Nell'Unione è scattata la fuga dall'accoglienza

Nell'europeista Polonia il 51% dei cittadini è pronto a lasciare l'Ue per evitare i migranti

Il 51% dei polacchi si dice disposto a lasciare l'Unione europea nel caso in cui Bruxelles imponesse di accettare immigrati; il 56% è disposto a rinunciare ai finanziamenti comunitari per la stessa ragione. Sono i risultati di un sondaggio realizzato da «Ibris», uno dei più importanti Istituti di Ricerca polacchi, per il settimanale Polityka.

I risultati sono oggettivamente dirompenti se si considera che solo qualche mese prima, uno studio del Parlamento Europeo, aveva indicato la Polonia tra i paesi più entusiasti dell'adesione all'Ue (insieme a Irlanda, Germania e Olanda): il 71% dei polacchi definiva un «buona cosa» l'Unione Europea contro il 53% dei francesi, il 35% degli italiani e il 34% dei Greci. Dalla caduta del Muro di Berlino, la Polonia è diventato il paese più europeista e filo-occidentale del continente, per due motivi principali.

Il primo «storico», legato alla necessità di svincolarsi dalla sfera d'influenza di Mosca vista come una secolare minaccia all'indipendenza nazionale del Paese. Nel 2003, un anno prima dell'ingresso in Europa, Ròza Thun, allora Presidente della Fondazione Schuman ed esponente influente della resistenza anticomunista polacca, lo spiegò chiaramente: «Per voi occidentali la Seconda Guerra mondiale è finita sessant'anni fa. (); per noi è durata fino all'89 con il comunismo e l'assoggettamento alla Russia».

Il secondo motivo è invece economico: la Polonia è il più grande beneficiario di fondi per le politiche comunitarie: oltre 13 miliardi raccolti nel 2015 a fronte dei quasi 4 miliardi versati. In questi ultimi mesi però il sentimento dell'opinione pubblica polacca sembra essere cambiato considerevolmente. La crisi dei migranti che sta mettendo a rischio la tenuta di paesi come l'Italia e le relazioni tra i governi europei, tocca anche Varsavia e lascia dietro di sé un'ulteriore scia di indebolimento del progetto europeo.

Recentemente Bruxelles ha avviato la procedura di infrazione contro Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca che hanno rifiutato di accogliere le loro quote di migranti giunti in Italia e Grecia, secondo le direttive europee; ed ora rischiano il blocco dei finanziamenti comunitari. La cosa non sembra spaventare i polacchi e neppure il loro governo; il Primo Ministro Kaczynski ha recentemente ribadito che Varsavia è disposta a rinunciare ai soldi dell'Ue ma non «ai nostri diritti di nazione sovrana».

Se l'Unione Europea imploderà non sarà a causa della crisi economica ma a causa del drammatico scollamento tra l'élite di Bruxelles e i cittadini che l'Europa pretende di rappresentare. La superficialità e l'inadeguatezza con cui le classi dirigenti europee hanno affrontato il dramma dell'immigrazione sembrano ora determinare una crisi sempre più ampia. Siamo di fronte alla reazione di quelle nazioni che non vogliono rinunciare alla propria identità a alla propria sicurezza. Gli eurocrati lo chiamano populismo ma in realtà è solo realismo e senso del futuro.

Commenti

nopolcorrect

Mer, 12/07/2017 - 09:09

"Kaczynski ha recentemente ribadito che Varsavia è disposta a rinunciare ai soldi dell'Ue ma non «ai nostri diritti di nazione sovrana».Coloro che pensavano fosse facile convincere a negrizzarsi Nazioni orgogliose della propria identità etnica e culturale sono serviti. Esse lasciano a noi Italiani il piacere di diventare un'appendice africana dell'Europa, il Mississipi e l'Alabama dell'Europa.

Michele Calò

Mer, 12/07/2017 - 09:40

Rep.Ceca:si votasse oggi oltre il 75% dei cittadini vorrebbe uscire da UE e NATO e preferirebbe una CEE allargata alla Russi.

giovanni951

Mer, 12/07/2017 - 09:44

e i polacchi chi li vuole? credono che siano lí tutti a braccia aperte per accoglierli? se non vogliono africani a casa loro nin rimane che riallacciare i rapporti con la russia

jaguar

Mer, 12/07/2017 - 09:46

Difficile dar loro torto, perché dovrebbero imbarcarsi in una avventura rischiosa come l'accoglienza, poi hanno sotto gli occhi la situazione creatasi in Italia, quindi logico che si preferisca piuttosto uscire dall'Europa. I paesi che non vogliono accogliere sono lungimiranti, non scemi come i nostri governi di sinistra.

giovanni951

Mer, 12/07/2017 - 09:48

comunque tutti ciò va bene, piú c'é casini e disaccordo a me ( a tanti credo) vada benissimo visto che si avvicina la fine di questa unione di matti.

Cesare007

Mer, 12/07/2017 - 10:05

Quello che i Polacchi possono dire a proposito dei clandestini gli Italiani non sono liberi nemmeno a pensare a causa della dittatura.

Jesse_James

Mer, 12/07/2017 - 10:10

Ma hanno ragione. Amano la propria patria e non vogliono trasformarla in una latrina a cielo aperto. Cosa che a differenza abbiamo fatto noi.

umberto nordio

Mer, 12/07/2017 - 10:11

Di imbecilli siamo rimasto solo noi!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 12/07/2017 - 10:25

La conta degli abelinati disposti al suicidio per la causa terzomondista si restringe, in pratica, alla sola Itaglia.

Giorgio Rubiu

Mer, 12/07/2017 - 10:26

Perché non diciamo e facciamo la stesa cosa. Espulsione di tutti i non aventi diritto presenti sul territorio (con Nigeriani, Pakistani e Senegalesi ci si libererebbe almeno del 80%) e, contemporaneamente impedire gli sbarchi a chiunque non abbia ricevuto un visto di residenza ottenuto, dalle autorità competenti, nel paese d'origine. Se alla UE non va bene, siamo disposti, come i polacchi, ad uscirne o, almeno, ad interrompere i nostri contributi finanziari.

jenab

Mer, 12/07/2017 - 11:13

andate nel vecchio stadio di varsavia a vedere cosa c'è, e poi si capisce tutto

Una-mattina-mi-...

Mer, 12/07/2017 - 11:25

NE HANNO TUTTI ABBASTANZA DI QUESTE COSTOSISSIME "RISORSE"

scarface

Mer, 12/07/2017 - 11:37

Ma noi abbiamo la sboldrina, il pampero, mafia capitale, le ong, le coop rosso-papaline, ....

Cesare007

Mer, 12/07/2017 - 11:46

giovanni951 Il problema dell'Europa oggi non sono i Polacchi, ma gli Italiani con loro business dei clandestini!!! Aggiornati.

Italiano_medio

Mer, 12/07/2017 - 11:48

Troppi scaldasedie a pagamento in UE ?

Ritratto di adl

adl

Mer, 12/07/2017 - 11:52

Rossi lei non ha inteso bene, e ciò mi fa pensare che non ha avuto il grande privilegio di diventare un bocconiano. Non è come appare, non sono gli altri a defilarsi dall'accoglienza, siamo noi che abbiamo sottratto loro tutte le risorse e quindi li abbiamo bruciati sul tempo. Non so' se ricorda quando era al governo un tal MATTEO da Rignano, che ebbe a tuonare prima di essere fulminato sulla via di SALVINI: "L'EUROPA NON CI AIUTA ????BENE, FAREMO DA SOLI" Intendeva dire le risorse sono tutte nostre ed ai vostri ENTI PREVIDENZIALI resteranno LE BRICIOLE.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 12/07/2017 - 12:00

Loro sono un popolo, noi no. La dei comunisti se ne sono liberati dopo averli assaggiati per cinquantanni. L'italiota idiota invece li vota ancora non pago del livello infame di questa gentaglia.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 12/07/2017 - 12:21

Alla fine il "cerino" è rimasto nelle mani del governo italiano e sta per scottarsi le dita. L'assurda gestione dell'immigrazione del governo nell'accogliere tutti indistintamente ha portato gli altri paesi ha costruire barricate virtuali e reali. Ora gli altri paesi UE se la ridono sapendo che ormai l'immigrazione è un problema solo italiano. Il governo continua a cercare la stampella delle istituzioni internazionali e della UE ricevendo continuamente "schiaffoni". Intanto l'invasione continua e il "conto" lo pagano, come al solito, i cittadini italiani.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 12/07/2017 - 12:30

MI FA PIACERE CHE GLI EXTRACOMUNITARI SIANO IN GRADO DI SCROLLARE E DISINTEGRARE LA COMUNITà EUROPEA ALLA FACCIA DEI VOSTRI INCOMPETENTI POLITICI.AUGURI CARI ITALIANI IN ITALIA....AH...MI RACCOMANDO SE VI SONO RIMASTE LE MUTANDE VOTATE ANCORA PD.

agosvac

Mer, 12/07/2017 - 12:49

Vuoi vedere che l'UE fasulla cadrà per l'accoglienza fasulla di migranti fasulli che sono per lo più terroristi "veri"?????

Ritratto di Vogelspinnen-ChrisLXXIX

Vogelspinnen-Ch...

Mer, 12/07/2017 - 13:34

Adoro questa foto che, ogni tanto, la redazione gentilmente ripropone. Si evince chiaramente che, i due migranti ritratti, sono persone con "una marcia in più", persone che hanno quel non so che, quel "lampo", quel guizzo di genio. A sinistra abbiamo un ingegnere elettrico, roba da far impallidire Nikola Tesla. Alla sua destra, invece, un luminare della medicina. Sbagliano Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca ecc a privarsi di tali risorse ma, egoisticamente parlando, sono contento di sapere che probabilmente questi due Signori rimarranno in Italia. Ad arricchirci. A pagarci le pensioni. A creare innovazione. Ottimo, ma mai abbondante abbastanza.

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Mer, 12/07/2017 - 13:45

che strano, lo spirito di accoglienza latita laddove c'e' stata una quarantennale esperienza di comunismo...

fisis

Mer, 12/07/2017 - 13:46

Fuori da questa ue sovietica e dall'euro, fuori dalla nato, quindi recupero della sovranità, difesa dei confini e respingimento all'australiana dei confini della Patria. Infine, partnership con la Russia. Solo così l'Italia si salva.

Ritratto di adl

adl

Mer, 12/07/2017 - 13:58

@agosvac, lei fa le equazioni. Non è consentito un immigrato non è un terrorista. Sappiamo io e lei che in realtà basta ed avanza un rapporto pari ad 1 ogni mille per atterrare uno stato. Comunque a mio modesto avviso la UE fasulla sarebbe già caduta se non fosse per l'Italia, che accogliendo immigrati ed eventualmente nel suddetto rapporto terroristi veri, in realtà la salva.

batracomiomachie

Mer, 12/07/2017 - 14:07

@Giorgio Rubiu il "visto di residenza" che cita non esiste. E' un non sense giuridico. Saper le cose prima di aprire la bocca? Chiediamo troppo?

carlottacharlie

Mer, 12/07/2017 - 14:09

Bene la Polonia, se l'Italia preferisce mettersi a 45gradi (rendendo felici mediorientaliafricaniindianipakistani ecc..eccc. ), dovremo essere noi cittadini prendere in mano la situazione, gia' che il governo vuole anche i 6milioni pronti a partire.

Garombo

Mer, 12/07/2017 - 14:58

Vogelspinnen-Ch... Le nazioni che non aprono agli immigrati secondo me fanno bene, anche se come dice "nowhere71" "c'e' stata una quarantennale esperienza di comunismo... (ma i paesi del blocco socialista non si creda che avessero le frontire aperte, anzi...) Quindi non si tratta di essere comunisti o meno per fare entrare milioni di immigrati. Comunque quei due in foto sono due poveracci lo si vede bene, non è bello fare dell'ironia.

elpaso21

Mer, 12/07/2017 - 15:06

Devono aiutare perchè sono buoni.

Blueray

Mer, 12/07/2017 - 15:16

Anche se in generale "pacta sunt servanda", anche quelli sottoscritti dai fuori di testa, alla fin fine è tutto un discorso economico: se osservarli ci distrugge, sfiliamoci, rompiamo i patti e buonanotte, pagheremo le conseguenze in infrazioni, denaro, e credibilità ma l'ipotesi di una nazione che va al suicidio migratorio ben giustifica questa ed altre drastiche prese di posizione. La tragedia massima è che tanto in Europa quanto in Italia le classi politiche e le relative scelte sono del tutto scollate dal volere della gente. Siamo arrivati al de profundis della democrazia rappresentativa, che non è più rappresentativa di nulla e di nessuno, non ha più alcun senso continuare su questa strada.

carpa1

Mer, 12/07/2017 - 15:17

Lasciamo stare la Polonia e concentriamoci piuttosto sull'Italia. A quando la pubblicazione di SONDAGGI VERI E REALISTICI (dal momento che di referendum non se ne parla) su che cosa pensa la maggioranza degli italiani sui medesimi argomenti? Certo, con la sx al governo che si sta letteralmente cagando sotto per la piega presa dai, per altro non tanto recenti, eventi il referendum non si farà mai e si tenterà piuttosto di allungare il più possibile anche i tempi per le elezioni.

Jimisong007

Mer, 12/07/2017 - 15:41

Tutti meglio di noi

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Mer, 12/07/2017 - 15:43

giovanni951- 09:44: I polacchi fanno bene a dire NO e non come i quaquaraqua politici italici che la prendano in ogni occasione nel cxlx! La Polonia nel fra tempo e da ANNI che cresce oltre il 3% ogni anno! e l'italica cresce con numero da prefisso Zero virgola!! In fine, vai a vedere come lavorano i polacchi con responsabilità e bene, non per caso tante Aziende estere sono posizionati in tutta la Polonia! #Cesare007, bravo hai detto tutto!