"Nelle società multietniche c'è più rabbia"

Il politologo Parsi: i reclutatori nel Regno Unito hanno un grande bacino a cui attingere

Gran Bretagna, ancora una volta nel mirino dei terroristi. Perché? Ci aiuta a capirlo il professor Vittorio Emanuele Parsi, politologo, docente di relazioni internazionali alla Cattolica di Milano.

«Perché è un Paese che è rimasto sempre in prima fila nella lotta contro il terrorismo in Irak e in Siria. Da sempre allineato in questa scelta con gli Stati Uniti, da sempre fra i protagonisti delle scelte politiche occidentali in Medio Oriente e con un lungo passato coloniale in quelle regioni».

È un Paese in qualche modo anche penalizzato dalla forte presenza musulmana?

«Un elemento è la presenza, ampiamente diffusa nel Paese, dei musulmani di seconda e terza generazione e noi sappiamo che la più parte del reclutamento dell'Isis nelle nostre società avviene pescando proprio tra le seconde e terze generazioni di fedeli. Quindi se il bacino di reclutamento è più largo è molto probabile che gli episodi di violenza possano aumentare e diffondersi in quei Paesi dove questa possibilità lascia maggiori spazi di manovra e di scelta. Secondo elemento da considerare è che in Gran Bretagna, come in tutte le società multietniche, diventa complesso gestire queste situazioni, perché è in simili contesti che più facilmente matura e si diffonde la cultura della rabbia e della rivalsa che è la matrice comune di coloro che poi scelgono la lotta armata».

Come dire, nonostante la guardia alta, le falle in Gran Bretagna restano...

«La sicurezza assoluta non è mai perseguibile. La lotta al terrorismo ha tante facce e una di queste sicuramente è l'integrazione che è utile e sarà utile, sul lungo periodo per ridurre il numero dei possibili proseliti. Ma per l'immediato i parziali rimedi per arginare il fenomeno sono altri: il presidio del territorio, per esempio, per ridurre sempre più lo spazio di tempo tra la manifestazione dell'azione ostile e la sua repressione. A Londra in questo caso lo spazio di intervento è stato molto breve ma dobbiamo considerare che anche un'attenzione diffusa non ci consente, se non in casi fortunati, di prevenire l'azione terroristica. Occorrerebbe lavorare maggiormente sull'infiltrazione nelle comunità islamiche ma su questo fronte siamo ben lontani da quanto si auspicava».

Quali scenari si schiudono alla luce di questa recrudescenza del terrorismo?

«La situazione resta decisamente preoccupante perché la rabbia, la logica del tanto peggio tanto meglio, nasce proprio in quei Paesi da dove i terroristi provengono, Paesi emarginanti e liberticidi che riverberano poi su noi, sull'Occidente le spore della cultura di questa rabbia. Basti pensare che in Indonesia e Malesia il terrorismo islamista fa più fatica a reclutare adepti perché quei Paesi, nonostante le loro difficoltà politiche, sono infinitamente meglio di Pakistan, l'Afghanistan, etc».

Anche l'Italia è a rischio di un attentato?

«Nessun Paese può dirsi lontano dal mirino ma è fuor di dubbio che siamo un target meno appetibile di Francia, Inghilterra o Germania e quindi un attentato in Italia avrebbe una cassa di risonanza inferiore. Inoltre siamo meno esposti nella lotta alle organizzazioni terroristiche in Medio Oriente e questo ci pone in una posizione più defilata e non abbiamo seconde e terze generazioni di origine musulmana numerose. Poi c'è il paradosso: da noi chiunque arriva trova il ramo cui aggrapparsi. Siamo tutti bene integrati in una società che funziona male. Siamo tutti italiani anche se, per assurdo, nessuno si sente italiano».

Commenti

perseveranza

Lun, 05/06/2017 - 09:15

"L'Italia é meno esposta perché qui non ci sono seconde e terze generazioni di immigrati mussulmani....." per ora infatti siamo invasi dalla prima generazione che pero' porta con se molti figli, fra pochi anni avremo la seconda e poi la terza generazione ed allora? Stiamo seguendo esattamente il percorso di Inghilterra, Francia, Germania, Belgio ecc. Quello che accade in quei Paesi non ci insegna nulla. Siamo ciechi e sordi e continuiamo ad esaltare il bello della società aperta, multietnica e multiculturale. Segnando così il nostro futuro e quello dei nostri figli. Amen.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 05/06/2017 - 09:36

--perseveranza-- Aggiungerei anche che in Italia non fanno attentati perché non attentano in casa loro. L'Italia ormai é casa loro.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 05/06/2017 - 09:40

Mi ricordo anche che, ai tempi di Arafat, il mitico Andreotti ebbe atteggiamentidi basso profilo e sornioni di fronte ai terroristi palestinesi. Evito' cosi' una serie di attentati ai nostri aerei.Bene fece ? Non so, so solo che mostrare viltà provoca disprezzo ed aggressività nel nemico. Infatti oggi gli islamici ci disprezzano ed aggrediscono.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 05/06/2017 - 09:43

Una cosa ancora. Se mi trovo a dover scegliere tra due porte ed una di questeso per certo che mi becco un fracasso di legnate, ovviamente scegliero' l'altra.Sarebbe quindi ora che si cominciasse a suonarle di santa ragione, senza attendere le seconde terze generazioni.

cecco61

Lun, 05/06/2017 - 09:43

Credo che il vero punto nodale sia l'immigrazione selvaggia che porta inevitabilmente all'auto-ghettizzazione. La mancata conoscenza della lingua e delle Leggi e tradizioni locali porta alla costituzione di piccole enclavi che riproducono la società originaria. Se le prime generazioni stanno tranquille per paura dell'espulsione, quelle successive, ottenuta la cittadinanza, scalpitano. Una parte politica (sinistra e ora pure la Chiesa) li aizza, giustificandoli col degrado del ghetto e colpevolizzando lo Stato ospitante per meri fini opportunistici e/o elettorali, dimenticandosi che sia il ghetto che il suo degrado sono stati creati dagli stessi che ci abitano. Stesso discorso, più in piccolo, per i Centri di Accoglienza: li manteniamo ma, visto che non hanno nulla da fare, potrebbero almeno tenere puliti i locali in cui vivono. No, no, la colpa è nostra che dovremmo pure pagargli la colf e la babysitter.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 05/06/2017 - 10:31

"perché è in simili contesti che più facilmente matura e si diffonde la cultura della rabbia e della rivalsa". Prossimamente anche in Itaglia. Soprattutto quando i diversamente bianchi realizzeranno che non tutti possono aspirare ad ingaggi milionari come quelli offerti a Balotelli.

giusto1910

Lun, 05/06/2017 - 10:38

Il mondo musulmano é "contaminato" da una frustrazione opprimente conseguenza del consumismo che ha invaso Paesi in cui, valori semplici e chiari erano e sono legittimati dalla forza della parola di Dio. Il consumismo ha rotto un'equilibrio secolare e sacro, facendo nascere una grande invidia dei musulmani poveri, nei confronti delle loro classi dirigenti che dispongono di ricchezze enormi (quasi sempre depositate in Svizzera). In Europa le seconde e terze generazioni non si integrano perché non condividono i nostri valori, però avendo una coscienza politica occidentale credono (non sempre a torto) che le discriminazioni sociali nei loro Paesi siano conseguenza del rapporto colonialistico vecchio e nuovo gestito dall'Occidente. L'ISIS rappresenta quindi per alcuni di loro una redenzione che si realizza nella distruzione dell'Occidente. Il problema non é solo di natura politica ma soprattutto psichiatrica, teologica e sociale.

Una-mattina-mi-...

Lun, 05/06/2017 - 10:50

L'EX JUGOSLAVIA E' LI', NESSUNO LA CITA MA E' UN ESEMPIO STORICO EVIDENTE E SFOLGORANTE DI COSA SUCCEDA ALLE SOCIETA' "MULTIETNICHE"

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 05/06/2017 - 11:04

"Nelle società multietniche c'è più rabbia": errore fatale! Si creano le società multietniche senza mettere regole ferree. Questa è la debolezza dell'occidente. Il principio basilare deve essere l'integrazione ; e chi sbaglia "paga" ovvero deve essere prevista l'espulsione. Ma ormai siamo ad un punto di non ritorno, soprattutto in Italia dove la politica del buonismo ci sta rovinando.

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Lun, 05/06/2017 - 11:24

"Nelle società multietniche c'è più rabbia" FORSE E' IL CASO DI DIRE CHE NELLE SOCIETA' MULTIETNICA C'E' PIU IGNORANZA E UN PIU' BASSO QUOZIENTE DI INTELLIGENZA !

risorgimento2015

Lun, 05/06/2017 - 11:29

Dopo la 2 Guerra la GB e` stata la prima in Europa (poi seguita dalla SVezia)a volere la SOC.Multizazziale/ettinica ;con grande vanto dicono loro stessi. Adesso raccolgono e si godono I frutti di quella scellerata decisione..che mantengono tuttora L'Italia da 2 dei decennia sta facendo lo stesso sbaglio.Presto ci tocca pure a noi,e non parlo solo del terrorismo,ma` di sicurezza quotidiana,sanita,lavoro ,case..ce ne sara sepre di meno per NOI!!!

gneo58

Lun, 05/06/2017 - 11:58

non bisogna essere scienziati per capire che in uno zoo non si possono lasciare tutte le porte aperte.

agosvac

Lun, 05/06/2017 - 12:59

Ma guarda un po'! Siamo italiani ma nessuno si sente italiano!!! Non so questo professore, ma io, nel mio piccolo, mi sento italiano, erede di una tradizione millenaria cui non mi sento assolutamente di rinunciare. Questo l'ho imparato sia dalla mia famiglia sia dai miei studi scolastici quando ancora chi insegnava era italiano conscio di esserlo e fiero di esserlo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/06/2017 - 13:11

L'avrete sentita la notizia che la comunità islamica inglese (o almeno una delle tante) deplorava ufficialmente gli attentati. Beh, ci siamo detti, finalmente qualcosa si muove! Allora esistono anche "musulmani buoni"! Sarebbe stata una notiziona... peccato solo che fosse TOTALMENTE FALSA! Come al solito, cane non mangia cane e non esistono "islamici moderati".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 05/06/2017 - 13:26

@siredicorinto - concordo in toto.

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 05/06/2017 - 13:47

PS Dimenticavo L'Iraq di Bush Molice Linyi Shandong China

venco

Lun, 05/06/2017 - 13:48

La società multietnica non funziona, bisogna tornare al concetto di comunità.

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 05/06/2017 - 13:55

L'Indonesia non esporta uomini perche quando ci ha provato con la Cina nel 2011 al largo di Macao furono affondate 5 navi non barconi cariche di invasori e i cinesi lasciarono morire i naufraghi. Da allora navigando per 6.000 miglia scelsero l'Australia meno male che gli australiani li respingono. Voi li andate a prendere ai margini del deserto. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 05/06/2017 - 13:58

Codesto professore mi sembra un bel 18 politico. Molice Linyi Shandong China

piazzapulita52

Lun, 05/06/2017 - 14:34

La società multietnica voluta dall'elite è uno schifo ed i tragici avvenimenti recenti ne sono la conferma! Diceva J. Evola:" CHI ESCE DAL FIUME DELLA TRADIZIONE SI PERDE NEL MARE DELLA DECADENZA". Ed è quello che sta accadendo, purtroppo!!!

mariolino50

Lun, 05/06/2017 - 15:10

siredicorinto Il mitico Andreotti disse anche questo: ''Se fossi nato in un campo profughi e non avessi da cinquant'anni nessuna prospettiva da dare ai figli, sarei anche io un terrorista'' Giulio Andreotti, 2006 Era uno con la più grande esperienza politica al mondo, fin dal 46, ne ha viste passare di cose.

antonmessina

Lun, 05/06/2017 - 15:29

ma sa quel che dice sto signore? si rende conto che l'avere seconde e terze generazioni è dovuto al lassismo e ai voleri dei poteri forti che da generazioni vogliono distruggere la civilta europea? ma si rendono conto i politici che continuando a obbedire ai vari soros rotshild kalergi non fanno altro che uccidere il proprio popolo per guadagnare un pugno di soldi? analisi di questo tipo di politologo sono solo fuorvianti perche non fanno altro che giustificare qualcosa voluto fortemente da qualcuno

Lucky52

Lun, 05/06/2017 - 16:53

In parole povere è il fallimento della società multi etnica; dato che in Italia siamo alla prima generazione vediamo di finirla li.Anche perchè queste persone, islamici soprattutto non vogliono integrarsi, non gliene frega niente, vogliono solo sfruttarci e cercare di sopraffarci. Sono allergici a qualsiasi legge dello stato e di convivenza civile. E i sinistri vogliono pure dargli la cittadinanza di cui non gli importa nulla se non i benefici monetari.

carpa1

Lun, 05/06/2017 - 16:56

Parla di rabbia in modo errato, perchè se la rabbia dei negri conta x 10, la rabbia degli italiani, stufi di questo andazzo, vale almeno 100.

kolton jones

Lun, 05/06/2017 - 17:41

Professore Parsi; il rispetto delle libertà individuali, il concetto sociale e filantropico della democrazia,il concetto di diritti e libertà acquisiti, il rispetto delle persone e della vita altrui come conquiste di civiltà, la religione come servizio sociale (ospedali,scuole,associazioni ecc)NON APPARTENGONO NE STORICAMENTE,NE CULTURALMENTE ALL'ISLAM! IL PROBLEMA CON LORO E GLOBALE CIO'NON AVVIENE NE COI BUDDISTI,NE CON INDUISTI E SIHK,NE CON CULTURE PRIMITIVE E PRE CRISTIANE ECC ECC: ANZICHE FARCI LA BELLA LEZIONCINA CI DIA UNA RISPOSTA LOGICA E RAZIONALE E MENO FILOSOFICA DEL FENOMENO GRAZIE.

kolton jones

Lun, 05/06/2017 - 17:53

PROF PARSI,la diciamo tutta? Complesso d'inferiorità verso l'occidente nella cultura,nei diritti individuali,nella civiltà del diritto e delle libertà,nella scienza e tecnologia e lo dico, con orgoglio cristiano, nella superiorità del cristianesimo che ha generato tutto ciò che loro ci odiano!

aredo

Lun, 05/06/2017 - 18:08

La risposta è semplicissima: PERCHE' ESISTE LA SINISTRA. La sinistra=mafia è una banda di criminali brigatisti drogati del '68 che fa affari con pazzi drogati come gli islamici con cui sono alleati e fiancheggiatori. Basterebbe prendere tutti questi personaggi e fucilarli per alto tradimento. In tutti i paesi del mondo. Allora il 99% dei problemi del pianeta sparirebbe. La sinistra=mafia con gli islamici sono la fonte dei problemi del mondo.. il che include anche la feccia delle altre religioni come i cattocomunisti pedofili del Vaticano.. Il fatto che gli islamici siano i più pazzi non significa che le altre religioni vadano bene. Vanno abolite tutte per legge. Sono l'antitesi di Dio. Da sempre. Con Dio le religioni non c'entrano niente .. ed infatti sono diventate una cosa sola con la pazzia comunista, sono veri atei nemici di Dio quello vero che non è umano, umanoide, animale o alieno.. trascende lo stupido pensiero di esseri idioti come sono la maggioranza degli umani.

Cheyenne

Lun, 05/06/2017 - 18:15

occorrerebbe semplicemente arrestare e fare sparire tutte le persone sospette di terrorismo che non sono cittadini britannici o francesi , ma gente che non ha nulla in comune con gli stati che troppo facilmente hanno concesso cittadinanza, come i nostri pdioti vogliono fare. Ciò è il principio della fine. E ricordiamo una banalità: noi non abbiamo nessun dovere di mantenere trogloditi fannulloni.

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 05/06/2017 - 19:43

Grandissimi pezzi di mxxxa sono presenti commenti lunghi 20.000 battute. Del resto per essere in linea con l'Italia e questo foglio solo di mxxxa potete essere. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 05/06/2017 - 19:55

Per giusto 1910 a parte tutte le cxxxxxe che hai scritto sull'invidia. Come pensi possa rispettare le leggi fatte dall'uomo uno che ha in mano la legge di Dio? E ricordate che senza rivoluzione francese saremmo nelle stesse condizioni.Il clero decideva chi si arricchiva e chi moriva. ANCORA OGGI PROVANO A fregarvi e ci riescono benissimo usando come scudo solo tre lettere D I O la più grande bugia per sottomettere i popoli e grazie ai tanti ignoranti e idioti di cui è composto il popolo ci sono riusciti. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 05/06/2017 - 20:03

Allora? Carissimi posso dire che quando dico la verità sono falso e quando sono falso dico la verità. Sembra un gioco di parole ma tutti questi Professori o Politologi sanno analizzare bene ogni cosa ma non sanno dare la risposta al problema. Faccio allora una domanda: "Se chiudiamo le Frontiere e rimandiamo indietro tutti gli immigrati che cosa succederebbe alla Nostra Società?". Un'altra domanda: "Che carità è quella dell'accoglienza indiscriminata di migliaia di persone senza alcuna prospettiva che si possano guadagnare da vivere con un lavoro?" Se questa è Carità allora siamo veramente in una strada senza uscita. Shalòm.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 05/06/2017 - 20:59

L'integrazione islamica non si è mai verificata. Guardate l'India per capirlo. È inutile che il Prof ci faccia la romanzina. Con questa gente solo serve la mano dura, e che stiano casa loro. Poi vedete un po chi li chiama, Sala e il PD. Lo fanno segundo il loro Corano, il Capitale, quello che perorava contro la famiglia. Infatti nell'URSS fecero di tutto per distruggerla. Non ci riuscirono, cosi decisero di adottare la tecnica del cavallo di Txxxa, corrodere dall'interno della cultura occidentale. dai allora con droga, divorzio facile, e tutte le variazioni di sesso possibile.