Primarie centrodestra, Pasquale Di Rella candidato a Bari

Pasquale Di Rella sfiderà Decaro a Bari. Esultano Gelmini e Bernini, Toti: "Sorrisi di coccodrillo..."

Sarà Pasquale Di Rella il candidato del centrodestra alle Comunali di Bari il 26 maggio prossimo. Con il 50,99% delle preferenze, infatti, si è aggiudicato le primarie e sfiderà il sindaco uscente Antonio Decaro e la pentastellata Elisabetta Pani. "Siamo pronti", ha detto dopo lo spoglio delle quasi 14mila schede.

Di Rella, sostenuto da Forza Italia e alcune liste civiche, ha staccato Fabio Romito, esponente della Lega che ha conquistato il 28,76% delle preferenze e Filippo Melchiorre, di Fratelli d'Italia appoggiato dal movimento fittiano Direzione Italia, che ha raggiunto il 19,16% dei consensi. L'ex presidente dell'attuale consiglio comunale barese, eletto in passato con il Pd senza essere iscritto al partito, ha auspicato la collaborazione degli altri due competitor. "Io sarei assolutamente felice di poter svolgere l'intera campagna elettorale con a fianco Fabio Romito e Filippo Melchiorre", ha detto, "Sono due importanti figure del centrodestra, rappresentano delle storie politiche importanti, sono stati presenti in consiglio comunale e hanno combattuto questa amministrazione. Ora sono due figure utilizzabili in modo proficuo per una esperienza di governo che io do per certa".

"Forza Italia sul territorio c'è, è forte e non teme di confrontarsi sul campo delle primarie", ha detto Mariastella Gelmini, "Proprio per questo a Bari e a Foggia i candidati del nostro partito hanno vinto. Forza Italia raccoglie così i frutti di un lavoro svolto negli anni di buon governo, resi ancora più esaltanti da un grande consenso territoriale. In questo modo ci prepariamo a vincere, il 26 maggio, con la formula che ancora una volta la gente dimostra di scegliere: un centrodestra unito che stride con l'attuale governo nazionale, inutile e pericoloso per il nostro Paese". "Il vento del vero cambiamento gonfia le nostre bandiere, confermando che non esiste un centrodestra credibile senza o contro Forza Italia", ha aggiunto Anna Maria Bernini, "A Pasquale Di Rella e a Franco Landella, che guideranno la coalizione alle amministrative di maggio giungano le mie congratulazioni e gli auguri di buon lavoro".

"L'unico dato certo da commentare questa mattina è lo straordinario successo del sistema delle primarie in Puglia, dove hanno votato alcune decine di migliaia di persone, dove un candidato civico ha vinto le primarie nel capoluogo di regione a Bari", dice però Giovanni Toti, da sempre favorevole alle primarie anche a livello nazionale, "Vedo tanti colleghi di Forza Italia esultare: ci sono le lacrime di coccodrillo e il sorriso di coccodrillo. Questo è un sorriso di chi le primarie non le ha mai volute, forse se si usassero di più anche il centrodestra avrebbe un baricentro migliore e forse sarebbe anche più facile tornare insieme al governo del Paese".

Commenti
Ritratto di adl

adl

Lun, 25/02/2019 - 12:46

"forse se si usassero di più anche il centrodestra avrebbe un baricentro migliore e forse sarebbe anche più facile tornare insieme al governo del Paese".............con un signore che se non vado errato stava non molto tempo fa, nel PD. Egregi politicanti di qualsivoglia colore, sappiate che l'iperbolica imu pagata dai contribuenti su locali che valgono sul mercato 4 ed un soldo, e che restano spesso sfitti per anni, sono uno strapotente indicatore della vostra pochezza. Chiacchiere e tabacchere e’ lignamm o’ Banco ‘e Napule (elettore) nun ne ‘mpegna.

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Lun, 25/02/2019 - 14:24

Toti, ancora una volta ha perso un'occasione per tacere. Perché non facciamo le primarie anche il Liguria per il prossimo candidato alla Presidenza della regione? Vincerà lui...ma chissà. Troppo protagonismo verbale alla fine stanca, soprattutto quando si fa solo critica distruttiva