perdiamo, vado a casa. Per serietà. Non resto aggrappato alla poltrona. Questa è personalizzazione? No. Questa è serietà».

22 maggio - In mezz’ora: «Se il referendum dovesse andare male non continueremmo il nostro progetto politico. Il nostro piano B è che verranno altri e noi andremo via».

22 maggio - Ansa: «Io ho preso l’impegno di cambiare questo Paese ed è giusto che, se non lo mantengo, vada a casa. Non la vedrei come una personalizzazione del referendum né un ricatto».

22 maggio - Ernesto Carbone, membro della segreteria Pd: «Non si lascia la politica se vince il No per fare un dispetto, non si scappa con la palla in mano. È una questione di serietà».

29 maggio - Dario Franceschini su Repubblica: «Il ritiro in caso di vittoria del No non è una minaccia, non è una personalizzazione. A me sembra una con-sta-ta-zio-ne. Questo governo nasce per fare le riforme. Se le riforme non si fanno chiude bottega il governo e chiude anche la legislatura, mi pare ovvio».

29 giugno - e-news: «In tanti stanno cercando di non parlare del merito del referendum. Parlano di me. Dicono che io ho sbagliato a dire che se perdo vado a casa: e secondo voi io posso diventare un pollo da batteria che perde e fa finta di nulla? Pensano forse che io possa diventare come loro?».

15 luglio - e-news: «Ogni giorno che passa diventa più chiaro che il referendum è sulla Costituzione, sul funzionamento del Parlamento e non su altro: questo ci aiuta molto a crescere nei consensi». 2 agosto - Cnbc: «Sono sicuro che vincerò il referendum, ma non perché questa sarebbe la mia vittoria, non è il referendum di Renzi». Si dimetterà se perde? «Vincerò».

9 agosto - Festa de L’Unità di Modena: «Anch’io ho sbagliato delle volte a dare dei messaggi: questo referendum non è il mio referendum. Ho sbagliato a personalizzare la riforma».

21 agosto - Versiliana: «Si vota nel 2018». Comunque vada il referendum? «Sì, si vota nel 2018».

15 settembre - Festa de L’Unità di Bologna: «A casa ci vado volentieri, ma resto al governo finché ho la fiducia del Parlamento».

26 settembre - Consiglio dei ministri: «Si voterà il 4 dicembre. La partita è adesso e non tornerà. Non ci sarà un’altra occasione».

29 ottobre - Luca Lotti dai Liberal democratici per il Sì: «Se non passa la riforma, se vince il No, non vanno a casa Renzi o Lotti. Chi vota No blocca il futuro del Paese».

14 novembre - Radio Monte Carlo: «Io di restare a vivacchiare e galleggiare non sono adatto. Cosa significa? Lo vedremo il 5 dicembre. A quelli a cui sto sulle scatole dico che quello del 4 dicembre non è un voto sulla mia simpatia ma sul Paese. Vi rendete conto che c’è chi vota no per farmi un dispetto? Riflettete».

17 novembre - Ansa: «Io non posso essere quello che si mette d’accordo con gli altri partiti per fare un governo di scopo o un governicchio». 20 novembre - L’Unione Sarda: «È molto semplice: se perdo il referendum, questo governo cade».

28 novembre - Mattino Cinque: «Qui non c’è scritto cosa pensate del governo, se è simpatico o no Renzi. Quello che accadrà dopo lo vedremo dopo».

28 novembre - Conferenza stampa con Pier Carlo Padoan: «State tranquilli. Il governo c’è sempre, politico o tecnico, super politico, iper tecnico».

29 novembre - Maria Elena Boschi a Otto e Mezzo: «Il 4 dicembre non siamo chiamati a scegliere sul governo ma sulla Costituzione».

30 novembre - Palaindoor di Ancona: «Non vi aspettate che io diventi come gli altri. Io non galleggerò dalla mattina alla sera, non sono quello che fa accordicchi alle spalle dei cittadini. Per questo possono chiamare qualcun altro».

30 novembre - Adnkronos: «Io preferirei non ci fosse da lunedì mattina un governo tecnico, ma se gli italiani non vogliono le riforme bisogna prendere atto di questo. Io non sono come gli altri, aggrappato alla poltrona. Sto in politica se posso cambiare il Paese».

30 novembre - Matrix: «Sono un boy scout, non voglio diventare come gli altri. Il mio lavoro è per cambiare il Paese. Se vogliono un bell’inciucione se lo fanno da soli».

30 novembre - Repubblica tv: «Domenica non si vota su di me. Che ci siano delle conseguenze è un altro discorso. Ho sbagliato nell’eccesso di personalizzazione. Errare è umano, ma perseverare sarebbe diabolico. Io faccio al massimo un altro giro. Se poi gli italiani dicono no, preparo i pop corn per vedere in tv i dibattiti sulla casta».

30 novembre - Dario Franceschini al video forum del Corriere della Sera: «Se il referendum è sulla Costituzione e non sul governo, a me pare naturale che il governo debba proseguire la sua azione fino al termine della legislatura, anche in caso di sciagurata vittoria del No».

1° dicembre - Mattino Cinque: «Penso che l’Italia abbia bisogno di essere governata, accompagnata, presa per mano e portata nel futuro.

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Sab, 03/12/2016 - 10:28

Il più grande BISCARO, che la toscana abbia mai sfornato!!! """ NON DICO FIORENTINO, PERCHE DA BRAVO FIGLIO DI CONTADINI, HÀ COLLABORATO A DISTRUGGERE FIRENZE"""!!!

avallerosa

Sab, 03/12/2016 - 10:36

Dignità=TUTTI A CASA E L'ITALIA AL POPOLO.

Ritratto di ..nonnaPaola.

..nonnaPaola.

Sab, 03/12/2016 - 10:40

un NO GRANDE COME UNA CASA alle SCHIFORME DELLA CASTA ABUSIVA e poi alle politiche li SPAZZIAMO VIA, FORZA M5S

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 10:58

io non voto per o contro Renzi. Il voto per il paese per i miei figli e per me e anche per chi vota no .Il voto SI da responsabile ,responsabile e convintamente

Gianca59

Sab, 03/12/2016 - 10:58

UAUuuuu: smascherato l' impostore......stai sereNO Renzi, anzi stai sereSI Renzi.

Ritratto di SantiBailor69

SantiBailor69

Sab, 03/12/2016 - 11:02

Sinceramente non capisco cosa siano queste accuse di personalizzazione....! Cosa ha fatto Cameroun dopo il voto Brexit? Ha dichiarato: "io non ho voluto qs risultato, non sono la persona adatta a portar avanti l'uscita del Regno Unito dalla EU, rassegno le mle dimissioni! Bene farebbe Renzi a dimettersi lunedi, se il voto dovesse

BRAMBOREF

Sab, 03/12/2016 - 11:02

GIGI87

BRAMBOREF

Sab, 03/12/2016 - 11:04

GIGI87 E' vero, ma il padrone del suo giornale non ha mai smesso di farlo. Ma lei non lo ha mai evidenziato. Tiene famiglia.

An_simo

Sab, 03/12/2016 - 11:05

manca anche ciò che ha sostenuto l'editore votando due volte la riforma, perché non mettete anche tutte quelle di date ? furbetti del quartierino di arcore

VermeSantoro

Sab, 03/12/2016 - 11:18

Ma se così non fosse non si sarebbe meritato il titolo del "er Cazzaro" con cui è universalmente conosciuto e commentato !

Tarantasio.1111

Sab, 03/12/2016 - 11:22

NAPOLITANO non ha sbagliato quando ha scelto un bravo imbonitore per attuare la sua politica per schiavizzare, rendere ubbidienti gli italiani a lor politici...Renzi non è null'altro che un imbonitore, nessuna idea politica è mai uscita dalla sua coscienza, ammesso ne abbia una.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 03/12/2016 - 11:22

Ma il vostro editore, che ha scritto, esaltato queste riforme, è responsabile. Perché lo oscurate? perché non mettete le date con comento dl patto del Nazzareno sino a quando è stato eletto Mattarella causa per la quale Berlusconi ha fatto saltare il banco? Perché non dite che lo ha fatto saltare perché Mattarella è un uomo che è sempre stato contro la mafia e contro i mafiosi e che, piccolo particolare, ha avuto un fratello ucciso dalla mafia cosa per il "vostro" imperdonabile e orripilante?

PaoloPan

Sab, 03/12/2016 - 11:27

È la classica persona inaffidabile ... alla quale non presterei neanche la mia vecchia auto usata!

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Sab, 03/12/2016 - 11:32

MA COME POSSONO GLI ITALIANI FIDARSI DI QUESTO PERSONAGGIO CHE OGNI GIORNO CAMBIA VERSIONE QUESTO E' UN BUGIARDO PATOLOGICO

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 11:32

Ah, quindi domani si vota per le elezioni politiche ? Ringrazio Boschi, l'unico che ci ha svelato il segreto ...

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 03/12/2016 - 11:34

Voto NO non solo per il de-merito obiettivo di una riforma nociva e inutile ma anche per mandare via un illusionista menzognero. Una sola considerazione per tutte: per avere un risparmio non c'era bisogno di fare una schiforma simile, bastava diminuire lo stipendio di TUTTI i parlamentari, membri del governo e Presidente della repubblica del 50% o più. A casa il caro leader potrà fare meglio quello che dice di essere: an boy scout attempatello!

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 11:34

;Ma lo sanno al Giornale che lavorano tutti per Grillo ? Chissà come li ringrazierà Silvio ....

vince50

Sab, 03/12/2016 - 11:34

Mai fidarsi e sopratutto non credere a ciò che dice un compagno,neppure se dice il suo nome e cognome documenti alla mano.

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 11:34

Ma lo sanno al Giornale che lavorano tutti per Grillo ? Chissà come li ringrazierà Silvio .... :-))

VermeSantoro

Sab, 03/12/2016 - 11:38

Certo è che se non se ne va a casa in dolce compagnia della fatina bionda fa una di quelle figure da tapparsi il naso dal fetore ..., lo chiameranno Palazzo Vespasiano in luogo di Chigi.

Klotz1960

Sab, 03/12/2016 - 11:43

Un pagliaccio da avanspettaccolo, imbonitore agli ordini del comunista antinazionale Napolitano.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 03/12/2016 - 11:49

Quella della foto è l'espressione che il BULLO di quartiere avra' lunedi mattina: a spoglio completato.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 03/12/2016 - 11:56

Penso che vinca il SI. Ricordo ai tempi della prima repubblica che quando si entrava nei negozi o in qualsiasi altro posto tutti si lamentavano dei partiti di governo, a tal punto che un osservatore neutrale pensava che alle future elezioni questi partiti sarebbero stati spazzati via. Invece alle elezioni questi partiti confermavano tutti i loro consensi. Oggi chi intende votare SI non lo dice ma lo fa.

clandestino48

Sab, 03/12/2016 - 12:00

Renzi, ti sei accorto troppo tardi di essere una marionetta!

Gasparesesto

Sab, 03/12/2016 - 12:05

breve nota x Franceschini e per i compari che travisano il Dettato Costituzionale compreso quel vecchietto che abita al Colle : " il governo debba proseguire la sua azione fino al termine della legislatura " Non sa, non Vogliono sapere che la Legislatura dura il tempo di 5 anni, considerando il cambiamento dei 3 Governi del Presidente . . a quale Legislatura si riferiscono i Signori del Palazzo ? alla prima del 16 novembre 2011 o all'ultima di Renzi o meglio di Napolitano ?

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 03/12/2016 - 12:06

-------sarebbe divertente fare lo stesso giochino con le dichiarazioni di berlusconi dai tempi del nazareno ---quando cioè la riforma costituzionale era una bozza e rimbalzava positivamente da una camera all'altra per ben 4 volte---l'opposizione ci ha fatto arrivare fino al referendum per poi decidere che la riforma non gli piaceva----che dilettanti---ma il bello è che se oggi chiedete a berlusconi se renzi deve dimettersi se vince il "no"---berlusconi vi risponderà che renzi deve rimanere al suo posto---quindi una parte del centrodestra non vuole le dimissioni di renzi---vi è chiaro il concetto?----hasta

Ritratto di giordano49

giordano49

Sab, 03/12/2016 - 12:09

Da "lascerò" a "vedremo". Renzi non fa più il bulletto...! CI SI PUO' FIDARE DI UN PERSONAGGIO COSI'.....! L'ITALIA E IL " NOSTRO POPOLO " ALLE PRESE DI " UN GIULLARE " CHE FA DELLA MEGALOMANIA IL SUO STATUS QUO'....! CHE HA PRESO IN GIRO TUTTA LA NOSTRA NAZIONE.....CON I SUOI " SALTIMBANCO ", VIVENDO DI FALSITA' ....E DELLE " BOMBE RACCONTATE A PROPOSITO, PER CALPESTARE LA nostra DIGNITA'.....! " INCAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE " merita il ritorno al paesello natio (ammesso e concesso che gli si dia credito ) INDEGNO....!!!!!!!!!!!! UN " NO......!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ad interim "

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Sab, 03/12/2016 - 12:14

https://youtu.be/BPKqM-TV2i8

nerinaneri

Sab, 03/12/2016 - 12:22

...comunque vada, renzino uscira' vincitore: 45-43% con angelino e casini e una parte del pd contro...

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 03/12/2016 - 12:28

Bravi 7+. Lodevole e utile per far capire chi e` Renzi l'impostore. Ora fate i bravi giornalisti, e stilate un simile bestiario che riguarda Berlusconi. Non vi basta un'edizione intera. Ma voi non siete giornalisti, siete lacche', e con voi il popolino che vi segue sbavando. Triste come una sera d'inverno.

Ritratto di 02121940

Anonimo (non verificato)

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 03/12/2016 - 12:32

dedicato ad elkid.."io non sono un politico come gli altri..non sto attaccato alla poltrona..se vince il no vado a casa"..firmato il Cazzaro senza vergogna!

bernaisi

Sab, 03/12/2016 - 12:33

il tutto è perfettamente in linea con il personaggio che finora non ha fatto altro che raccontare balle guadagnandosi pienamente il soprannome di frottolo

Anonimo (non verificato)

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 03/12/2016 - 12:36

riflessiva..commenti penosi..siete alla frutta e mi dai l'ennesima conferma che lunedì vincera il NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

Ritratto di 02121940

Anonimo (non verificato)

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 03/12/2016 - 12:46

Spero proprio che me lo facciate passare. Uno sfogo che vien dal uore, troppo a lungo represso, per favore publicate, grazie MATTEO RENZI.....MA VA A CAGARE VA! OHHHHH l'ho detto, mi son liberato. Ancora grazie se pubblicate

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 03/12/2016 - 12:51

Lunedì Renzi dovrà salirà al Quirinale con le dimissioni in tasca, è inevitabile che accada perché, se restasse, sarebbe la fine della sua carriera politica, cotto da tutti (opposizione e minoranza PD) a fuoco lento. Mattarella a questo punto punto dovrà trovare una nuova maggioranza, cosa molto difficile se non impossibile, occorrerebbe che tutto il fronte del NO (Lega, FI, M5S, minoranza PD, SEL, ecc.) si unissero: assurdo! E allora? Impossibile anche trovare una maggioranza "tecnica"per fare una nuova legge elettorale per Camera e Senato. Resta una sola soluzione praticabile, voluta la Lega ed M5S: votare subito. Poi tutto dipenderà dai M5S, se continueranno a dire "o tutto o niente" senza allearsi con nessuno (anche se hanno punti di contatto con la Lega), continueremo a votare ogni 90 giorni: di male in peggio. Speriamo nella volontà di governo di M5S, perché Lega ed FdI sono già partiti di governo. E FI? Quale ruolo avrà?

guardiano

Sab, 03/12/2016 - 12:55

Elkid, non ti avventurare in riflessioni troppo complicate per te, purtroppo madre natura con la tua intelligenza è stata molto avara.

AH1A

Sab, 03/12/2016 - 12:55

Bella esposizione cronologica ed inattacabile. Sarebbe bello ora esporre anche tutte le volte che FI ha votato la riforma per poi ripensarci ora...sapete qual'è la differenza? è che se il NO prevarrà sicuramente Renzi salirà al Quirinale, per cui siamo ancora nel possibile reale. FI di contro la riforma l'ha votata per poi rinnegarla, siamo nel certo verificabile. Capita la differenza?

Ritratto di KRISDA12

KRISDA12

Sab, 03/12/2016 - 13:00

E' solo stato capace di parlare, parlare, parlare tanto, troppo a vanvera. Bulletto sbullonato, gradasso grassoccio,provocatore provato,incompetente completo e narcisista. Spero davvero lo si mandi a casa e se non ci andrà saranno cavoli nostri purtroppo questo paese Italia non è più tanto italiano e nemmeno sta troppo bene, anzi....

Opaline67

Sab, 03/12/2016 - 13:00

Caspita in questa foto tiene le mani come Hitler. Stesso modo concitato di gesticolare che aveva Hitler nell'infervoramento delle sue apologie

Ritratto di KRISDA12

KRISDA12

Sab, 03/12/2016 - 13:04

Questo servizio l'ha scritto un 'BOSCHI', che strana coincidenza, ma almeno ci sono anche buoni 'ALBERI'evidentemente...

Ritratto di abj14

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 03/12/2016 - 13:08

Perche' qualcuno ha creduto che questo clown e la sua cricca, afgano in testa, lasciasse veramente? Io no. Certo che se prende una mazzata la legittimazione diverrebbe zero. Forse meno.

soldellavvenire

Sab, 03/12/2016 - 13:10

ahahahahahahahahahaha ormai è finita per voi bananas ! a che serve votare? statevene a casa, chiunque vinca voi avete già perso

nerinaneri

Sab, 03/12/2016 - 13:10

...il ritorno di raddrizzo rettale...

cgf

Sab, 03/12/2016 - 13:15

non sarei così convinto... per me, e non solo per me, ci sta preparando una sorpresa tipo brogli a non finire e si sentirà legittimato, ecco il perché del suo 'vedremo' e ragionando come ragiona lui... ho paura di aver colto nel segno.

Ritratto di jasper

Anonimo (non verificato)

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 03/12/2016 - 13:18

----------RaddrizzoLeBanane-----------pensieri tuoi mai eh?---neanche per sbaglio----hasta

Lisandren

Sab, 03/12/2016 - 13:18

Poche ore e poi questo buffone lo mandiamo a casa! Goodbye Cettolaqualunque!

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 13:26

Se vince il No, Renzi ha l'obbligo morale di dare le dimissioni. Così poi si metteranno d'accordo Grillo, Salvini, Monti, Berlusconi, D'Alema, Brunetta, Casapound, Meloni, Vendola, Civati, ecc. per fare un governo di scopo, trovare l'accordo per la nuova legge elettorale e portare il paese a nuove elezioni nella primavera del 2017. Quando Renzi farà il pieno di voti.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 03/12/2016 - 13:31

-----------guardiano------la supplico---ogni tanto vorremmo anche conoscere il suo pensiero sulla vita -sul mondo --sulla politica -sulla società----è in grado di farlo???---oppure lavorare a lungo con la zappa le ha procurato la chiusura irreversibile delle sinapsi?----hasta siempre

Atlantico

Sab, 03/12/2016 - 13:36

Riflessiva, le cose sono cambiate quando al Quirinale è andato Mattarella e non Amato. Da quel giorno le riforme scritte a quattro mani da Renzi e Berlusconi, non sono andate più bene ma Il Giornale, ovviamente, non può scriverlo. Tre giorni fa c'era su Repubblica un articolo di Giannini che spiegava perfettamente la cosa con tanto di dichiarazioni tra virgolette di Berlusconi e con indicazione della data. Molto istruttivo.

carpa1

Sab, 03/12/2016 - 13:53

Questa è la più bella di tutte: "... Se perdo, non finisce solo il governo ma finisce la mia carriera come politico e VADO A FARE ALTRO»." Ma che ca... vai a fare se non hai mai fatto e non sai fare altro? Ti iscrivi nelle liste dei disoccupati per ciucciarci altri quattrini?

antoniopochesci

Sab, 03/12/2016 - 14:10

Rush finale. Questa mattina 5 conoscenti con cui ho parlato al bar si sono convinti ad andare a votare per essere protagonisti dell'impresa storica che riuscirà salvare la DEMOCRAZIA e la COSTITUZIONE. Sapete qual era la loro perplessità? L'essere accomunati chi a Berlusconi chi a D'Alema. Perplessità legittima. Quando però fai notare che, pur partendo da posizioni diametralmente opposte, si converge su unico obiettivo, come avvenne per Liberazione dal nazismo e la conseguente Costituzione ( quella vera ) del 1948, tutti sono stati d'accordo ad andare a votare NO. Anche perché la compagnia gradita o no con D'Alema o Berlusconi, finisce alla 22 di domenica sera. E poi ognuno per la propria strada con la vittoria del NO in tasca.

pasquinomaicontento

Sab, 03/12/2016 - 14:11

Certo però, che dopo aver stretto le mani viscide di tutti i mammasantissima del mondo, faccio salvo solo Putin,essere messo ar cantoncello e trattato come 'na pezza da piedi, perchè così sarà, secondo la Strega di Benevento che per l'occasione (del voto) ha regalato 1000 bottiglie di Strega all'eremo dei Camaldolesi del fu San Romualdo con la postilla:-se vince il "SI" ubriacatevi, se perde...ubriacatevi lo stesso...se vive 'na vorta sola...per Silvio, una domanda :Ma dove sono coloro che hai tanto beneficiato? Quei parvenù,ruffiani, ominicchi,i piglia in mulo,scomparsi nel fango da dove erano venuti.Lascia perde a Si' Kirk Douglas er 9 de 'sto mese sfoja er centesimo calendario,io fra 8 se ciarivo...

GUGLIELMO.DONATONE

Sab, 03/12/2016 - 14:14

"rifessiva" - ..."per i miei figli"..! Ammappete, che amore materno...

rot44

Sab, 03/12/2016 - 14:18

..gli cominciano a tremare le chiappe..

agosvac

Sab, 03/12/2016 - 14:34

Il povero renzi crede che gli italiani siano di scarsa memoria! Tutti ricordiamo cosa ha detto a suo tempo e gli impegni che si era assunti! Ora cambia idea, molto peggio dei peggiori politici che l'Italia abbia mai avuto!!!

PAOLINA2

Sab, 03/12/2016 - 14:58

Fabrizio Boschi ne ha inventato una nuova, ha messo il calendario di frate indovino, perlomeno e' un diversivo dai soliti articoli di questo giornale, sicuramente meno noioso e fazioso del solito.Complimenti.

rinaldo

Sab, 03/12/2016 - 15:28

il gallo sta abbassando la crestina. Ahhhhhhhhh sta sereNO

antonio54

Sab, 03/12/2016 - 15:58

Se malauguratamente vincesse il "si", uno dei primi effetti deleteri per il nostro paese, sarebbe: l’arrivo in massa di clandestini da ogni parte del Mondo , diventerebbe un lasciapassare permanente, e per noi sarebbe la fine. Vincendo il "si" , lor signori, per convenienza politica, tramuterebbero l'esito referendario, come una sorta di autorizzazione a mettere le mani su tutto. Occhi bene aperti, e votiamo "No" decisi... senza esitazione.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 03/12/2016 - 16:22

Prima parlava solo dall’Olimpo, evitando lo scontro diretto, sempre con un accomodante intervistatore e senza “pericolosi” interlocutori. Ora che ha il fuoco sotto al sedere va in giro ovunque e parla con tutti, con rabbia e violenza, rivelando quale sia la sua reale personalità: un prepotente. Gli abbiamo creduto solo nel primo giorno: “abolirò il Senato”, ma dopo una settimana abbiamo capito tutto. Inaffidabile e pericoloso.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 03/12/2016 - 16:24

Come Renzi anche io “penso che l’Italia abbia bisogno di essere governata, accompagnata, presa per mano e portata nel futuro”. Illuminante il suo pensiero ed obbligata è la risposta: se ne vada a casa, con la sua cara Boschi, tolga il disturbo e lasci il governo a qualcuno più adeguato di quanto non sia lui. Un chiacchierone incapace, ma pericolosamente furbo.

Keplero17

Sab, 03/12/2016 - 16:36

Mi ricorda una immagine di Hitler, la stessa posa, metteteci i baffetti. E' uguale.

cameo44

Sab, 03/12/2016 - 16:37

Renzi era convinto che il SI avrebbe vinto a man basse motivo per cui diceva se perdo vado via e abbandono la politica oggi che non ha più la certezza della vittoria del SI dice che se a vincere sarebbe il NO non cambierebbe nulla ma non è il solo Renzi a fare capriole sono in tanti tutti coloro i qualli han no una gran paura di perdere la comoda poltrona nel caso in cui si andrebbe a votare come sempre la coerenza non è il for te dei politici

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 03/12/2016 - 17:18

riflessiva 11:22 scrive : "… Perché non dite che (Berlusconi) lo ha fatto saltare perché Mattarella è un uomo che è sempre stato contro la mafia e contro i mafiosi e che, piccolo particolare, ha avuto un fratello ucciso dalla mafia cosa per il "vostro" imperdonabile e orripilante? - - - Lei, "riflessiva" o "conviene" che sia, ha veramente bisogno di cure speciali praticate da un bravissimo medico. – (2° invio)--

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 03/12/2016 - 17:34

questo dimostra che di uomo a solo i pantaloni per me..

edo1969

Sab, 03/12/2016 - 17:50

povero boschi, che s'ha da fà pe ccampà

Anonimo (non verificato)

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 03/12/2016 - 18:09

stesso atteggiamento in foto come quello dello zio Adolf prima della operazione Barbarossa...

Triatec

Sab, 03/12/2016 - 19:24

Stupendi i commenti di alcuni che non potendo disconoscere l' inettitudine di Renzi e dei suoi cortigiani chiamano in causa tal Berlusconi che non ha più voce in capitolo ormai da alcuni anni. Cinque anni dove sono aumentati gli immigrati, il debito pubblico, i disoccupati e le famiglie che vivono sotto la soglia di povertà. Oggi Renzi dice che l'Italia deve essere presa per mano, ma al momento ci sta prendendo per un'altra parta anatomica: il fondo schiena.

Duka

Dom, 04/12/2016 - 07:56

Gli piace troppo MAGNIFICARE SE STESSO che fuori dal palazzo finirà in paranoia.