La moda sfila sul tappeto verde per premiare la sostenibilità

Il Green Carpet Fashion Award

Lauren Hutton brillava in completo di seta certificata di Giorgio Armani, la top model Karolina Kurkova indossava un abito di Salvatore Ferragamo in organza di seta certificata e in orange fiber ottenuta dagli scarti delle arance. L'attrice Dakota Johnson indossava un abito di Gucci in tulle di seta organico. Sono solo alcune delle celebrity piombate l'altra sera a Milano per la prima edizione italiana dei Green Carpet Fashion Awards, gli Oscar della moda sostenibile promossi da Camera Nazionale della Moda Italiana Eco-Age e Livia Firth. Il red carpet per la prima volta si è tinto di verde per ospitare tutti gli invitati alla Scala e godere dell'idea che il meglio del made in Italy corre veloce nell'attenzione a temi come la sostenibilità, argomento caro ai giovani. Infatti il vincitore del primo concorso «Green Carpet Talent Competition» a «Franca Sozzani GCC Award for Best Emerging Designer» è stato Tiziano Guardini, classe 1980, definito dalla stampa «lo stilista della natura». Ha presentato un abito in seta cruelty free con ricamo di paillette create da gusci di cozze e CD riciclati e un soprabito in tessuto 100% riciclato dalla plastica. Avrà l'opportunità di sfilare durante la settimana della moda milanese a febbraio 2018 e - insieme agli altri quattro finalisti - beneficiare di un'esperienza di formazione professionale di dodici mesi presso i Villaggi della Collezione Value Retail.