"Partita quasi chiusa, Assad vincitore"

Il presidente del Centro studi internazionali: "Regime forte, grazie ai russi"

«Una puntura di spillo»: così il professor Andrea Margelletti, presidente del Centro di studi internazionali e consigliere del ministro della Difesa definisce l'azione in Siria.

Quindi un'azione limitata?

«Non è successo niente, per la semplice ragione che le tre potenze mondiali hanno avvertito che avrebbero bombardato con giorni d'anticipo, per cui l'effetto sorpresa se n'è andato. Se c'era qualcosa da spostare, i siriani hanno potuto farlo in tranquillità. E poi se tu vuoi eliminare delle capacità non devi soltanto distruggere i macchinari, ma minare anche chi ha queste capacità, impedendo che possa esercitarle in futuro. Dato che hanno bombardato alle 3 di notte, dentro le fabbriche non c'era nessuno».

Ci si può aspettare un altro attacco con armi chimiche in futuro?

«No, credo che la partita siriana si stia per chiudere con la totale vittoria di Assad. Rimarranno delle nicchie di zone franche, ma in questi anni, da quando c'è stato l'intervento russo, Assad ha ripreso quasi tutto il territorio strategico che gli interessava».

Si può temere una reazione russa ai bombardamenti?

«Mosca è stata avvertita di ciò che sarebbe accaduto e ha messo in atto una serie di azioni prudenti per evitare ogni rischio, compresa l'uscita da Tartus. Non ha senso che compia attacchi, in Siria ha mano completamente libera».

L'operazione è quasi atipica. Non una guerra, ma un'azione militare. Che differenza c'è con quella attuata in Libia?

«In Libia facemmo una campagna militare che durò giorni, in Siria si sono limitati a un attacco durato poco più di un'ora. E poi all'epoca smontammo il dispositivo militare di Gheddafi e disintegrammo le capacità del suo esercito. Ieri si sono colpiti 3, forse 4 obiettivi e niente più. Come detto, l'operazione è finita».

Perché l'Italia è rimasta fuori?

«Perché non era la nostra partita. Londra è da sempre alleato strategico degli Usa e con l'uscita dalla Ue deve essere sempre più vicina agli Usa per avere un peso. Parigi considera la Siria elemento di interesse».

Non la considera una prova di forza da parte dei tre Stati?

«No, tu non arrivi dando una puntura di spillo se vuoi dare una prova di forza. Tu arrivi in maniera diversa quando c'è un progetto politico e in Siria non esiste un progetto politico occidentale. Quello che è mancato in quel Paese in sette anni è che l'Occidente non è stato in grado di proporre una singola persona da sostituire ad Assad».

Per l'attacco in Siria la Francia ha usato nuovi missili.

«Sono gli scalp naval, lanciati da navi classe Fremm oppure Horizon, gittata di mille chilometri. A differenza degli storm shadow, posseduti anche dalla nostra Aeronautica militare, hanno un booster maggiorato. Sono prodotti dall'Mbda, grande azienda della missilistica europea con sede anche a Roma».

Commenti
Ritratto di ateius

ateius

Dom, 15/04/2018 - 09:16

il "musulmano errante" Assad.. da garante delle minoranze religiose essendo lui stesso minoranza alawita nell'ultimo Stato laico nel mondo arabo.. all'incarnazione del Male da parte occidentale. non si capisce da dove nasca l'odio viscerale verso questo "dittatore" che ha cercato quando possibile la mediazione dei conflitti interni ed esterni inerenti il suo paese. un Presidente comunque ELETTO dal 65percento del suo popolo non più di tre anni fa e che ebbe a dire sfidando l'occidente.. “un leader assume il potere col consenso del popolo attraverso le elezioni e se lascia lo fa su richiesta del popolo stesso e non per decisione degli Stati Uniti, del Consiglio di sicurezza dell’Onu o della Conferenza di Ginevra”. e come dargli torto..?

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Dom, 15/04/2018 - 09:17

Insomma, Assad grazie a dio ha vinto questa "ribellione" fatta per procura e i gloriosi esportatori di democrazia, per non perdere la faccia, hanno sparato qualche mortaretto. Patetici.

abocca55

Dom, 15/04/2018 - 09:28

Assad vincitore perché insieme all'Iran avranno dalla Russia armi atomiche potentissime, e questo segna la fine dell'arroganza degli USA e di tutti i sionisti, quelli palesi e quelli occulti. Scelta sbagliata quindi. L'alternativa giusta sarebbe stata la volontà di contribuire alla pace e al benessere tra i popoli e non giocare alla guerra. trattando la gente come soldatini di piombo. E nel medio oriente tra Israele e Palestinesi pace giusta con due stati riconosciuti.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 15/04/2018 - 10:29

Non sono così ottimista. Non è da escludere che gli USA si affonderanno una nave per dare la colpa alla Russia e scatenare la guerra. USA o Israele.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 15/04/2018 - 10:30

L'attacco israeliano all'esercito iraniano in Siria dimostra che ormai la guerra è decisa. E non basta che Russia e Iran cerchino di evitarla. C'è un solo paese che può ora fermare la guerra. E si chiama Cina.

Enricolatalpa

Dom, 15/04/2018 - 10:36

Abocca55: hezbollah e soci, rappresentanti del futuro stato palestinese, non riconoscono il diritto all’esistenza dello stato di Israele. Come pensi di raggiungere una pace giusta, con questi presupposti?

Cheyenne

Dom, 15/04/2018 - 11:09

Assad grazie al genio di Putin è rimasto in sella. D'altra partre la triade criminale voleva eliminare l'unico stato laico di religione mussulmana e uno statista di rispetto, per sostituirlo con finti democratici tipo morsi o erdogan. Buffoni.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 15/04/2018 - 11:13

Enricolatalpa - Israele non ha alcun "diritto" a esistere in effetti oltre all'uso della forza, con la quale è nato e che esercita fino a oggi per espellere i palestinesi. E ancora oggi si espande su terra non propria. Ha il diritto della forza. Non altro.

stedo54

Dom, 15/04/2018 - 12:21

Una volta tanto ha vinto la democrazia, cioè Assad, presidente eletto e ateo, presidente di una Siria che, fino all'invasione dei terroristi occidentali ed ebrei nel 2011, era uno degli stati più avanzati dell'area, per civiltà, culturab e infrastrutture.

harpoon

Dom, 15/04/2018 - 12:23

abbocca55 sono i palestinesi i primi a non volere la pace, non saranno mai in grado di creare una nazione e non perché esiste Israele. Non esistevano neanche prima della nascita di Israele

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 15/04/2018 - 12:32

Tanto rumore per nulla..hanno lanciato due petardini, tra l'altro avvisando pure per evitare di disturbare troppo. Una sceneggiata Napoletana

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Dom, 15/04/2018 - 12:54

Giusto per completare il quadro: sappiate che un elemento poco noto ma di enorme peso è stato che è arrivata la Cina è ha dispiegato diversi pezzi della sua 29a flotta fra cui una lanciamissili + 1.000 marines. La cosa non ha bisogno di commenti.

Algenor

Dom, 15/04/2018 - 13:16

Enricolatalpa - Dom, 15/04/2018 - 10:36 Hezbollah si trova in Libano, non in Palestina e tanto meno a Gaza.

Algenor

Dom, 15/04/2018 - 13:19

@harpoon - Dom, 15/04/2018 - 12:23 I palestinesi esistevano e vivevano nella propria terra da cui sono stati cacciati. Sono i sionisti e filo-sionisti che non vogliono la pace, non riconoscendone l'esistenza come popolo, rifiutando di concederli uno stato indipendente e continuando ad espropriarli di terra e case con gli insediamenti dei coloni.

Enricolatalpa

Dom, 15/04/2018 - 13:32

Ausonio, purtroppo è l’esistenza di gente come te che impedisce una pace giusta in medio oriente. Esattamente quel che volevo dire ad abocca55...!

Enricolatalpa

Dom, 15/04/2018 - 13:42

Ausonio, il tuo primo messaggio è francamente delirante. Tu appartieni a quella categoria di malati di “dietrologia applicata”, ovviamente sempre a senso unico, che sono incapaci di accettare gli eventi per quello che sono, accecati dall’odio e dal sospetto. A quando una bella teoria per dimostrare che per andare da A a B la via più breve fa una curva? Ovviamente, purché la curva stessa non l’abbiano disegnata i “sionisti al soldo del grande Satana americano etc etc”. Francamente patetici...!

elpaso21

Dom, 15/04/2018 - 14:20

Intervento puramente dimostrativo e concordato. Trump sta cominciando a prendere lezioni da Berlusconi.

giza48

Dom, 15/04/2018 - 14:27

Ha ragione Salvini, anche se non lo voto, dove sono le prove dell'attacco chimico di Assad? E' uguale alla storia di Saddam, prima ti bombardo poi cerco di trovare le prove delle armi di distruzione di massa che non hanno mai trovato, nel frattempo hanno frantumato un paese e fatto centinaia di migliaia di morti. I terroristi rivoltosi hanno usato come di consueto il cloro dando poi colpa all'esercito siriano. Gli USA e Trump sanno di questo giochetto ma gli va a pennello per riportarsi a galla dopo le disastrose avventure belliche patite dai loro amici alleati ,sedicenti democratici, ma veri terroristi musulmani.

giza48

Dom, 15/04/2018 - 14:33

Continua..... La Siria, un paese laico, emancipato, sopratutto le donne, multi religioso, tollerante, istruito, anche se sotto la sferza dittatoriale, unico del genere in M.O. è finito entro il vulcano bellico distruttivo dell'occidente degli Obama e Clinton, Sharkozy, Cameron, Merkel per quale motivo? Risorse petrolifere, zona di influenza, regalo agli amici sauditi (quelli dell'11 settembre sic), amici di Osama, lotta alla Russia etc sono tutti plausibili. Trovo che è incredibile dare così tanta sofferenza a questo popolo per tutto ciò. Gli USA avevano ancora una parvenza di moralità, onestà, ora dopo questa prova di forza, non incantano più nessuno. Solo la malafede e i loro occulti interessi li guidano.

Enricolatalpa

Dom, 15/04/2018 - 14:46

Algenor: chiedo scusa per l’inesattezza. Il concetto, tuttavia, resta valido, di qualsiasi nome si fregi chi non riconosce il diritto ad esistere dello stato di Israele (hetzbollah compreso, anche se dal Libano...)

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Dom, 15/04/2018 - 14:46

Adesso se Trump si farà sculacciare di nuovo da qualche altra pornostar, dirà che la colpa è di Putin e di Assad e per distogliere l'attenzione sui suoi comportamenti sessuali perversi, attaccherà di nuovo la Siria con qualche spillo ...

lavieenrose

Dom, 15/04/2018 - 15:24

trump ha i suoi guai in america con i procuratori, la mayr non sa gestire la brexit, macron non gestisce i ferrovieri ed è in calo di consensi e allora vai con la Siria e putin...... E la Cina dove la mettiamo? Vi dice niente la cautela della merkel? Mi sa che questa volta possono cantare: siam rimasti in tre, tre briganti e tre somari sulla strada della Siria, ecc., ecc.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Dom, 15/04/2018 - 15:50

Bella la citazione da "Rinaldo in campo"!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 15/04/2018 - 16:03

Enricolatalpa - esistono chiari precedenti, DIMOSTRATI. Dall'affondamento del Maine al finto attacco nel Golfo del Tonchino. FATTI.

VittorioMar

Dom, 15/04/2018 - 16:53

..ASSAD OGGI E' IL "MARTIRE" ,GRAZIE A TRE "SPROVVEDUTI" OCCIDENTALI !!...CHE FIGURA HANNO FATTO,SE LA POTEVANO RISPARMIARE ...KIM JONG-UN AL CONFRONTO E' UNO "STATISTA" !!...CHI SONO I PAZZI PROVOCATORI ?...HANNO TERRORIZZATO IL MONDO !!..INCOSCIENTI !!

harpoon

Dom, 15/04/2018 - 16:54

Algenor mi dice il nome di un presidente, e, imperatore o primo ministro palestinese tra la caduta dell'impero ottomano e il 1948 Stiamo parlando di stato palestinese che non esisteva e non esiste, era un'ipotesi nel periodo tra le due guerre e una risoluzione dell'ONU dopo il 48 e visto che non hanno ancora capito che se continuano a fomentare la guerra non potranno mai diventare una nazione. Ah e si ricordi dei palestinesi con la divisa delle SS Visto che si scalda tanto per i palestinesi spero che faccia lo stesso per i Curdi. Anche loro sono un popolo, ma visto che danno fastidio a suoi amichetti mussulmani credo che l'argomento non le interessi

harpoon

Dom, 15/04/2018 - 17:03

giza48 dare la colpa sempre all'occidente mi sembra proprio da miopi. Mi spieghi come mai dopo che quell'inetto di Obama ha venduto una montagna di titoli di stato e che questi sono finiti nella banca centrale cinese (ma a loro interessava solo vendere le loro cianfrusaglie) e nelle banche e fondi Arabi ci sono state le primavere arabe, la libia l'egitto e la siria. Ma chi crede che abbia volute le guerre? L'arabia ha una montagna di soldi, ma i piedi d'argilla e le guerre si fanno con i soldi.

ilrompiballe

Dom, 15/04/2018 - 17:04

USA-GB-FRANCIA : banda di ipocriti. Qualcuno mi può spiegare perché il gas è peccaminoso (ammesso e non provato che sia stato usato da Assad) mentre tritolo, fosforo, napalm e quant'altro sono buoni, caritatevoli e salvifici ? La gente che muore sotto gli effetti di questa robaccia è più contenta? Ma si impicchino, questi nostri cosidetti alleati!

mozzafiato

Dom, 15/04/2018 - 18:02

AUSONIO, a parte la storia del bell'imbusto ebreo che ti ha fottuto la ragazza, leggere quello che scrivi, fa sbellicare dalle risate !Possibile che non ti sia reso conto che qui non sei di fronte all'auditorio del centro sociale dove hai maturato le tue nozioni di storia mediorientale !Le bestialita' che scrivi, non possono far altro che crepare dal ridere !E'si AUSONIO: la storia della palestina dai millenni trascorsi, non e'roba per te, ma vedo che nemmeno la storia moderna lo e' dato che ignori che la creazione do Israele e' legittimata dall'ONU e che solo i tuoi amici terroristi islamici si ostinano a non voler riconoscere... o no ?

mozzafiato

Dom, 15/04/2018 - 18:12

lA "QUESTIONE PALESTINESE" si e 'originata più o meno in contemporanea con quella BEN PIU' IMPORTANTE PER MOI ITALIANI, dell'Istria assegnata alla Jugoslavia del criminale tito, il quale ha provveduto allo sgombero degli italiani, mediante regolare genocidio. Ebbene, mi chiedo come mai i nostri no global (qui e altrove) si incazzano a morte per una terra da millenni ebraica e lontanissima E TRASCURANO LA QUESTIONE DELL'ISTRIA PASSATA ALLA JUGOSLAVIA PER "SUPERIORI DECISIONI", NE PIU'NE MENO COME ACCADUTO PER LA PALESTINA ?

mozzafiato

Dom, 15/04/2018 - 18:18

HARPOON il kompagno ALGENOR, per essere sinceri, non si scalda nemmeno per quanto accaduto ai nostri fratelli istriani ammazzati come cani dal kompagno (di ALGENOR) tito! Lui son sa nemmeno quello che e' accaduto da quelle parti AGLI ITALIANI CHE VIVEVANO NELL'ISTRIA, e' troppo impegnato a spalleggiare le filosofie nazifasciste sugli ebrei da sterminare !Beata infantile ignoranza !!

mozzafiato

Dom, 15/04/2018 - 18:28

altra cosa tragicomica e che molti imbelli che scrivono qui conoscono Putin secondo quello che la propaganda occidentale racconta, cioe'che era un bieco ufficiale assassino e torturatore del KGB e ovviamente ignorano che lo stesso Putin era il braccio destro di Boris Eltzin e che assieme a lui, HA CONTRIBUITO FATTIVAMENTE ALLA CADUTA DEL REGIME COMUNISTA SOVIETICO IN RUSSIA E NELL'EUROPA ORIENTALE !Ebbene ho incontrato qui, alcuni individui che negano persino questa verita'! Allora mi chiedo: come solo pensare di discutere con cotanta smaccata ignoranza ?

mozzafiato

Dom, 15/04/2018 - 19:22

GIZA48 (14,33) condivido in toto quanto da te detto ! Ormai gli USA hanno definitivamente perduto il loro appeal di paese protettore della libertà'. Come affermi tu, l'hanno definitivamente perduto qui in Siria dove nel nome di un non meglio identificato senso del primato nei confronti della Russia di Putin, hanno colpito un paese gia' esausto per una guerra combattuta da Assad, proprio contro quel terrorismo islamico che gli stessi americani identificano come il loro nemico n. 1 . Che tristissima delusione !

MgK457

Dom, 15/04/2018 - 20:19

Macchè chiusa, questo è solo l'inizio, sta per scoppiare la terza guerra mondiale, da una parte Usa Francia Inghilterra e Israele, dall'altra Russia Iran e Cina. Per colpa dei ribelli di maomatto.

giza48

Dom, 15/04/2018 - 20:35

Harpoon: la tua mi fa introdurre il problema Arabia Saudita la vera dittatura sanguinaria confessionale islamica retrograda, anti occidentale presente in M.O., zeppa di soldi e di buoni a nulla, ma grande alleata del grande satana gli USA come diceva Osama Bin Laden. L'odio mortale intra islamico tra gli sciiti siriani e i sunniti turco-arabi ha sicuramente un peso nella guerra per procura combattuta nel suolo siriano dall'Isis sunnita mai denunciato dai sauditi, poi venivano le varie formazioni islamiche integraliste aiutate da Obama e Clinton sempre con i soldi sauditi. Hanno tutti perso, ha vinto la Russia di Putin che ha salvato Assad e forse anche quello che resta della Siria

Enricolatalpa

Lun, 16/04/2018 - 18:39

Ausonio: ma tu credi davvero in quello che scrivi? La comunità che scrive in questo blog non frequenta il Leoncavallo (centro sociale in quel di Milano, per chi non fosse di queste parti) pieno di perditempo nullafacenti imbevuti di ideologia antiamericana/comunista fuori dal tempo e dalla storia; davvero non ti riesce di argomentare senza cadere nel ridicolo?