Potenza, eletto il primo sindaco della Lega nel Sud Italia

Già consigliere comunale, Mario Guarente supera al ballottaggio Valerio Tramutoli con il 50,31 per cento dei voti

Si chiama Mario Guarente ha 35 anni ed è il nuovo sindaco, leghista, di Potenza. Si tratta del primo capoluogo conquistato dal partito del Carroccio nel Sud Italia. A contribuire alla sua vittoria lo slogan: "Prima gli ultimi". Saranno, infatti, i cosiddetti "invisibili" al centro del programma politico del neo-eletto.

"Sono onorato di aver contribuito a scrivere una storia nuova. Sono l'unico sindaco leghista al Sud per un capoluogo di regione e sono anche il primo sindaco di Potenza di centrodestra con una maggioranza piena, rispetto al mio predecessore che vinse con l'effetto anatra zoppa. Quindi sono felice di essere sindaco di un centrodestra unito perché tutti i partiti mi hanno sostenuto". Ha così commentato la sua vittoria ad AdnKronos il nuovo sindaco potentino, consigliere comunale uscente. L'ex primo cittadino, Dario De Luca, eletto nel centrodestra nel 2014, durante il mandato ha dovuto più volte cambiare maggioranza e ha governato anche insieme al centrosinistra. Per Guarente, invece, il successo è pieno: venti seggi su trentadue. Ha vinto al ballottaggio con il 50,31 per cento delle preferenze contro Valerio Tramutoli, candidato per le liste civiche Basilicata Possibile e Potenza Città Giardino.

"È stato un ballottaggio molto combattuto - aggiunge Guarente - perché su Tramutoli hanno fatto confluire le loro forze i partiti che sono stati tagliati fuori al primo turno. Sono molto fiero del risultato elettorale e felice di aver ricevuto molte telefonate e messaggi di auguri". La proclamazione è attesa in settimana. Per la giunta nulla è definito. "Della squadra - afferma Guarente - non abbiamo parlato volutamente per una questione scaramantica. Sarà oggetto di discussione nelle prossime ore", ha concluso il nuovo primo cittadino.