Quegli strani rimborsi dall'Ue che imbarazzano il M5S

Secondo Repubblica alcuni documenti dimostrerebbero come alcuni rappresentati M5S a Strasburgo farebbero campagna elettorale a spese dell'Ue. Ma il M5S smentisce

Grane a non finire per il Movimento Cinque Stelle. L'ultima - per ora - arriva direttamente da Strasburgo, dove la responsabile della comunicazione della compagine grillina, Cristina Belotti, è finita al centro delle polemiche per una questione di rimborsi spese e fondi Ue usati per la campagna elettorale del tutto simile a quella che ha fatto finire nella bufera Marine Le Pen e due ministri di Emmanuel Macron.

I vertici del movimento hanno provato a tenerla sotto traccia, ma - come racconta oggi Repubblica - il caso è scoppiato e ha spaccato gli europarlamentari grillini. A farlo deflagrare è stata in realtà la denuncia della Efdd (Europe of freedom and direct democracy), il gruppo europeo di cui fa parte il M5S.

Pare infatti che la Belotti si sia fatta rimborsare dall'Unione europea le spese per alcune missioni in Italia spacciate per attività di politica legate al suo ruolo in Europa - come prevede la legge - e in realtà inerenti la campagna elettorale per il No al referendum del 4 dicembre 2016. Situazione ripetutasi regolarmente anche durante le scorse Comunali e le Regionali in Sicilia. Ma anche per le prossime elezioni del 4 marzo.

L'inviato di Repubblica Alberto D'Argenio, infatti, racconta che l'11 dicembre scorso la Belotti risultava presente alla plenaria del Parlamento Ue, percependo la diaria nonostante non fosse a Strasburgo. Ne è nata una polemica interna al gruppo di eurodeputati e la Efdd ha deciso di vederci chiaro, scoprendo così che per una trentina volte - e un totale di 15mila euro - la rappresentante M5S aveva chiesto indebitamente i rimborsi.

Così l'ha contattata e le ha chiesto in via informale di dimettersi. Ma non solo lei non ha voluto far un passo indietro, ma è stata difesa a spada tratta - come dimostrano gli atti dell'amministrazione Efdd - da Luigi Di Maio, Beppe Grillo e Davide Casaleggio.

Alla fine - il 19 dicembre scorso - pur di mantenere la poltrona e "insabbiare" la questione, la Belotti ha accettato di rinunciare alle diarie che non le erano state ancora rimborsate (tra cui i viaggi in Italia per partecipare ai comizi di Grillo e Di Maio) e ha restituito i soldi percepiti per la "missione" a Roma e Milano di giugno scorso (quando era in realtà a Genova per la chiusura della campagna elettorale). Inoltre - racconta sempre Repubblica - si è messa in congedo non retribuito fino al 7 marzo 2018. Non senza aver prima fatto assumere - pare - Stefano Torre, prima "stager alla rappresentanza Efdd presso l'ufficio del Parlamento europeo di Roma" e ora "agente temporaneo del Parlamento Ue ancora distaccato a Roma". Ma lui - e il suo "tutor" Andrea Pollano - nella sede dell'Ue si sono visti poco.

Che siano troppo impegnati con la campagna elettorale di Di Maio? Del resto Torre si occupa della "parte tecnica" del sito per la raccolta fondi...

Dal M5S - manco a dirlo - smentiscono tutto. "Le informazioni pubblicate da Repubblica sono false e mistificatorie", dicono dallo staff, "Non c’è stata nessuna irregolarità. Infatti Repubblica non mostra alcun documento in supporto a quanto sostiene. Se li ha li pubblichi, altrimenti chieda subito scusa. Non è esploso alcun caso tra MoVimento 5 Stelle e amministrazione Efdd, non è mai arrivata nessuna richiesta informale di dimissioni a nessuno, non sono mai state contestate missioni per 15.000 euro. Anche qui nessun documento a supporto: perchè non esistono. Le attività dei collaboratori vengono controllate ogni anno prima della chiusura dei bilanci, ma questo rientra nella normale amministrazione e vale per tutti i responsabili di delegazione".

Così Repubblica ha risposto per le rime, pubblicando tutte le email intercorse tra la Efdd e la Belotti e gli atti del dossier aperto a suo carico.

Commenti

gigi0000

Mer, 07/02/2018 - 16:24

La storia si ripete. Cambiano i protagonisti, alcuni si atteggiano a moralisti, ma ... tanto va la gatta al lardo, che ... Sono tutti, ma proprio tutti, della stessa pasta. E i 6000 € di cancelleria di Di Maio? oltre naturalmente a tutto quello che non ci sarà mai dato di conoscere.

Tombolo

Mer, 07/02/2018 - 16:42

Quando a capo di un movimento c'e' uno dei piu' grandi evasori fiscali degli ultimi 40 anni che risponde al nome di BEPPE GRILLO tutto e' comprensibile. Perche' la guardia di finanaza non indaga sulla richezza accumulata da questo malandrino ?

mariod6

Mer, 07/02/2018 - 16:47

I grillini hanno imparato in fretta come guadagnare abusivamente dalla loro posizione istituzionale; d'altra parte sono tutti disoccupati cronici avvezzi agli escamotage più abbietti per campare a spese degli altri. Tutti gli "eletti" hanno raccolto una media di 10 voti a cranio (parenti, amici, e condomini). Di Maio, grande capo del gruppo ha ben 490 voti da italiani ignoti per andare a fare il presidente del consiglio. Ma vi rendete conto di chi vi andate a fidare per guidare il paese ????

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 07/02/2018 - 16:48

@Ersola, moralista grillino da 4 soldi, che mi dici dell'articolo? L'unica risposta è fake news?

Yossi0

Mer, 07/02/2018 - 17:36

per certi versi mi sembra parente di tale marino mi pare che fosse sindaco di roma

giovanni PERINCIOLO

Mer, 07/02/2018 - 18:02

Detto altrimenti ladri e bugiardi a cinque stelle, ma non sono hotel...

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Mer, 07/02/2018 - 19:10

hanno fatto in fretta ad imparare il mestiere .... d'altronde avendo quelli del PD come maestri .....

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 08/02/2018 - 08:00

MA GUARDA ANCHE SPELACCHIO PRESO CON LE MANI NELLA MARMELLATA !! MAKKE STRANO AHAHAHAHAHAHHHA !!!

pietro.cingari

Gio, 08/02/2018 - 09:26

Per la precisione, ricordo a Chiara Serra che non è il M5S che smentisce, ma l'EFDD stesso. Anzi diffida i "giornalisti" a pubblicare queste scemenze. Ovvero: bufala.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Gio, 08/02/2018 - 09:52

ed e' solo l'inizio!

LupoSol

Gio, 08/02/2018 - 10:12

Dove sono i "cari" (si fa per dire) Agrippina, riflessiva, el kid, Er Sola, pravda99 in un post che sp....a i loro cari amati sinistri? Spariti? Non hanno più nulla da dire adesso che escono fuori gli altarini di 'sti pseudo-idoli di sinistra? Ma che strano!!! Si saranno dati malati, non c'è altra spiegazione, vista la loro ossessione a rompere le scatole in casa altrui.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 08/02/2018 - 10:16

Copri, copri, che noi siamo er meio.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 10/02/2018 - 07:07

LADRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!!