Occidente pronto ad agire: "Così distruggeremo l'Isis"

Dopo gli Usa anche Inghilterra e Francia valutano la via militare contro i terroristi

Dall'Europa, che sente ogni giorno di più la minaccia dello Stato islamico, il presidente americano Barack Obama ha chiesto ieri l'appoggio di un fronte internazionale per arginare l'avanzata degli estremisti in Irak ribadendo l'intenzione di voler «annientare e distruggere l'Isis». E Gran Bretagna e Francia hanno accennato alla possibilità di un intervento.

È davanti a una Camera dei Comuni cupa che ha parlato ieri David Cameron. Soltanto poche ore prima, gli estremisti dello Stato islamico avevano messo online il video della decapitazione di un secondo giornalista americano, Steven Sotloff, 31 anni, e minacciato l'esecuzione di un ostaggio britannico. «Un Paese come il nostro non sarà intimidito da questi barbari assassini», ha detto il premier britannico.

Se martedì un sondaggio ComRes per il quotidiano Independent raccontava come soltanto un cittadino su tre sarebbe favorevole a raid aerei del Regno Unito contro gli estremisti, le immagini di un britannico minacciato dallo Stato islamico sono destinate a far aumentare il peso dell'opinione pubblica sulla strategia del governo di Londra. Deputati insistono che una decisione riguardo a un possibile intervento aereo non è stata ancora presa, ma ieri il ministro degli Esteri Philip Hammond ha assicurato che sarà «considerata ogni possibile opzione per proteggere questa persona».

Già all'inizio della settimana, prima della rivelazione del macabro video dello Stato islamico, il premier Cameron aveva accennato alla possibilità che l'aviazione britannica possa unirsi a quella americana sui cieli dell'Irak, anche senza l'approvazione del Parlamento: «Se occorresse agire urgentemente per proteggere un particolare interesse nazionale britannico o prevenire una catastrofe umanitaria, potrebbe essere necessario agire e poi andare in Parlamento», ha spiegato lunedì, definendo la strategia americana dei raid contro le postazione dello Stato islamico «la via giusta per affrontare il problema».

Così, la Gran Bretagna valuta in queste ore la possibilità d'entrare a far parte di una coalizione militare internazionale - auspicata da Obama - che miri ad arginare l'avanzata degli estremisti e cui potrebbe aggiungersi anche la Francia del presidente François Hollande, che proprio ieri ha sottolineato «l'importanza di una risposta politica, umanitaria e se necessario militare nel rispetto del diritto internazionale» alla crisi.

Finora, soltanto gli Stati Uniti hanno portato a termine raid aerei contro lo Stato islamico in Irak, non in Siria, dove conducono invece sorvoli di ricognizione. La Gran Bretagna ha fornito armi ai combattenti curdi peshmerga, nel Nord del Paese, intenti a bloccare l'avanzata dei miliziani islamisti, e la sua aviazione ha paracadutato aiuti alle minoranze irachene assediate nelle scorse settimane dallo Stato islamico. Il Regno Unito sente però che la minaccia degli estremisti - centinaia dei quali partiti dalle sue città - potrebbe materializzarsi anche in Europa. E non è un caso che ieri il primo ministro abbia promesso d'aumentare le pressioni sui governi del G8 affinché tutti rispettino l'accordo di non pagare riscatti agli estremisti per la liberazione di ostaggi. Cameron e il suo esecutivo, infatti, temono che i milioni intascati dai gruppi terroristici in Irak e Siria possano essere usati per organizzare attentati contro la Gran Bretagna o altri Paesi europei.

Commenti

vittoriomazzucato

Gio, 04/09/2014 - 08:50

Sono Luca. Finalmente. GRAZIE.

maricap

Gio, 04/09/2014 - 09:59

Chissà se Putin, per intervenire e invadere l'Ucraina, ha chiesto preventivamente il consenso del parlamento. Europa, seguita a farti seghe mentali, ma attenzione che se non li fermi in Siria e in Iraq, dovrai farlo poi a casa tua. Ammesso che poi ti riesca.

maricap

Gio, 04/09/2014 - 09:59

Chissà se Putin, per intervenire e invadere l'Ucraina, ha chiesto preventivamente il consenso del parlamento. Europa, seguita a farti seghe mentali, ma attenzione che se non li fermi in Siria e in Iraq, dovrai farlo poi a casa tua. Ammesso che poi ti riesca.

elalca

Gio, 04/09/2014 - 10:38

la nostra sopravvivenza è vincolata alla determinazione di Putin. vai Vald e azzera i mussulmani

alberto_his

Gio, 04/09/2014 - 10:38

E se per una volta questi iperattivi pasticcioni non facessero nulla? Visto i danni arrecati non sarebbe una cattiva idea provare. Col fare nulla significa anche evitare di supportare, addestrare e guidare la manovalanza guerriera al fine di destabilizzare l'area e smetterla di finanziarli (sempre che le petromonarchie del golfo non continuino a farlo). Leggo altrove che il traffico di petrolio con il quale l'ISIS contribuisce a mantenersi coinvolgerebbe anche Turchia e Israele, cosa affatto sorprendente. Da come si mettono le cose sembra che la stessa coalizione di occidentali e sunniti che hanno creato il mostro vogliano ora terminarlo: lecito dubitare. Il buon Al Bhadgadi, riprogrammato dalla CIA nel suo soggiorno a Guantanamo e indottrinato dall'infaticabile agente sobillatore McCain, potrà quindi continuare a giocare al Califfo nell'interesse dei soliti noti.

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 04/09/2014 - 10:57

Sarebbe auspicabile e persino bello, vedere squadriglie di F22 e Su-27 "ala ad ala", prendere di mira questi porci tagliagole. Sarebbe bello, utile e giusto. Esattamente, giusto: Non sono uomini. Questi sono insetti.

beowulfagate

Gio, 04/09/2014 - 11:07

Ideale Simbiosi Islam Sinistra

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 04/09/2014 - 11:25

L'ISIS ha ultimamente commesso un errore, a mio vedere, fatale. Ha cominciato a rompere i coglioni anche a Putin...l'ultima persona cui romperli impunemente. E, sicuramente, quella sbagliata.

gian paolo cardelli

Gio, 04/09/2014 - 11:26

alberto_his, dica la verità: lei vorrebbe una bella Europa unita al grido di "Sieg Heil!", vero?

Ritratto di cable

cable

Gio, 04/09/2014 - 11:33

Siamo rimasti come sempre i soliti italiani.. Se non ci danno il permesso non alziamo neppure il sopracciglio. Siamo dei pavid-man e siamo guidati dall'uomo giusto (Renzi) spinto dal Napolitanfo

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 04/09/2014 - 12:47

G. P. CARDELLI. É; TU CHE PREFERISCI! AVERE UN;EUROPA SOTTO IL SEGNO DELLA MEZZALUNA ISLAMICA DELL;ISIS!???!.

gian paolo cardelli

Gio, 04/09/2014 - 13:14

Esposito, ha frainteso il mio messaggio: rilegga bene quello di _his, puntualmente antiamericano, e capirà; è lui a sostenere che gli USA e l'Occidente in genere non devono intervenire contro quelli dell'ISIS, non certo io.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 04/09/2014 - 13:35

ERRATA! CORRIGE! IO MI SCUSO CON LEI; AVENDO FRAINTESO IL SUO COMMENTO DELLE 11:26.