In Olanda si tifa jihad: a favore 8 islamici su 10

I risultati choc di un sondaggio tra i giovani musulmani prima dell'attacco a «Charlie Hebdo» A Londra un quinto è favorevole ai combattenti

Roma È la zona grigia del terrore. L'area preoccupante dei collaborazionisti, di chi non partecipa armi in mano ma tifa per la guerra santa e fornisce logistica e copertura. La Ue ha un grosso problema interno. Non bastassero gli attentati compiuti nel cuore dell'Europa da cittadini europei che hanno scelto il terrorismo nel nome della Jihad, a scorrere i sondaggi nei Paesi del Vecchio continente dove le comunità islamiche sono numericamente più consistenti, emerge che l'indulgenza verso l'Isis e la «guerra santa» contro gli infedeli non sono merce così rara.

E la radicalizzazione trova dunque un terreno già fertile anche in terra europea.I musulmani che vivono lontano dall'Europa si sono spesso schierati in modo poco moderato nei confronti del terrorismo di stampo fondamentalista. Un sondaggio di Al Jazeera, meno di un anno fa, sul sostegno «popolare» verso la campagna militare dell'Isis in Siria e Iraq, mostrò come l'81 per cento del campione fosse favorevole al Califfato. Ma anche le percentuali europee toccano punte inaspettate.A novembre del 2014, per esempio, due mesi prima dell'attacco a Charlie Hebdo che ha inaugurato la stagione degli attentati nel cuore dell'Europa, da un sondaggio della olandese «Motivaction» su un campione di giovani turco-olandesi (sono circa 400-500mila i turchi che vivono nei Paesi Bassi), vennero fuori risultati sorprendenti. L'80 per cento degli intervistati disse di non vedere «nulla di male» nella jihad contro i miscredenti. Il 50 per cento appoggiava apertamente l'eventuale partecipazione di musulmani d'Olanda alla guerra in Siria. Dove, d'altra parte, le milizie contrarie al presidente Bashar al-Assad erano viste come «eroi» dal 90 per cento del campione. Nonostante «solo» l'otto per cento dei turco-olandesi considerasse l'istituzione di un Califfato come preferibile a un governo democratico, il ministro degli affari sociali Lodewijk Asscher si era detto «preoccupato» per la radicalizzazione.E il sondaggio olandese non è il solo a far riflettere.

A febbraio 2015, la Bbc chiese a mille musulmani maggiorenni e residenti in Gran Bretagna un giudizio sulla strage a Charlie Hebdo. Più di uno su quattro disse di condividere i motivi che avevano portato i terroristi ad attaccare il periodico satirico, e il 24 per cento concordava pure sull'uso della violenza. Secondo il 45 per cento del campione, infine, gli imam che giustificano la violenza contro l'Occidente non si distaccano dall'opinione prevalente dei musulmani.Sempre nel Regno Unito, dopo l'attacco a Parigi del 13 novembre è stato il Sun a cercare di capire la posizione dei musulmani britannici sulla minaccia terroristica. I numeri della ricerca mostrano come un quinto della comunità islamica in Gran Bretagna sostenga «un po'» o «molto» la partenza dei foreign fighters verso la Siria, e il dato arriva al 25 per cento considerando solo i musulmani britannici tra 18 e 34 anni. A una maggioranza moderata, insomma, fa da contraltare una minoranza che cresce sia numericamente che nella radicalizzazione.Anche negli Usa non c'è troppo da stare allegri. Da un sondaggio datato 2015 della Polling company emerge che il 33 per cento degli intervistati in caso di conflitto tra Shariah e costituzione americana considera prevalente la prima. E il 19 per cento giustificherebbe anche la violenza per instaurare la legge islamica negli Stati Uniti.

Annunci
Commenti
Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 25/03/2016 - 09:20

E` desolante che la vita di gente perbene venga distrutta da capre ignoranti e supertiziose. Se all'improvviso per magia sparissero dalla terra tutti i superstiziosi e i creduloni, e soprattutto coloro che li ingannano, sarebbe un bel passo avanti per l'umanita`.

Keplero17

Ven, 25/03/2016 - 09:46

Sono tutti favorevoli allo stato islamico e la conquista non avverrà con le armi, ma con lo ius soli, che consentirà loro di votare e di eleggere candidati che lentamente islamizzeranno l'Italia introducendo la sharia.

Rossana Rossi

Ven, 25/03/2016 - 10:18

Ma no, avete equivocato...non vedete come si stanno integrando queste preziose risorse?......a suon di bombe e di massacri.....e noi li manteniamo, laviamo loro i piedi, diamo loro dei soldi e persino il papa li accoglie e li sovvenziona a scapito dei poveri italiani che contano zero.......tutti a 90 gradi e poi piangiamo...su cosa? Sulla nostra imbecillità...........

il corsaro nero

Ven, 25/03/2016 - 10:22

Questo dimostra che non esiste un Islam moderato!!!

giovauriem

Ven, 25/03/2016 - 10:23

per che c'è qualcuno che credeva il contrario ? neanche i politici italiani (specialmente il sinistrume) loro fanno finta di credere agli islamici moderati , per che con la scusa dell'accoglienza agli animali islamici ,si sono arricchiti .

giovauriem

Ven, 25/03/2016 - 10:28

dimenticavo ! non ci credo che due su 10 sono moderati , sicuramente non possono farlo sapere , per qualche motivo comodo per loro, gli islamici , anche quelli naturalizzati e con la cittadinanza , devono essere cacciati via con la forza.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 25/03/2016 - 10:31

Ma quale shock (imparate a scriverlo correttamente!)! Il vero shock è costituito dal fatto che un esercito di babbei in Itaglia (vedansi alcuni bloggers di questo forum) ed in Neuropa stia ancora discettando circa l'esistenza dell'Islam moderato.

Ritratto di Dagobar

Dagobar

Ven, 25/03/2016 - 10:39

E' come quell'idiota nordafricano residente a Roma (e magari pure con la cittadinanza, ma questo non lo ricordo), che durante l'intervista ha detto: si, be'... però, però hanno fatto bene (!?). Roba da rispedirlo immediatamente la' dove i suoi avi sono nati...

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 25/03/2016 - 10:48

E allora visto che 8 su 10 degli islamici sono favorevoli al terrorismo (a proposito ma il reato di favoreggiamento o istigazione al terrorismo esiste ancora?) che si aspetta a sbatterli fuori dal paese senza tante scuse? Qui in Italia si viene processati e condannati per un saluto fascista,in Olanda mi pare si vada ben oltre.....

momomomo

Ven, 25/03/2016 - 10:54

CHI NON LASCI MORIRE (di fame, miseria, incultura, guerre, privazioni di ogni genere), NON TI LASCIA VIVERE........!

ben39

Ven, 25/03/2016 - 10:56

La discriminazione sociale nei confronti dei figli e nipoti degli emigrati anni '60 nei Paesi Bassi ha contribuito decisamente alla radicalizzazione di molti di questi i quali hanno trovato nell'Islam l'unica via a un futuro migliore. I congrui sussidi statali non sono stati sufficienti a comoprare il loro rancore verso gli olandesi sempre molto chiusi agli stranieri nonostante la facciata della tolleranza...

ben39

Ven, 25/03/2016 - 10:57

Già nel 2001 dopo l'attentato alle torri gemelle, nei quartieri periferici delle grandi città, i giovani magrebini scesero in strada a festeggiare Bin Laden. Da quel momento una crepa spezzò la società olandese e seguirono l'assassinio di Pim Fortuyn e del regista Van Gogh a mano di pro islamici.... Ora c'è Geert Wilders, il compagno di lotta di Salvini, a prendere il posto dei primi, rischiando però ogni giorno la vita.L'onda migratoria in corso in Europa sta ingrandendo lo spessore di quella crepa e il Re Willem è stato costretto dagli eventi e dai politici in questi giorni, dopo l'attentato di Brussel, a visitare le strade del quartiere degli artisti dell'Aja per stringere le mani degli esotici abitanti e cmolto probabilmente a sua insaputa anche quelle di futuri teroristi.

ricktheram

Ven, 25/03/2016 - 11:04

Personalmente credo che non si p uò e non si deve ragionare SUI MORTI. questi vanno fermati. Con OGNI MEZZO. bisogna solo scegliere da che parte stare.

paci.augusto

Ven, 25/03/2016 - 11:06

Mandate il risultato di questo sondaggio al direttore Calabresi ed al Monsignore che hanno sproloquiato della necessità di integrazione come rimedio al criminale terrorismo islamico!!! Poveri illusi!!

franco-a-trier-D

Ven, 25/03/2016 - 11:18

ma il vostro caro e tanto amato da voi PD li legge questi articoli o fa finta di niente come voi?

tonipier

Ven, 25/03/2016 - 11:19

" NEMMENO LORO CI CREDONO" Ma siccome il giro di moneta è talmente grosso, non mollano la presa...come al solito, i capoccioni " COMUNISTA."

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 25/03/2016 - 12:31

Per me bisogna mettere fuori legge l'islam prima che i mussulmani riescano a prendere il potere e ad imporci la sharia approfittando dei nostri sistemi democratici. I nostri governanti devono rendere impossibile proporre un partito islamico.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 25/03/2016 - 12:32

GENTE; CHE NON HA UN FUTURO! GENTE CHE MUORE DI FAME! GENTE CHE NOI ABBIAMO ACCOLTO DANDOGLI LAVORO! CASE! BENESSERE É UN FUTURO DOVREBBE BACIARCI LE PALLE É RINGRAZIARCI OGNI GIORNO DI AVERLI ACCOLTI QUANDO SONO VENUTI IN EUROPA CON LE PEZZE AL KULO; PERCHE NEI LORO PAESI DI ORIGINE PER COLPA DELLA LORO RELIGIONE NON C;ERA NESSUN PROGRESSO É NESSUNA PROSPETTIVA DI UN FUTURO MIGLIORE; EBBENE QUESTI ANIMALI INVECE DI ESSERE GRATI A NOI DI AVERLI ACCOLTI; CI VOGLIONO MASSACRARE É TAGLIARCI LA TESTA;É QUESTA NON É GENTE CHE PUO VIVERE IN UN PAESE CIVILE; MA CHE DEVONO VIVERE FRA GLI ANIMALI COME SONO LORO; TUTTI GLI EMIGRANTI IN ITALIA SI POSSONO INTEGRARE;MA SOLO I MUSULMANI VOGLIONO CONQUISTARCI PER INSTABILIRE LA SCHARIA IN ITALIA É PORTARCI INDIETRO DI 1400 ANNI;É IO CREDO CHE QUI SI STÁ PREPARANDO LA III GUERRA MONDIALE; PERCHE NESSUN OCCIDENTALE VORRÁ TORNARE INDIETRO DI 1400 ANNI!.